Blog autonoleggio Auto Europe - Consigli di viaggio


California

San Francisco: una miscela di storia, cultura ed innovazione

Era l’estate del 1967, conosciuta nella storia della (contro)cultura americana come “The Summer of Love” e Scott Mc Kenzie proprio in quell’anno raggiunse il successo mondiale grazie alla canzone, scritta da John Philips dei Mamas and Papas, dedicata proprio alla città californiana.

Invitando i ragazzi a raggiungere San Francisco, li invitava ad assicurarsi di indossare fiori nei capelli …. Sono passati cinquant’anni, ma lo spirito dell’estate dell’amore continua ad aleggiare e a richiamare turisti e curiosi, che cercano tra le sue pittoresche vie le tracce di quegli anni gloriosi e carichi di speranze.

Ma non è solo la musica, che pure ne rappresenta forse il volto più noto, che ha reso in quegli anni ed anche oggi, la metropoli californiana meta privilegiata di americani e degli europei che decidono di visitare la West Coast; la grande letteratura americana, da Mark Twain a John Steinbeck, è passata per San Francisco; e possiamo dire che qui vi è nata la Beat Generation, con Allen Ginsberg, Jack Kerouac, Gregory Corso, William Borroughs che si riunivano nel celebre City Lights Bookstore, libreria e casa editrice curate da Lawrence Ferlinghetti.

Insieme alla cultura o alla nostalgia per gli anni Sessanta, tanti altri motivi portano ogni anno milioni di persone a visitare San Francisco e i suoi dintorni: il clima mite della California, la bellezza dei suoi paesaggi oceanici e delle numerose località che si incontrano lungo la Penisola su cui sorge la città, l’ottima rete viaria sono tra i tanti motivi per scegliere una vacanza in camper a noleggio a San Francisco, anche se ormai i celebri “Bulli” della Volkswagen sono diventati una rarità!

Volkswagen “Bulli”

In questo modo si ha l’opportunità di attraversare la celebre Baia percorrendo il Bay Bridge o il celebratissimo Golden Gate Bridge, vera e propria icona della città californiana; in lontananza, potrete scorgere Alcatraz, un tempo sede del temutissimo carcere di massima sicurezza, chiuso nel 1963 per gli alti costi di gestione e trasformato in una meta turistica e in set cinematografico (tra i tanti Fuga da Alcatraz con Clint Eastwood, basato su una storia vera).

Sebbene da anni sedicenti sismologi e indovini vari abbiano predetto il prossimo avvento del cosiddetto “Big One”, ovvero una tremenda scossa di terremoto destinata ad “affondare” l’intera città, San Francisco è considerata una città all’avanguardia nella costruzione degli edifici a prova di sisma, e comunque questo suo trovarsi sul bordo di faglie ancora attive non ha impedito il suo continuo sviluppo, dai gloriosi tempi della corsa all’oro, fino alle moderne start up della celebre Silicon Valley.

Insomma, la storia e la cultura continuano a vivere e a prosperare in questa magnifica città e la sua pacifica multietnicità è la prova più evidente di come etnie e religioni diverse possano vivere (bene) sotto lo stesso cielo.

Buon viaggio a San Francisco e … non dimenticate i fiori tra i capelli!!!

Questo articolo è stato pubblicato in Cultura, Idee di viaggio, Viaggi in famiglia. Salva il permalink.

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non verrá pubblicato. I campi segnati con l'asterisco sono obbligatori *

Puoi usare questi attribute HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*