Blog autonoleggio Auto Europe - Consigli di viaggio


Magia e misteri d’Italia

La festa di Halloween, con i suoi riti e le sua maschera di zucche intagliate, nasce da antiche tradizioni celtiche, legate alla simbologia della morte e dell’occulto; ed è quindi un’occasione imperdibile per scoprire e conoscere quelle località che al mondo della magia e dell’occulto sono profondamente legate.

Punto di partenza non può che essere Torino: la prima capitale del Regno d’Italia, infatti, è considerata dagli appassionati di esoterismo il vertice di due triangoli “magici”, quello della magia bianca, con Praga e Lione, e quello, ben più inquietante, della magia nera, con Londra e San Francisco.

Fulcro di questo secondo “triangolo” sarebbe Piazza Statuto, nel cui giardino si troverebbe addirittura la porta dell’Inferno, e che sorgerebbe su una antica necropoli: storia o leggenda che sia, a Torino hanno certamente soggiornato personaggi che con il mondo della magia e dell’occulto hanno avuto a che fare: Nostradamus, Cagliostro, Paracelso; secondo la leggenda, inoltre, il filosofo tedesco Nietzsche qui perse definitivamente la ragione, mentre certamente la città è stata la location di vari film di Dario Argento, tra cui il celebre Profondo Rosso.

Venezia di notte

Venezia – Strade e ponti di notte

Andando in cerca di misteri, una città che certamente ha un fascino inquietante e magico, soprattutto la notte, è Venezia: una volta svuotata dai turisti, le tenebre e la nebbia che spesso l’avvolge rendono la città lagunare un luogo “stregato”, da cui ci si aspetta di vedere uscire improvvisamente dalle calli uomini mascherati e vestiti di nero, che pronunciano frasi misteriose e incomprensibili …….

Insomma, l’habitat naturale per certe personalità che hanno attraversato il mondo dell’esoterismo, come Federico Gualdi, attivo nel XVII secolo e misteriosamente scomparso senza lasciare traccia, ma, soprattutto, Giacomo Casanova, leggendario libertino e avventuriero, ma anche provetto alchimista.

E scendendo rapidamente verso il sud, in questo viaggio intorno ai luoghi magici e stregati d’Italia non può mancare una tappa a Roma: qui, tra le tante leggende e località contrassegnate dal mistero e dalla magia, non può mancare una visita a Piazza Vittorio Emanuele II (nel linguaggio comune semplicemente Piazza Vittorio), nel quartiere Esquilino vicino alla Stazione Termini.

Qui, nei giardini al centro della Piazza (proprio come Piazza Statuto a Torino …..), vi è la cosiddetta “Porta Magica”, risalente al 1680, che costituisce l’ultima porta sopravvissuta della cinque che caratterizzavano Villa Palombara, appartenuta all’alchimista Massimiliano Palombara; su tale porta sono tracciati simboli e scritte magiche, dal significato oscuro, che sarebbero riconducibili alla misteriosa cosmologia alchemica del Seicento.

Roma - Porta Magica

Roma – Porta Magica

Il nostro viaggio magico si conclude a Napoli, sulla soglia di uno dei capolavori assoluti dell’arte barocca: la Cappella Sansevero, che contiene la meravigliosa statua del Cristo velato di Giuseppe Sammartino.

La Cappella, il cui completamento fu voluto, nella metà del XVIII secolo, proprio da Raimondo di Sangro, Principe di Sansevero, sorgerebbe su un antico tempio di Iside ed è ritenuto uno dei luoghi più misteriosi d’Italia; tale fama, infatti, non è solamente riconducibile alla personalità del Principe, che per realizzarla spese ingenti fortune, ma anche alla complessa simbologia che caratterizzano le numerose sculture e opere d’arte poste all’interno della Cappella.

Raimondo di Sangro, oltre che discendente di nobilissima famiglia, fu anche esoterista, massone, alchimista e anatomista (si pensi alle macabre macchine anatomiche custodite all’interno della cavea della Cappella) e la sua vita e la storia della stessa Cappella, assumono i contorni della leggenda e della magia: lo stesso drappo marmoreo che avvolge il Cristo velato, secondo la tradizione, sarebbe stato in origine un vero e proprio tessuto, trasformato in marmo con un processo alchemico …..

Insomma, le strade dei misteri percorrono l’Italia da nord a sud: decidete voi quale vi affascina di più e non dimenticate di portare con voi i dolcetti da offrire la notte del 31 ottobre!

Questo articolo è stato pubblicato in Idee di viaggio. Salva il permalink.

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non verrá pubblicato. I campi segnati con l'asterisco sono obbligatori *

Puoi usare questi attribute HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*