Blog autonoleggio Auto Europe - Consigli di viaggio


Palloncini-Carnevale_2013

Scherzi di carnevale

Il celebre detto popolare “a carnevale ogni scherzo vale” è la migliore presentazione per quella che è considerata la festa più pazza dell’anno; tradizione di origini antichissime, quella del carnevale, nelle migliaia di modalità con il quale viene festeggiato, ha come fattor comune quello del rovesciamento dei ruoli: il ricco diventa povero, e viceversa, il prete diventa un casanova, gli uomini diventano donne e le donne si trasformano in uomini.

A questo proposito, un carnevale che vede come protagoniste assolute le donne è quello di Colonia, in Germania. Questa bellissima città sul Reno è infatti la patria di quello che viene considerato il carnevale più famoso del Paese, e che inizia addirittura l’11 di novembre quando, rigorosamente alle ore 11.11, vengono nominati i protagonisti della festa, ovvero il Principe, il Fante e la Vergine.

Ma il clou, ovviamente, si ha nei giorni tra il giovedì grasso e il mercoledì delle ceneri: fate attenzione però proprio il giovedì (quest’anno cade il 23 febbraio) è la temuta Weiberfastnacht, ovvero il giorno in cui le donne, munite di lunghe e minacciose forbici, tagliano la cravatta a tutti i malcapitati di sesso maschile che incontrano! Il messaggio, neanche tanto subliminale, è evidente …..

Se invece volete approfittare di un carnevale altrettanto allegro ma in località più vicine al Mediterraneo, allora l’Andalusia, e in particolare Cadice, è il posto che fa per voi: le celebrazioni per questa festa fanno di questa città, per almeno due settimane, la vera e propria capitale della Spagna.

Ciò che colpisce di questo carnevale è l’estrema musicalità: al di là degli ovvi scherzi, qui esiste proprio una tradizione consolidata nel tempo di comporre ed eseguire canzoni ironiche, satiriche o semplicemente divertenti, esibendosi in un vero e proprio repertorio da portare in giro per le strade della città: è una disfida assai sentita dai locali, quella che contrappone tra loro i “chirigotas”, gruppi che cantano e suonano in costume, ininterrottamente e sbeffeggiandosi continuamente tra loro, al fine di aggiudicarsi l’ambito titolo di migliore chirigota del carnevale.

A seconda poi del repertorio o della composizione, abbiamo anche i coros (gruppi più grandi che generalmente viaggiano su carri), le comparsas, i cuartetos e i romanceros: per ciascuna di queste categorie esiste un concorso a premi, un repertorio generalmente di propria composizione, ma, sopratutto, è richiesto tantissimo talento e allenamento per non sfigurare davanti ai propri concittadini e alle migliaia di turisti.

Se invece volete conoscere e divertirvi, tra frizzi e lazzi, con il carnevale più antico d’Italia, allora la vostra meta non può che essere Putignano, in provincia di Bari, che viene celebrato, secondo la tradizione, ininterrottamente dal 1394.

Se le sue origini si perdono quindi nella fine del XIV secolo, il suo significato è legato sia alla figura di Santo Stefano Protomartire, sia alle feste contadine e dionisiache che segnano la fine dell’inverno e l’arrivo della bella stagione; è una manifestazione che si protrae per alcuni mesi: inizia infatti ufficialmente il 26 dicembre con la Festa delle Propaggini (i Propagginanti sono gruppi e poeti dialettali che si esibiscono in abiti da contadino intonando versi satirici contro i potenti locali o nazionali), continua il 17 gennaio, data in cui inizia il carnevale vero e proprio con manifestazioni che si ripetono, sempre diverse, per ogni giovedì.

Fino ad arrivare all’appuntamento più divertente, il Giovedì dei Cornuti (quest’anno cade il 23 febbraio), con l’elezione del Gran Cornuto dell’anno, e il rito del taglio pubblico delle corna; il tutto condito di scherzi piuttosto salaci, abbondanti mangiate e libagioni, con particolare attenzione per la carne di maiale: è infatti proprio un enorme suino di cartapesta, che rappresenta il carnevale, la vittima sacrificale del rogo del martedì grasso, che annuncia la fine della festa e l’inizio della quaresima.

Insomma, le occasioni per divertirsi in gruppo e mascherarsi non mancano: quindi, fate la scorta di coriandoli e stelle filanti, buon divertimento e …. occhio agli scherzi!

Questo articolo è stato pubblicato in Eventi, Idee di viaggio, Viaggi in famiglia. Salva il permalink.

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non verrá pubblicato. I campi segnati con l'asterisco sono obbligatori *

Puoi usare questi attribute HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*