Blog autonoleggio Auto Europe - Consigli di viaggio


Pedaggi autostradali in Spagna e Portogallo

La Penisola Iberica è una meta turistica molto apprezzata dai turisti di tutto il mondo e quindi anche dagli italiani; per via del clima e della relativa vicinanza, è luogo ideale anche per un periodo di vacanza breve. In questi casi può essere utile conoscere in anticipo in che modo possono essere pagati i pedaggi stradali, in modo da potersi organizzare per tempo in relazione alle proprie esigenze.

Spagna

Anche se in tantissime strade spagnole la circolazione stradale è libera, tuttavia quelle a scorrimento veloce sono spesso a pagamento, ed esistono due modi per effettuare i pagamenti: manualmente, sia in contanti che con carta di credito, oppure con pagamento elettronico. Per i pagamenti manuali è necessario ritirare il biglietto all’ingresso, dalle apposite emettitrici, per poi consegnarlo all’operatore (o inserirlo nell’apposito macchinario) in corrispondenza dell’uscita, che provvederà ad indicare l’importo da pagare. Esistono anche corsie separate in uscita per i pagamenti in contanti o con carta di credito.

Per i pagamenti elettronici, invece, bisogna servirsi delle apposite corsie preferenziali sia in ingresso che in uscita: in questi casi, un apposito rilevatore registra il passaggio e determina poi l’importo, senza dover fare la fila o attendere: Questi sistemi, che si chiamano “Telepeaje”, “VIA-T” o “T”, sono reperibili nelle banche spagnole, purché si possegga un conto corrente presso la banca; ecco perché questi sistemi sono convenienti solo per chi trascorre frequenti vacanze in Spagna o vi abita per tutto o un certo periodo dell’anno.

Portogallo

In Portogallo alcune autostrade possono essere pagate in contanti o con carte di credito/debito, tuttavia anche qui si stanno rapidamente diffondendo i sistemi di pagamento elettronici.

Easy Toll – questo sistema di pagamento è stato introdotto nel 2012 ed è rivolto ai turisti: è necessario aprire un account al confine, collegano il numero di targa della propria auto alla carta di credito. Una volta ricevuto il tagliando di conferma, valido per trenta giorni, è sufficiente inserire la carta di credito in corrispondenza dell’uscita autostradale, e il sistema caricherà automaticamente l’importo sul proprio account.

Toll Card – è un altro sistema per i pagamenti elettronici, attivabile mandando un sms con il codice della carta e il proprio numero di targa: La differenza con il precedente sistema è che la carta è pre-caricata con una certa somma, che può essere pagata in contanti o con carta di credito. Si può verificare online ogni momento la somma disponibile, per essere sicuri di avere credito a sufficienza per le proprie esigenze di percorrenza: comunque un sms avvisa il cliente quando la disponibilità si sta esaurendo.

Toll Service – queste “vignette” sono utili per chi viaggia per il Paese per un breve periodo oppure ha un programma di viaggio già ben definito. Infatti si può acquistare un biglietto per un certo numero di giorni (a chilometraggio illimitato), oppure per un itinerario ben preciso (per esempio dalla Spagna a Faro attraverso l’autostrada A22). Il prezzo da pagare dipende dalla cilindrata/modello dell’auto o dall’itinerario scelto, in caso di programma di viaggio definito.

Via Verde Visitors – il dispositivo chiamato Via Verde è adatto per chi viaggia spesso in Portogallo o vi soggiorna per lunghi periodi. Utilizzabile sia per le strade a pedaggio manuale che quelle a pagamento elettronico, ha un costo dipendente dalla durata del suo noleggio. E’ richiesto un deposito cauzionale per il suo noleggio, per cui è necessario essere in possesso di una carta di credito internazionale.

Nello sperare che questo post vi sia utile, vi auguriamo una splendida vacanza alla scoperta della Penisola Iberica.

Questo articolo è stato pubblicato in Informazioni pratiche, Uncategorized, Viaggi di lavoro, Viaggi in famiglia. Salva il permalink.

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non verrá pubblicato. I campi segnati con l'asterisco sono obbligatori *

Puoi usare questi attribute HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*