Blog autonoleggio Auto Europe - Consigli di viaggio


Europa unita anche nelle multe?

 

Forse non proprio … o per lo meno non ancora!

Il dubbio è legittimo: se prendo una multa all’estero, mi arriverà a casa? Riuscirà la polizia di quello Stato a risalire ai dati della mia targa italiana?

In realtà, anche se le forze dell’ordine straniere non hanno accesso diretto ai dati del nostro PRA (Pubblico Registro Automobilistico), tuttavia negli ultimi anni si sta cercando, attraverso accordi bilaterali, di stabilire una procedura che permetta, soprattutto per le infrazioni più gravi commesse all’estero, di risalire ai dati del proprietario del veicolo.

In primo luogo, in qualunque paese europeo, Italia compresa, se si commette una violazione con targa e documenti esteri e si viene fermati subito, bisogna pagare sul posto al momento, quanto richiesto dalla multa, altrimenti si rischia di incorrere nel sequestro del veicolo.

Inoltre, tranne i casi di rogatoria internazionale, poco probabili per una trasgressione in auto, se anche si riceve a casa il verbale della polizia di un altro Stato, questo non ha efficacia esecutiva: è vero però che, se non si paga, e si viene successivamente fermati nuovamente in quello stesso Paese, la multa da pagare sarà particolarmente salata, con addebito per il ritardo e ulteriori sanzioni.

In attesa che entri in vigore un Codice della Strada comune a tutti i paesi europei, di cui si parla da tempo ma che ancora deve concretizzarsi, sono però già vigenti numerosi accordi bilaterali, che non sempre si dimostrano efficaci.

La Svizzera ad es. pur non facendo parte dell’UE è il paese che collabora di più con l’Italia nella trasmissione delle multe che vengono sempre notificate. La Svizzera, infatti, può accedere direttamente alla nostra banca dati, e può recapitare le multe tramite posta ordinaria, per violazioni lievi, o mediante rogatorie internazionali, se più gravi. Queste ultime, se non pagate, possono essere trasformate in giorni di carcere!

In Francia, da qualche tempo, è entrato in vigore un accordo di cooperazione fra le polizie, che attualmente ha però prodotto risultati per infrazioni rilevate con l’autovelox, e recapitate tramite posta ordinaria.

In Germania, invece, è stato stipulato di recente un accordo per la notifica, tramite posta ordinaria, delle multe di importo superiore ai 70 €.

Infine, con l’Austria esiste un vecchio accordo che però non viene applicato quasi mai, forse a causa delle difficoltà a produrre la documentazione prevista nella lingua del trasgressore. Per gli altri paesi, per ora non esistono accordi che consentano la collaborazione delle autorità del Paese della persona multata.

Ma ricordate che, nel caso dell’autonoleggio, la multa arriva alla società di noleggio, che la addebita al cliente direttamente sulla carta di credito, anche dopo lungo tempo, prevedendo in taluni casi anche l’ulteriore esborso delle spese di gestione della pratica

Per questo motivo vi raccomandiamo sempre una guida rispettosa del Codice della Strada ovunque voi siate. Dal sito Auto Europe e dal nostro blog potrete recuperare, per ogni paese, utili consigli da seguire sulla regolamentazione stradale.

Il team Auto Europe

Questo articolo è stato pubblicato in Documentazione, Informazioni pratiche. Salva il permalink.

479 Responses to Europa unita anche nelle multe?

  1. Giuseppe Favia says:

    L’articolo è completo e ben formulato anche se mi resta un dubbio:

    ho percorso la Francia nell’Agosto scorso a bordo di una vettura a noleggio; mi sono state notificate dal Ministero degli Interni francese n° 4 contravvenzioni per eccesso di velocità, rilevato con autovelox, per velocità superiori al consentito di da 4 a 8 km/h, scarti che, a mio avviso, sono da considerarsi tolleranza visto la probabile diversa taratura dei tachimetri.
    Come devo comportarmi?
    ringrazio e saluto.

  2. Luana says:

    Gentile Signor Favia, chiaramente non abbiamo le giuste competenze per suggerirle come agire adeguatamente nei confronti delle contravvenzioni che ha ricevuto in Francia. Tuttavia tenga presente che il margine di tolleranza comunemente accettato in Francia per chi supera i limiti di velocità (ad. es. 5km/h di margine di tolleranza per limiti di velocità tra i 50 e 90km/h) è già generalmente calcolato sulla multa che viene recapitata al trasgressore. Ciò significa che l’autovelox ha ripreso l’auto ad una velocità maggiore rispetto a quella riportata nella contravvenzione. Inoltre, contestare un errore da parte di moderni autovelox è difficile perché sono ormai macchinari moderni e sofisticati che difficilmente sbagliano. Il nostro consiglio è di pagare le multe che le sono state recapitate, anche perché in caso contrario, qualora dovesse tornare in terra francese ed essere sottoposto ad un controllo, è molto facile per le autorità locali riscontrare il mancato pagamento. Sperando di esserle stati d’aiuto, inviamo cordiali saluti. Il team Auto Europe.

  3. Vittorio says:

    Salve, ho preso una multa in Spagna, però mi è arrivata senza un bollettino per il pagamento e non riesco a risalire a queste benedette coordinate bancarie per il bonifico…volevo sapere se questo e un buon motivo per fare ricorso e poi sapete se le multe prese in Spagna aumentano dopo un determinato periodo di tempo? intendo l’importo! Perché se così non fosse, la pagherò direttamente quando ritornerò in Spagna…

  4. Luana says:

    Gentile Signor Vittorio, non abbiamo esperienza diretta relativa al pagamento di multe ricevute dalla Spagna. Tuttavia tenga presente che le modalità di pagamento sono generalmente riportate sulla lettera ricevuta insieme alla multa che invita al pagamento della stessa o saranno ricevute di lì a poco. Di seguito le linkiamo la testimonianza di un ragazzo incorso nel suo stesso problema: “come pagare una multa presa in Spagna“. Cordiali saluti dal team Auto Europe

  5. GIUSEPPE says:

    Salve, vorrei porvi un quesito. Sono stato in Olanda con quattro amici, verso la fine di ottobre, e abbiamo noleggiato un auto, per tre giorni. La prenotazione su internet l’ha fatta il sottoscritto, poi però sul posto la carta di credito utilizzata per la caparra di rischio era di un mio amico li presente. Ora a distanza di qualche mese, son arrivati tre verbali per limite di velocità (sembrerebbe), con importi differenti, ma recapitati per posta all’ indirizzo di casa mia (dei genitori), dove io non ho piu’ residenza, con cognome e nome puntato G., senza nessun timbro(data), e senza firma di recapito.
    Io credo che sia assurdo pagare…..ma a che cosa potrei andare incontro non pagando?…del resto potrei sempre dichiarare di non aver ricevuto nulla, e non credo proprio ci siano delle contro prove. La carta di credito del mio amico è sotto controllo, e non c’è stato nessun addebito! In attesa di un vostro consiglio o opinione Ciao e grazie

  6. Luana says:

    Gentile sig. Giuseppe, il nostro consiglio è come al solito quello di pagare le multe per le infrazioni fatte. Le multe sono state contratte con un’auto a noleggio, ciò significa che la compagnia conosce i suoi dati o presumibilmente quelli riportati sulla patente registrata in loco presso
    la stazione di noleggio e può insistere più volte sul pagamento o rifarsi anche sulla carta di credito del suo amico, addebitando in aggiunta anche spese amministrative. Inoltre, consideri che se dovesse tornare in Olanda ed essere fermato è molto semplice per le autorità locali riscontrare il mancato pagamento delle multe o quanto meno potrebbe avere in futuro difficoltà a noleggiare una macchina con la stessa compagnia di car rental. Cordiali saluti, Il team Auto Europe

  7. Emanuele says:

    Buon giorno,
    Ho preso una multa in valle d’Aosta per divieto di sosta (84 euro). Avevo noleggiato la macchina in Francia e pertanto il veicolo aveva una targa francese.
    Vorrei sapere se esistono degli accordi tra italia e francia per il pagamento di questo genere di contravvenzioni.
    Grazie mille,
    Emanuele

  8. Luana says:

    Gentile sig. Emanuele, se, come mi sembra di capire, lei ha trovato la multa apposta sul tergicristallo dell’auto a noleggio, é obbligatorio il pagamento entro i termini indicati nel verbale. In caso contrario, infatti, decorso inutilmente il termine, l’autoritá che ha elevato la contravvenzione provvederá a recapitarla al proprietario dell´auto (nel caso, la societá di autonoleggio) che si potrá rivalere sulla carta di credito lasciata in garanzia. In tal senso, esistono numerose convenzioni tra polizie, attive soprattutto tra Paesi confinanti, come l’Italia e la Francia, che permettono il recapito con successo di multe rilevate in territorio straniero. Generalmente in Italia si pensa che sia praticamente impossibile individuare il proprietario di un veicolo straniero, ma in realtà tali convenzioni (bilaterali/multilaterali), che permettono di ottenere i dati e la notificazione della multa, esistono e sono tante. Le più importanti sono le Convenzioni europee sulla notifica e l’ottenimento all’estero di documenti, informazioni e prove in materia amministrativa, adottate a Strasburgo, rispettivamente il 24/11/1977 ed il 15/3/1978, ratificate con legge 21/3/1983, n. 149. Cordiali saluti, il team Auto Europe.

  9. Alessandro says:

    Salve, ho noleggiato in Marzo, tramite il vostro sito, un’auto presso una stazione aeroportuale dell ‘Avis in Germania.
    Nei giorni scorsi ho ricevuto una lettera dell’Avis che mi informava di aver fornito i miei dati alla polizia, per via di una infrazione stradale commessa con l’auto da me noleggiata, e di aver prelevato 15€ dalla mia carta di credito per tale notifica. Ieri ho ricevuto una lettera dalle autorità tedesche, tutta scritta in tedesco e perciò incomprensibile per me, dove credo mi si dica che ho commesso una infrazione di 52 km/h oltre il limite, mi chiedono i dati personali, che sono già in loro possesso tramite l’Avis, e una dichiarazione scritta e firmata di aver commesso l’infrazione.Nessuna indicazione sull’importo dell’eventuale multa.
    Vorrei sapere cortesemente come mi debbo comportare.
    Cordiali saluti
    Alessandro

  10. Valentina says:

    Gentile Alessandro, come sempre le consigliamo di pagare le infrazioni commesse all’estero. Non possiamo dirle con certezza perché le abbiano inviato la multa senza importo, tuttavia potrebbe trattarsi di un preavviso, al quale seguirà la multa vera e propria. Le consigliamo di chiamare il noleggiatore Avis presso la stazione dove ha ritirato l’auto, chiedendo loro eventuali chiarimenti. Cordiali saluti, il team Auto Europe

  11. Veronica says:

    Salve,io ho preso una multa in Spagna per aver sorpassato un auto con linea continua!Cosa assolutamente non vera tanto che ho fatto le foto del rettilineo dove,secondo la guardia civil(molto poco civil)avrei fatto l’infrazione.Testimone mia madre che si e’ arrabbiata tantissimo per l’ingiustizia.L’ho dovuta pagare subito perche straniera e soprattutto perche non avevo voglia di perdere del tempo prezioso di vacanza!Abbiamo fatto subito denuncia per il fatto all’autorita’ di competenza della guardia civili di Salamanca!Bene vorrei sapere se devo o posso fare un’ulteriore denuncia dall’Italia!Nell’ambasciata Spagnola forse visto che ho gia avuto una brutta disavventura del genere sempre in Spagna.E non ho mai avuto risposta!!!nonostante fossimo andati anche in tribunale!Io in genere combatto le ingiustizie.!Vorrei sapere cosa fare per avere un riscontro su questa cosa e non perderla per strada!grazie mille intanto…….

  12. Luana says:

    Gentile Veronica, comprendiamo la sua frustrazione per il pagamento di una multa che reputa ingiusta. Tuttavia tenga presente che a pagamento avvenuto, è molto difficile poi impugnare la stessa con un ricorso. Infatti, se, da una parte, al momento dell’infrazione si rischia di perdere molto tempo prezioso sottraendolo alle proprie vacanze, dato che il codice della strada spagnolo prevede persino l’immobilizzazione immediata del veicolo per i conducenti non residenti in Spagna che incorrono in contravvenzioni fino all’avvenuto pagamento, d’altra parte, però, è anche vero che pagare la multa equivale a riconoscere l’infrazione commessa e, di conseguenza, non sussistono più poi le condizioni per avviare un ricorso. Se desidera ulteriori conferme può certamente rivolgersi all’ambasciata spagnola o al consolato della sua città per chiedere maggiori informazioni e un valido consiglio a proposito. Cordiali saluti, il team Auto Europe

  13. simone says:

    Salve,

    mi è arrivata una multa dalla Germania dello scorso agosto 2012 per ca. 470€ per eccesso di velocità, l’ultimo avviso arriva il 13 giungo contesta che a seguito dei numerosi solleciti di pagamento non effettuati sarà effettuata una domanda detenzione per reticenza “Erzwingungshaft”. Ora parliamo del 2012, ero fuori per lavoro e non sempre la vettura che prendo in affitto la conduco io, non ho prove di avere commesso il fatto e le notifiche sono arrivate per posta ordinaria.
    Come mi devo comportare? Posso richiedere delle prove che attestano che sia stato io a guidare la vettura? A cosa vado incontro?
    Grazie per l’aiuto,
    Simone

  14. Luana says:

    Gentile Simone, Auto Europe consiglia sempre ai propri clienti di pagare le multe, soprattutto in caso di eccesso di velocità. In particolare, poi, considerato che la normativa tedesca in materia di infrazioni stradali è particolarmente rigorosa, se Lei ha necessità, per lavoro o per motivi privati, di tornare in Germania, qualora venisse fermato per un controllo le conseguenze potrebbero risultare particolarmente spiacevoli, fino ad arrivare ad una breve detenzione, qualora si ostinasse a non pagare e a non chiarire la sua posizione. Viceversa, è estremamente improbabile che tali misure possano trovare applicazione in Italia, dove però, su richiesta delle autorità tedesche, potrebbero essere disposte misure patrimoniali. Comunque, è sicuramente suo diritto chiedere, ai punti di contatto riportati nelle comunicazioni che ha ricevuto, tutte le informazioni in dettaglio in merito alle circostanze della sua infrazione stradale. Infine, consideri che se l’infrazione è stata commessa con un’auto a noleggio, la multa è arrivata alla persona che risultava registrata come conducente dell’auto. Cordiali saluti dal team Auto Europe

  15. giancarlo says:

    vorrei sapere dopo quanti anni vanno in prescrizione le multe in croazia.

  16. Davide says:

    Buongiorno,
    nel mese di dicembre 2012 ho noleggiato una macchina con Europcar a Bruxelles e mi sono recato in Olanda.
    Nei mesi seguenti mi è arrivata in italia la notifica di una multa per eccesso di velocità con verbale della polizia olandese (87 euro) e un verbale di Europcar che mi diceva di pagare subito 36 euro. Ho pagato i 36 euro pensando che la multa fosse pagata.
    Ho ricevuto una seconda notifica con verbale della polizia olandese (127 euro) e un verbale di Europcar che mi diceva di pagare subito 36 euro. Ho pagato altri 36 euro pensando che la multa fosse pagata.
    Ora mi è arrivata una notifica di Europcar dove mi dicono che devo pagare alla polizia olandese 247 euro entro il 3 luglio.
    Ho chiamato Europcar e mi è stato detto che quello pagato fino adesso erano spese gestionali di Europcar, non la multa! La rabbia mi assale. Sul sito della polizia olandese c’è però chiaramente scritto che il prelievo forzoso dal conto bancario è riservato ai soli cittadini olandesi. Volevo sapere, se non pago cosa succede? Certo sempre meglio pagare e togliersi dalle grane, ma se i rischi a cui vado incontro sono non poter più tornare in Olanda e non poter più noleggiare una macchina in Olanda sono pronto a correre il rischio. Grazie in anticipo, vi sarei grato se poteste aiutarmi

  17. Luana says:

    Gentile Davide, la ricezione di una multa con auto a noleggio prevede, per prassi commerciale, oltre al pagamento della multa in questione, il pagamento di una sovrattassa per spese di gestione da parte della compagnia di car rental, esattamente come richiesto da Europcar nel suo caso.
    Per quanto riguarda l’opportunità di pagare le multe ricevute, Auto Europe consiglia sempre ai suoi clienti o di impugnare la stessa nei termini e nei modi vigenti nel Paese dove è stata elevata la contravvenzione, oppure di procedere al pagamento della stessa.
    Infatti, al di là delle conseguenze che possono derivare qualora si venisse fermati nuovamente dalla polizia del Paese nel quale si è stati multati, è bene sapere che gli accordi tra polizie, soprattutto in materia stradale e nell’ambito dell’Unione Europea, sono sempre più efficaci. Meglio, a parere nostro, non correre inutili rischi. Il team Auto Europe

  18. Luana says:

    Gentile Giancarlo,
    in merito alla sua domanda, riteniamo sia opportuno che Lei acquisisca l’informazione direttamente dalle fonti qualificate, ovvero l’autorità croata che le ha comminato la contravvenzione. Le ricordiamo, comunque, che Auto Europe consiglia sempre ai suoi clienti o di impugnare la stessa nei termini e nei modi vigenti nel Paese dove è stata elevata la contravvenzione, oppure di procedere al pagamento della stessa, in particolare modo se si ritiene di voler tornare nel Paese dove si è stati multati. Cordiali saluti, il team Auto Europe

  19. fausto inve says:

    buongiorno. il 16/5/13 in rep ceca, sorpassavo con la mia moto il limite di velocità di 46km/h. la polizia mi fermava e dopo avermi scortato in banca, mi faceva una multa di 5000 corone (200 euro). Dopo averla pagata ripartivo per la mia strada. Ora a distanza di due mesi , mi arriva una carta scritta in lingua ceca dal comune ceco dove son stato multato. Tramite una persona, riesco a farmela tradurre, e mi chiedono di presentarmi il 29 luglio 2013, al comune dove ho preso la multa, portandomi un traduttore, per discutere la sanzione, oppure delegare qualcuno al mio posto. Ma che devo discutere?? posso io nè presentarmi , nè delegare nessuno?? Cosa rischio se non mi presento?? io non posso permettermi dei costi per andare in rep ceca. Ed è legale mandare una lettera di notifica in lingua ceca?? grazie per la vs attenzione

  20. Luana says:

    Gentile Fausto,
    in merito alla sua domanda, riteniamo sia opportuno che Lei acquisisca informazioni direttamente dall’autorità ceca che le ha comminato la sanzione, specificando che, come lei afferma, la stessa risulta pagata ed, eventualmente, inviando tramite email la quietanza di pagamento. Cordiali saluti, il team Auto Europe

  21. Antonangelo says:

    Il 16 di gennaio 2013 nell’autostrada che collega la Slovenia all Croazia ed esattamente a Novo Mesto, una improvvisa nevicata ha fatto perdere di stabilità l’auto (noleggiata) suggerendomi di montare le catene da neve per proseguire più tranquilloil mio viaggio verso Zagabria. Mi fermavo dunque nella corsia di emergenza per fare l’operazione e davanti a me ad una ventina di metri, c’era anche la polizia. Questi intervengono immediatamente dicendomi in inglese che avrei dovuto pagare una multa perchè non potevo sostare nella corsia d’emergenza. Ne è nata una discussione durata circa tre ore in quanto pretendevano che pagassi immediatamente la multa ridotta del 50% ossia 250.00 euro. Io contestavo il fatto che senza le catene avevo appena rischiato di uscire di strada e dunque era neccessario che mi fermassi anche per tutelare l’incolumità degli altri oltre alla mia. Mi hanno preso la patente, la fotocopia del libretto di circolazione e la Carta d’identità a garanzia del pagamento che NON HO eseguito in quanto ritenevo ingiusta la sanzione. Anche l’Ambasciata che ha tradotto il verbale (che non ho firmato perchè non conosco lo sloveno) hanno riconosciuto che le motivazioni richiamate dagli articoli del codice erano quantomeno incongruenti. Queste le infrazioni contestate: circolava senza le catene a bordo (ovviamente falso!); si fermava nella corsia di emergenza per montare le catene, ostacolando il traffico(!); Le catene sarebbero dovute essere montate da prima!! Il ricorso da me presentato nei termini, mi hanno comunicato dopo circa due mesi, è stato respinto perchè scritto in lingua inglese…loro lo pretendono in sloveno! Pare che ci sia stato anche un processo e mi hanno inviato per raccomandata la nota spese per 50,00 euro che ovviamente non ho pagato. L’Ambasciata mi disse da subito che non si potevano ingerire nelle questioni giurisprudenziali del Paese che li ospita….Sta di fatto che io da 6 mesi sono senza documenti di riconoscimento, senza patente e dunque privato anche della possibilità di muovermi. Mi sento un “apolide” ma nessuno in Italia ritiene necessario tutelare i diritti di un proprio cittadino davanti ad un palese abuso di potere di un poliziotto sloveno che la prima cosa che mi ha detto è stata “You have to pay”…ho come la sensazione che il PIL della Slovenia sia costituito in buona parte con le multe comminate agli automobilisti italiani! Vorrei sapere da voi quando e se i miei documenti mi verranno resi, posto che nel verbale, tradotto con Google, si legge che li possono trattenere per sei mesi prorogabili per altri sei…ma non specifica se vengono resi anche in assenza di pagamento. Grazie per l’attenzione e per la risposta che mi vorrete dare!

  22. Luana says:

    Gentile Antonangelo, siamo spiacenti, ma non siamo in grado di darle una risposta al suo problema, perchè esula dalle nostre competenze. Le facciamo i migliori auguri per una futura e rapida risoluzione del suo caso. Cordiali saluti, il team Auto Europe

  23. angelo says:

    il 23/06/2013 sono andato a londra e mi e’ capitato di passare su una zona lez cioe’ a bassa emissione, dopo un ventina di giorni mi sono visto arrivare una multa di 500, GBP . come mi devo comportare?
    grazie

  24. Valentina says:

    Gentile Angelo,

    come sempre consigliamo di pagare le multe ricevute.

    I veicoli che non corrispondono ai parametri per poter viaggiare in una zona a bassa emissione, sono soggetti a multe, che se non vengono pagate possono aumentare.

    Sperando che queste informazioni le siano utili, le porgiamo cordiali saluti.

    Il team Auto Europe

  25. Federica says:

    Buonasera,
    Vivo e lavoro in Francia ed ho con me un’auto con targa ed immatricolazione italiana.
    Mi e’ capitato di prendere delle multe per mancato pagamento del ticket d parcheggio. Non ho pagato queste multe e non ho mai ricevuto nessun avviso di pagamento a casa (ne’ in francia, ne’ in italia)..vorrei sapere dopo quanto tempo queste multe vanno in prescrizione e se c sono possibilita’ che le autorita francesi risalgano al mio indirizzo in francia. Grazie

  26. Luana says:

    Gentile Federica,
    grazie per averci scritto.In merito alla sua richiesta, Auto Europe consiglia ai suoi clienti di pagare sempre le multe ricevute o, in caso di contestazione, di farlo secondo le modalità e i tempi stabiliti dalla locale autorità. In tal senso, in materia di prescrizione, e opportuno che lei acquisisca le informazioni richieste attraverso i siti istituzionali francesi. Comunque, e bene sapere che esistono vari accordi tra Italia e Francia in merito alla possibilità di risalire ai dati identificativi registrati presso il PRA italiano; in particolare poi, se lei intende continuare ad utilizzare la stessa auto in Francia, esiste la concreta possiblità che il mancato pagamento delle multe sia stato inserito nei database consultabili in sede di controllo dalla polizia stradale francese. Cordiali saluti, il team Auto Europe

  27. Federico says:

    Salve, ho preso una multa a palma di maiorca, settimana scorsa. Mi é stata ritirata l’auto a noleggio, sono dovuto andare al deposito a prenderla alle 10 di sera e mi é stato fatto pagare 130 per il prelievo e la custodia(per un’ora) e 45 per la multa.
    Come potrete notare dalle foto, dove ho parcheggiato non c’erano divieti, ma solo una linea continua bianca. Linea bianca che, nel nostro paese, delimita a carreggiata.
    http://imageshack.us/i/0fxnvnj
    http://imageshack.us/i/g4blhlj
    Secondo gli ufficiali la linea era gialla(se lo fosse stata mi sarei chiesto il perché e probabilmente non avrei parcheggiato li), fatto sta che ho pagato 180 euro per una negligenza non mia.
    Volevo sapere se esiste un modo per fare ricorso senza spendere vagonate di euro, e perché secondo voi in europa i segnali stradali non sono uniformizzati?
    Grazie per l’attenzione

  28. Luana says:

    Gentile Federico,
    in merito alla sua richiesta circa le modalità di ricorso avverso la sanzione pecuniaria che le è stata inflitta, le informazioni possono essere chieste esclusivamente alla autorità che ha rilevato la presunta infrazione. Normalmente, comunque, ai sensi della vigente normativa comunitaria, le stesse vengono comunicate contestualmente all’irrogazione della sanzione.
    Per ciò che riguarda l’uniformità a livello europeo della segnaletica stradale, orizzontale e verticale, esistono ancora oggi delle differenze tra Paese e Paese, anche se, normalmente, tali differenze sono tanto modeste da non pregiudicare la comprensione dell’indicazione stradale stessa. A tal proposito può consultare l’articolo di Wikipedia sulla segnaletica stradale europea.
    Cordiali saluti, il team Auto Europe

  29. Valerio says:

    Buongiorno,

    ieri pomeriggio, a centocinquanta metri di distanza circa, son sbucati due vigili e mi hann puntato per un attimo la pistola di rilevamento velocità. Su una strada con velocità max consentita di 90 km orari, viaggiavo a 106. Ero su un’ auto a noleggio e non sono stato fermato.

    Vorrei chiedervi gentilmente se è questa la metodologia di rilevamento esatta e poi, se fosse così, vorrei sapere se mi verrà realmente recapitata l’ eventuale contravvenzione ed in quali termini.

    Vi ringrazio.

  30. Valentina says:

    Gentile Valerio,

    la ringraziamo per averci scritto.

    Per avere una panoramica delle normative in tema di rilevamento della velocità, le consigliamo di visitare questo link.
    Per quanto riguarda le multe prese con un’auto a noleggio, solitamente la società presso cui ha ritirato la macchina, comunica alla polizia il nome del conducente, il quale poi riceverà la multa da pagare. Tenga presente che sono a carico del guidatore dell’auto, anche le spese burocratiche che la società di noleggio deve sostenere per la multa ricevuta dal cliente.

    Sperando che queste informazioni le siano utili, le porgiamo cordiali saluti.

    Il team Auto Europe

  31. Giovanni says:

    Durante il soggiorno ad Hagenau in Francia, ho visto un flash; molto probabilmente sono stato intercettato su una strada dove il limite è 90 Kmh mentre il mio tachimetro segnava 105 Kmh; sapete dirmi a quanto potrà ammontare la multa? Essendo il fatto avvenuto su una strada dipartimentale, sarà il comune di Haguenau ad inoltrare l’ammenda?Grazie

  32. enrico says:

    Buongiorno

    ho preso una multa in Germania quest’inverno con un’auto tedesca noleggiata per lavoro, e tramite la mia azienda ho ricevuto la multa da pagare, e pagata regolarmente via internet.
    Dopodiché il 14 agosto mi recapitano una lettera in tedesco in cui si evince (da conoscenti che leggono il tedesco – e confermato da una telefonata) che entro il 28 agosto devo recapitare la mia patente alla centrale di polizia (di Lipsia) per apporvi l’adesivo di divieto di guida in germania per 1 mese.
    Vi risulta che io sia obbligato a tale procedura anche se non sono residente in Germania?
    Per info ero a 80 vs 50 km/h su uno stradone di accesso alla città.
    Grazie

  33. Luana says:

    Gentile Giovanni,

    La ringraziamo per averci scritto. Per quanto riguarda la sua richiesta tenga presente che il margine di tolleranza comunemente accettato in Francia per chi supera i limiti di velocità si aggira intorno ai 5km/h per limiti di velocità tra i 50 e 90km/h e le multe variano a seconda di quanto si supera il limite di velocità. Nel suo caso specifico la multa dovrebbe ammontare a circa 68€. Ad ogni modo può consultare il sito per la sicurezza stradale del governo francese dove è riportato il regolamento e le sanzioni in caso di violazione dei limiti di velocità in Francia.

    Cordiali saluti,

    Il team Auto Europe

  34. Luana says:

    Gentile Enrico,
    la normativa tedesca in materia di limiti di velocità è molto severa, e, nell’irrogazione delle sanzioni è lasciata una certa discrezionalità circa la “pericolosità sociale” del comportamento che ha portato alla multa. Nel suo caso, l’autorità amministrativia competente evidentemente non ha ritenuto sufficiente il pagamento della multa, ma ha voluto anche sanzionarla con la sospensione della patente per un mese. Tale sospensione, a norma di legge, una volta apposta diventa esecutiva anche in Italia.
    Ciò premesso, è evidente che, non inviando la patente in Germania, violerebbe le disposizioni del Codice della Strada tedesco, con potenziali gravi conseguenze se dovesse essere nuovamente fermato dalla polizia in Germania; tuttavia, contro tali provvedimenti può essere proposto ricorso, secondo quanto indicato dal suddetto codice. Comunque, ulteriori informazioni sull’argomento possono essere trovate sul portale europeo della giustizia al seguente link.
    Cordiali saluti,
    Il team Auto Europe

  35. Patrizia says:

    Buongiorno.
    Un paio di giorni fa ero a Oxford con la mia famiglia. In un park and ride mio marito ha parcheggiato (inavvertitamente) l’auto presa a noleggio a cavallo di due parcheggi. Al ritorno abbiamo trovato una multa di ben £100 da pagare entro 28 gg.! Mi sembra di aver capito, leggendo tra i termini tecnici, che, in caso di pagamento anticipato entro i 14 gg, la multa sarebbe stata ridotta del 50%. Ascoltando mio marito, il quale è ancora fermamente convinto che riusciremo a non pagare nulla, non ho riferito nulla alla società. Ora sono sempre più convinta che la multa ci sarà addebitata e in misura maggiore!
    Come fare per avvisare ora la società di autonoleggio e pagare la multa in misura ridotta?

  36. Luana says:

    Gentile Patrizia,
    se Lei è ancora in possesso del verbale della contravvenzione può procedere direttamente al pagamento secondo le modalità indicate nella stessa. In caso contrario, infatti, l’autorità che ha elevato la multa la comunicherà, con eventuale aggravio di spesa alla società di autonoleggio. Quest’ultima, essendo in possesso dei dati del noleggiatore potrà o direttamente rivalersi sulla carta di credito oppure inviare al suo recapito la sua multa, con ulteriori aggravi di spese amministrative. Ad ogni modo può sempre contattare la società di autonoleggio (telefonicamente o via email) facendo presente l’accaduto.
    Distinti saluti,
    il team Auto Europe

  37. Alessia says:

    Buongiorno.
    Sono rientrata da poco da una vacanza in Norvegia, dove purtroppo ho preso una multa per divieto di sosta. La multa era sul parabrezza della macchina, presa a noleggio all’AVIS, ed è da pagare entro l’11/09.
    Ora, mi trovo in difficoltà perchè sul contratto del noleggio auto c’è scritto che potranno essermi addebitati sulla carta altri costi in caso di multe di parcheggio ed infrazioni stradali. Peccato che per sicurezza abbia chiesto anche all’addetto dell’agenzia di noleggio al momento della restituzione: questo ne sapeva meno di me. Ha così chiamato il suo capo e mi ha spiegato (in modo assolutamente non chiaro e balbettante) che avrei dovuto pagare la multa in Italia, in banca, e che se pagavo tramite loro avrei dovuto spendere 75 corone in più.
    Mi domando: a chi devo dare retta? Al contratto o a questo incompetente impiegato ed il suo capo? Non vorrei pagare la multa (in banca, visto che c’è l’IBAN) e poi vedermi addebitare anche un prelievo dall’autonoleggio sulla carta di credito. Posto che telefonerò alla società qui in Italia per cercare risolvere la faccenda, vi ringrazio se saprete aiutarmi nel frattempo. Alessia

  38. Luana says:

    Gentile Alessia,

    la procedura indicata dall’operatore dell’Avis è, a nostro giudizio, corretta. Se il pagamento della multa fosse stata affidata direttamente alla compagnia di noleggio auto, questi le avrebbero accreditato un surplus per il servizio, ma dal momento che sarà sua premura pagare direttamente dalla sua banca entro i termini indicati quanto dovuto, poi non dovrebbero sussistere più costi di gestione per l’Avis.

    Cordiali saluti,

    Il team Auto Europe

  39. Elisabetta Baleani says:

    Ho preso una multa in Grecia con la mia auto italiana traghettata là con la nave, quindi non auto a noleggio, ma auto di mia proprietà. La multa è di 80 euro per divieto di sosta, ma in quello spiazzale, oltre alla mia macchina, sostavano decine e decine di motoveicoli con targa greca che non sono stati multati (ho controllato il divieto di sosta e non faceva alcuna eccezione per alcun veicolo). Ho provveduto ad effettuare le foto delle targhe, così da poterle esibire, visto l’inuguale trattamento tra auto straniera e veicoli greci. Sono tornata in Italia senza averla pagata, ma ho conservato il verbale. Vorrei sapere se c’è un modo per non pagarla, perchè non la reputo giusta. Se arrivasse una notifica dalla Grecia come devo comportarmi? meglio rifiutarla e rimandarla al mittente? se volessero perseguirmi cosa succederebbe? io non ho alcun immobile intestato a me, ma attualmente solo la macchina. Se dovessi tornare in Grecia potrei avere problemi?

  40. Luana says:

    Gentile Elisabetta,

    Auto Europe consiglia sempre di pagare le multe quando è chiaro che è stata commessa un’infrazione. Altrimenti è sempre opportuno impugnare la stessa nei tempi e nei modi generalmente indicati nel verbale.
    In caso di mancato pagamento, l’autorità che ha elevato la contravvenzione potrebbe trasmettere la richiesta di pagamento alle autorità italiane e in questo caso la multa le potrebbe arrivare al suo indirizzo di casa con importo sicuramente maggiorato.
    Poi, è probabile che in caso di mancato pagamento, se la sua macchina dovesse essere nuovamente fermata dalle autorità greche, potrebbe correre il rischio di incorrere nel provvediemento di fermo amministrativo dell’auto fino all’avvenuto pagamento della multa.

    Cordiali saluti,

    il team Auto Europe

  41. Alessia says:

    Intanto grazie mille per la risposta precedente.
    Questa multa norvegese sembra la storia infinita…stamani sono andata in banca per pagare e l’impiegata mi ha chiesto se era sufficiente convertire in euro le corone da pagare oppure se per caso non volessero l’importo esatto in corone (con moltissimi costi aggiuntivi per di più).
    Ho chiesto numi all’ambasciata italiana ma nemmeno loro hanno saputo rispondermi. Per caso sapete se posso fare il cambio valuta e pagare in euro oppure devo per forza passare dagli uffici esteri per pagare in corone?
    Grazie ancora!

  42. Luana says:

    Gentile Alessia,

    purtroppo la questione esula dalle nostre competenze e non siamo in grado di darle una risposta o un suggerimento a tal proposito. Le auguriamo che si risolva tutto presto e al meglio. Cordiali saluti,
    Il team Auto Europe

  43. Valentina says:

    Quest’estate ho preso una multa in Norvegia, rilevata con il laser. La polizia mi ha fermato e verbalizzato una multa per eccesso di velocità (limite 60 km/h, velocità rilevata 86 km/h) oltre alla sospensione della patente per tre mesi (per fortuna con valenza solo per la norvegia e non anche per l’Italia).
    Preciso che il veicolo era a noleggio presso la hertz norvegese.
    Ora mi è arrivata la multa con una lettera ordinaria di 7500 corone (circa 1000 euro).
    Interamente scritta in norvegese e faccio molta fatica a capire come posso pagarla.
    Ma è proprio impossibile evitare questo pagamento?
    Grazie

  44. Luana says:

    Gentile Valentina,

    decorsi i termini per fare opposizione nei confronti della multa, questa per legge deve essere pagata.
    Il modo migliore per evitare che le sanzioni si aggravino ulteriormente è quello di pagare nei termini indicati nel verbale.
    Per tanto le consigliamo di prendere contatto con l’autorità che le ha chiesto il pagamento per chiedere delucidazioni in merito alle modalità dello stesso.

    Cordiali saluti,
    Il team Auto Europe

  45. carlo says:

    Buongiorno

    ho preso una multa in Germania e mi e’ stata recapitata a casa in Italia completamente scritta in Tedesco
    Con un amico ho tradotto la multa , compilato il modulo , contestato la stessa e ri inviato tutto in Germania

    La multa e’ per mancata distanza di sicurezza col traffico che mi precedeva
    Ho contestato il tutto per due motivi :
    la polizia certifica tale violazione con uno strumento ( comodi loro ) io avrei dovuto farlo con gli occhi…assurdo , anche perche’ pretendono la precisione millimetrica ..avrei dovuto stare a 55 metri ed invece ero a 40!!

    Inoltre essendo la Germania nella Comunita’ Europea , ho contestato , dovrebbe applicare norme comuni e scrivere le violazioni con il common language della comunita’ che e’ l’Inglese .
    La polizia Tedesca forse e’ un organismo a se stante fuori dalla Comunita’.

    La Polizia mi ha risposto che non accettano , ovviamente le mie motivazioni , e quindi mi invieranno la contravvenzione

    Un metodo per usare un eufemismo a dir poco autoritario

    In Italia nessuna multa puo’ essere comminata se lo strumento non e’ certificato , se non e’ segnalato 250 metri prima e se le misurazioni vengono fatte ad occhio tanto per la Polizia che per il cittadino

    Posso ricorrere da qualche altra parte in un contesto Europeo neutro ? Ritengo di aver subito un’ ingiustizia

    Grazie

  46. Luana says:

    Gentile Signor Carlo,

    non siamo in grado di dirLe se esistano strumenti giuridici per appellarsi, a livello sovranazionale, contro le decisioni dell’autorità che Le ha comminato la multa (nel suo caso, la polizia tedesca).
    E’ però vero che l’esigenza di standardizzare le sanzioni, le modalità di rilevazione e la comunicazione in lingua conosciuta dal multato è avvertita dalla Comunità Europea che, a tal fine, ha emanato una specifica direttiva (la 2011/82/UE), che peraltro deve essere adottata dai membri della UE entro il 7 novembre di quest’anno.
    Tale direttiva però non comprende, tra le sue fattispecie, il mancato rispetto della distanza di sicurezza, per il quale quindi, per ora, rimane in piedi la discrezionalità che ogni Paese conserva sia circa il quantum, sia anche sui modi di rilevazione.

    Il team Auto Europe

  47. Marta says:

    Buongiorno

    io settimana scorsa (21/10/2013) ho ricevuto una multa dovuta ad una infrazione avvenuta in francia il 26/07/2012 con un auto noleggiata. La multa era per eccesso di velocita (andavo a 60km/h e il limite max era 50 km/h)

    Nella lettera raccomandata che ho ricevuto (scritta interamente in francese) dicono di avermi gia mandato un avviso ma io non ho ricevuto nulla, e per questo ritardo dicono di avere aumentato l’importo della sanzione.

    ho 3 domande:
    – sono tenuta a pagare dato che la comunicazione delle multa è avvenuta 1 anno e 3 mesi dopo l’infrazione?
    – visto che io non ho ricevuto nessuna comunicazione prima perche io devo pagare una sanzione maggiorata? posso pagare l’importo originario?
    – come faccio ad avere i dettagli dell’infrazione? io quel giorno stavo guidando in autostrada e sinceramente mi sembra un po strano che ci forsse un limite di 50 km/h in auostrada. L’unica possibilità è che ci fossero dei lavori (mi sembra comunque un limite piuttosto basso per l’autostrada) ma vorrei potere verificare – non si sa mai che l’autovelox fosse tarato in modo sbagliato.

    Grazie

  48. Luana says:

    Gentile Marta,

    in merito alle sue domande, e alle sue perplessità circa le modalità con cui le è stata recapitata la multa, riteniamo che la cosa migliore da fare sia contattare direttamente l’autorità che le ha comminato la sanzione; oltre che le spiegazioni sull’accaduto, la suddetta autorità dovrebbe anche indicarle tempi e modalità di impugnazione della sanzione.
    Distinti saluti,

    Il team Auto Europe

  49. Luca says:

    Salve,
    a luglio ho preso una multa per eccesso di velocità in Norvegia. Circa 800€. Mi hanno fermato subito e il poliziotto si è trascritto i dati della mia patente. La macchina era stata presa a noleggio in Svezia, quindi con targa svedese.
    Oggi mi è arrivato a casa la notifica di pagamento della multa… Possono obbligarmi a pagare anche se la Norvegia non fa parte dell’Unione Europea?
    Al momento sono disoccupato e con quei soldi ci pago 2 mesi di affitto…………..

  50. Luana says:

    Gentile Luca,
    comprendiamo il suo rammarico per la cifra chiesta, ma tenga presente che le sanzioni elevate per l’eccesso di velocità sono frutto di una precisa politica di alcuni Paesi, volta al rispetto sempre e comunque dei limiti di velocità e alla conseguente prevenzione degli incidenti che il mancato rispetto comporta.
    Nello specifico, non siamo in grado di dirle di quali strumenti possa servirsi l’autorità che le ha comminato la sanzione, ma le ricordiamo che di fronte ad una sanzione amministrativa esiste sempre l’obbligo di pagamento, a meno che la stessa non sia stata impugnata nei modi e nei termini previsti dalla legge vigente nel Paese nel quale l’infrazione è stata commessa.
    Distinti saluti
    Il team Auto Europe

  51. mario says:

    2 settimane fa mi è arrivata una multa di 76 euro da cosenza per infrazione stradale, io non sono mai stato li ma la mia auto risultava essere stata li, dopo tre giorni non potendo dimostrare di non aver commesso l’infrazione ho pagato la multa è mi hanno tolto punti dalla patente, come è possibile cha la mia auto risultava li?posso dimostrare il contrario?

  52. Elena says:

    Buongiorno,
    in questo momento mi trovo in Australia e dei carissimi amici hanno dei problemi. Un mese fa hanno noleggiato un van con una compagnia di autonoleggio, con questo van sono state prese varie multe per eccesso di velocità’ per un’ammontare abbastanza alto. Adesso, se questi ragazzi non pagheranno le multe quali saranno le conseguenze?

    Grazie e buona giornata

  53. Luana says:

    Gentile Mario,
    nel momento in cui viene effettuato il pagamento la persona multata, indipendentemente dall’infrazione, “ammette” la propria responsabilità e “concilia” la sanzione amministrativa. In caso contrario, la multa deve essere impugnata secondo i termini di legge; resta però salva la sua possibilità di accedere agli atti che hanno determinato la sanzione, quali ad esempio, il verbale della polizia/vigili urbani e, se esiste, la rilevazione fotografica fatta da eventuale autovelox.
    Distinti saluti
    Il team Auto Europe

  54. Luana says:

    Gentile Elena,
    Auto Europe consiglia sempre di pagare le multe ricevute, a meno che non si intenda fare ricorso entro i termini previsti dalla legge vigente nel luogo dove l’infrazione è stata rilevata.
    Le ricordiamo, in ogni caso, che la società di autonoleggio è in possesso di tutti i dati relativi ai conducenti dell’auto e, in taluni casi, l’autonoleggiatore può rivalersi direttamente sulla carta di credito utilizzata per la cauzione del veicolo. Pertanto, le autorità locali hanno modo di perseguire le infrazioni rilevate e non “conciliate”, con rischi, per chi non ha pagato, di vedere le sanzioni notevolmente accresciute con il passare del tempo. Tali rischi sono poi particolarmente alti se la persona multata viene nuovamente fermata, anche solo per un controllo, nel medesimo Paese.
    Distinti saluti
    Il team Auto Europe

  55. Giuseppe Daquanno says:

    Sono un invalido italiano residente in Bulgaria. Sono stato recentemente in Olanda, nella città di Maastricht ed ho parcheggiato l’auto a noleggio in uno spazio riservato agli invalidi, esponendo il contrassegno bulgaro degli invalidi. Avendo trovato la multa sul parabrezza sono andato alla Polizia di Maastricht, mostrando tutti i documenti, e mi hanno rassicurato che tutto era a posto. Dopo un un paio di mesi però la compagnia di autonoleggio mi ha addebitato 30 Euro per spese amministrative perché aveva dovuto fornire il mio nominativo alla Polizia Olandese; successivamente mi è arrivata la multa di 360 Euro. Ho fatto ricorso al Procuratore del Re, come previsto dalle leggi olandesi, ma è stato respinto con la motivazione che il contrassegno non era esposto! A questo punto le soluzioni sono 2: fare appello oppure non pagare! Cosa ne dite? Da notare che ho tre testimoni che possono giurare che il contrassegno c’era!

  56. Luana says:

    Gentile Signor Giuseppe,
    siamo molto spiacenti di quello che le è accaduto, ma purtroppo, la decisione circa il da farsi spetta esclusivamente a lei.
    Se ritiene di essere nel giusto, e di volere proporre appello, è bene però informarsi se le prove testimoniali sono ammissibili per questo genere di sanzioni, e anche se, qualora le venga dato torto, la sanzione pecuniaria ricevuta possa essere aumentata, non essendovi stata conciliazione della contravvenzione.
    Qualora poi decida di non pagare, tenga conto che la polizia è ovviamente in grado di risalire alla sua attuale residenza, soprattutto se trattasi di Paese della UE e in considerazione degli accordi vigenti in tal senso tra le autorità di pubblica sicurezza dei Paesi in questione.
    Cordiali saluti.
    Il team Auto Europe

  57. eddy says:

    Salve, mi è arrivata a roma una multa presa a budapest per pedaggio non pagato con foto dell’auto scattata sull’autostrada. che succede se non la pago?

  58. Luana says:

    Gentile Eddy,

    non sappiamo dirLe con esattezza cosa Le accadrà se dovesse decidere di non pagare la multa.
    Data l’evidenza dell’infrazione, noi Le consigliamo di pagare la multa ricevuta. In caso contrario incorre nel rischio di vedersi nuovamente recapitare la multa con importo maggiorato.
    Poi, in caso di mancato pagamento, se la sua macchina dovesse essere nuovamente fermata dalle autorità ungheresi, potrebbe incorrere nel fermo amministrativo dell’auto fino all’avvenuto pagamento della multa.

    Cordiali saluti,

    Il team Auto Europe

  59. sabrina says:

    Buongiorno, nel novembre scorso mio figlio ha acquistato un’auto di seconda mano; in gennaio dalla polizia municipale di Innsbruck è arrivato un verbale per eccesso di velocità, infrazione avvenuta il 19/10/2013, quando lui non era ancora il proprietario dell’auto. Abbiamo risposto facendolo presente e allegando copia del libretto e del foglio di possesso. Oggi ci hanno risposto che, dato che per loro il guidatore è anonimo, e sul foglio di possesso c’è il nomedi mio figllio,loro procedono d’ufficio e casomai si potrà contestare la multa in sede penale-amministrativa.La multa è di 50,00€, non grosse cifre, ma perché deve pagare, se non l’automobile non era sua? Potete dirmi come dobbiamo comportarci?
    Grazie.

  60. Luana says:

    Gentile Sabrina,

    siamo spiacenti di quanto le è accaduto e del fatto che la polizia austriaca non abbia ritenuto sufficienti gli elementi giustificativi da voi forniti.
    Purtroppo, riteniamo che, a questo punto, non ci siano altri strumenti se non una opposizione formale alla multa che le è stata irrogata, secondo i modi e i termini previsti dalla legislazione austriaca, che, comunque, dovrebbero essere riportati nel verbale di contravvenzione.

    Cordiali saluti,

    Il team Auto Europe

  61. Pasquale says:

    Buongiorno mi è stata appena recapitata una multa presa il 4 agosto in Francia con una auto presa lì a noleggio. Non mi è stato trattenuto nessun importo sulla carta di credito ma mi è arrivata la stessa direttamente dal Ministero Francese con allegato Bollettino e istruzioni per il pagamento. Come faccio a sapere se c’è un limite di tempo di notifica di un verbale. Mi è arrivata coon 6 mesi di ritardo.
    Grazie e Buon lavoro.

  62. Luana says:

    Gentile sig. Pasquale,

    La ringraziamo per il suo commento. In Francia, il limite vigente per la notifica dell’avvenuta infrazione dovrebbe essere pari ad un anno dalla commissione della stessa. Per maggiori informazioni è però opportuno contattare le competenti autorità francesi. Data l’evidenza dell’infrazione, il nostro consiglio è di pagare la multa per non incorre nel rischio di vedersela nuovamente recapitare con un importo maggiorato.

    Cordiali saluti,

    Il team Auto Europe

  63. maurizio says:

    ho ricevuto anche io una multa da Maastricht (Olanda) per non aver esposto, asseriscono, il ticket di posteggio. Avendo fatto ricorso, come preteso in inglese ed olandese entro i termini indicati, mi è stato risposto in solo olandese (!) con una lettera per me incomprensibile, alla qual erano allegate alcune foto del mio camper in tutte le angolazioni tranne il parabrezza ove semmai sarebbe stato esposto il suddetto ticket. A parte il fatto che non sarei mai così stupido da lasciare in sosta un veicolo vistoso e malvisto come un autocaravan senza pagare i pochissimi euro relativi alla sosta, ma soprattutto in Olanda noi siamo stati oltre due anni fa.
    oggi mi è arrivata una intimazione di pagamento della NIVI CREDIT S.R.L. INTESA SANPAOLO SPA che con fare minaccioso mi richiede un immediato pagamento di euro 103.60 a fronte della multa di euro 58.60 della multa.
    come e quando potremo difenderci da queste mascalzonate?
    Maurizio Intoppa

  64. Luana says:

    Gentile sig. Maurizio,

    La ringraziamo per aver condiviso con noi la sua esperienza. Nel suo caso specifico, l’unico consiglio che possiamo darLe è di contattare la società Nivi Credit incaricata di notificarLe l’infrazione, magari anche mediante il loro sito internet. Loro dovrebbero essere in grado di spiegarLe le motivazioni riportate nella lettera scritta in olandese. Le auguriamo una felice e rapida risoluzione del suo caso.

    Il team Auto Europe

  65. sergio says:

    Mi hanno fatto un flesh in francia rocche brune ma ero con targa monegasca . La multa arriva alle macchine con targhe monaco ..? grazie x la risposta ..

  66. Luana says:

    Gentile sig. Sergio,

    la ringraziamo per averci scritto. Purtroppo non sappiamo dirLe se la multa arriverà. Tutto dipende dagli accordi bilaterali tra la Francia e il Principato di Monaco circa il reperimento dei dati del proprietario del veicolo.

    Cordiali saluti,

    Il team Auto Europe

  67. ugo says:

    Buongiorno, mi è arrivata via posta una multa per eccesso di velocità in Germania, fotografato con autovelox. L’auto era a noleggio.
    Oltre alla pena pecuniaria, mi viene richiesto di spedire la patente alla Polizia in Germania per la sospensione di 2 mesi. La patente mi verrebbe poi rispedita a casa con un avviso relativo alla sospensione in Germania.
    Domanda: dopo varie ricerche non ho ancora capito se la sospensione vale anche sul territorio italiano, dato che i limiti di velocità e le relative multe sono diverse.
    La Polizia italiana viene informata della sospensione da quella tedesca??
    Grazie
    Ugo

  68. Luana says:

    Gentile Signor Ugo,
    la ringraziamo per averci scritto.
    In merito alla sua vicenda, come è ovvio, ciascuna autorità di polizia applica le leggi vigenti nel proprio territorio nel momento in cui l’infrazione viene commessa.
    L’efficacia extraterritoriale della sanzione di sospensione della patente però varia a seconda degli accordi bilaterali tra i vari Stati, nonché del fatto che l’autorità tedesca segnali tale sanzione alla motorizzazione italiana.
    Pertanto, il nostro consiglio è, una volta riavuta indietro la patente da parte della Polizia tedesca, di informarsi presso la motorizzazione per conoscere eventuali limiti alla circolazione anche nel territorio italiano.
    Cordiali saluti
    Il team Auto Europe

  69. Mauro says:

    Casualmente mi sono trovato nel vs. blog e mi tornato alla mente che tantissimi anni fa anni 70, con la mia auto avevo preso alcune multe a Londra per divieto di sosta.

    Esiste una prescrizione nel Regno Unito ?

    Quali conseguenze eventuali ?

    Grazie

    mauro

  70. Luana says:

    Gentile signor Mauro,

    La ringraziamo per il suo commento. Purtroppo non siamo a conoscenza dei tempi di prescrizione vigenti nel Regno Unito. Generalmente le conseguenze per il mancato pagamento di una multa sono la maggiorazione della sanzione, fino ad arrivare al fermo amministrativo del veicolo e alla riscossione forzata e successivo pignoramento della somma dovuta.

    Cordiali saluti,

    Il team Auto Europe

  71. Christian says:

    Salve, la scorsa settimana sono stato multato in Svizzera x eccesso di velocità , Credo che il limite fosse 100 mentre io percorrevo l’autostrada sopra i 130 km/h. Vorrei sapere in quale se rischio il ritiro della patente. Sono un italiano residente in Germania con auto immatricolata in Germania e patente tedesca.

    Datemi delucidazioni…

  72. Luana says:

    Gentile signor Christian,

    La ringraziamo per il suo commento e la condivisione della sua esperienza con i lettori del nostro blog. A nostro avviso, nonostante sia in possesso di patente tedesca, sussiste il rischio di revoca della stessa per un periodo da 1 a 3 mesi minimo (dipende dall’effettivo numero di chilometri orari sopra il limite di velocità imposto dalle autorità stradali) qualora l’autorità svizzera ne dia comunicazione a quella tedesca.

    Cordiali saluti,

    Il team Auto Europe

  73. Cinzia says:

    Buongiorno tornando a casa ho trovato la lettera di uno studio legale di Palmanova dove per conto del comune di pertcane mi chiede i soldi per una multa non pagata il 18/8/2010 di un posteggio non pagato di €8 adesso lo studio dice che entro 10 giorni devo pagare €54 a casa non sono arrivati mai avisi in questi anni solo questa lettere oggi 25/3/2014 qualcuno può rispondermi e dirmi cosa devo fare.Grazie tante

  74. Luana says:

    Gentile Cinzia,

    La ringraziamo per il suo commento al nostro articolo. Generalmente le multe ricevute all’estero sono recapitate in Italia con notifiche ufficiali. Prima di pagare La invitiamo ad accertarsi che non si tratti di un tentativo di truffa. Provi a contattare lo studio legale che le ha recapitato la multa e a richiedere la documentazione che comprovi il fatto. Nel caso lo studio fosse irreperibile e poco convincente Le suggeriamo di sporgere denuncia presso le autorità locali.

    Cordiali saluti,

    Il team Auto Europe

  75. antonio says:

    Gentile Cinzia anche a me è arrivata la stessa lettera solo di € 67,00.
    Ha provato a parlare con lo studio legale?Cosa le hanno detto?
    Io non pagherò con una semplice lettera giunta con posta ordinaria.
    Aspetto notizie.
    Saluti.

  76. roger says:

    Mi sono recato in Sudafrica nel dicembre 2011. Mi è arrivata qualche giorno fa, una multa con allegato foto(della macchina a noleggio) e bollettino “easypay”. Adesso siccome la cifra della multa da pagare è all’incirca l’equivalente di 41Euri, vorrei pagarla on-line tramite questo bollettino “easypay”, ma risulta inutilizzabile in quanto il form di registrazione non accetta le ID(carta d’identità) straniere. inoltre l’indirizzo di posta elettronica è tutti i giorni bloccato(pieno) e mi risputa tutte le mail di richiesta info.
    La mia banca(cassa di risparmio), x effettuare un bonifico alle coordinate bancarie che mi indicano in aggiunta alla multa, mi prende la bellezza di 30Euri….
    potete aiutarmi con qualche “dritta” o suggerire un modo/metodo di pagamento(ma anche no!..scherzo), meno dispendioso.
    ciao
    e grazie in anticipo
    roger

  77. Luana says:

    Gentile Roger,

    La ringraziamo per il suo commento. Purtroppo non siamo a conoscenza di un metodo alternativo con cui possa pagare la multa ricevuta in Sudafrica. In generale le istruzioni per il pagamento sono riportate insieme al bollettino. Provi eventualmente a verificare se nello stesso ci sono ulteriori recapiti cui potere chiedere informazioni su modalità alternative per il pagamento.

    Cordiali saluti,

    Il team Auto Europe

  78. FEDERICO says:

    Buongiorno.
    Oggi la Polizia del Principato di Monaco mi ha fermato contestandomi il sorpasso ad un camion.
    A loro dire il sorpasso é avvenuto a qualche chilometro dal luogo dove mi hanno fermato.
    A loro dire sul luogo del sorpasso c’era un agente nascosto equipaggiato di radio.
    A mio dire il poliziotto, prima di contestarmi l’infrazione, ha chiesto al camionista se io l’avessi sorpassato.
    A questo punto mi ha contestato l’infrazione ed un’ammenda di 150€.
    Ho 8 giorni per fare ricorso.
    Io, in sella del mio scooter con targa italiana, effettivament ho effettuato il sorpasso, ma il camion che mi precedeva andala lentamente, teneva bene la destra quindi non ho avuto alcun problema a depassarlo ma facendo bene attenzione a NON SUPERARE LA LINEA DI MEZZERIA;
    Conoscete l’articolo che puo’ aiutarmi nel mio ricorso?
    Il ricorso devo farlo in Francese o Italiano?
    Vi ringrazio anticipatamente per l’intervento.

  79. Luana says:

    Gentile sig. Federico,

    la ringraziamo per il suo commento. Purtroppo non siamo a corrente nello specifico della normativa monegasca relativa ai sorpassi stradali. Il ricorso va fatto senz’altro nella lingua ufficiale del paese in cui è stata emessa la multa e va inoltrata agli indirizzi indicati sul verbale. Approfittiamo del suo commento per ricordare che in caso di ricorso è importante rispettare le tempistiche previste dalla legge e curare le motivazioni per cui si richiede l’annullamento. Inoltre, percorrendo la strada della contestazione, generalmente non è più possibile beneficiare degli sconti accordati in caso di rapida regolazione del contenzioso. Le auguriamo una rapida e felice risoluzione del suo caso.

    Cordiali saluti,

    Il team Auto Europe

  80. Mario says:

    Buongiorno.
    Ho preso una multa con l´autovelox in Germania, guidando un´auto aziendale tedesca. Il mio capo ha compilato un modulo dichirando tutti i miei estremi perche´ me la inviino a casa in Italia. Se non la pago, cosa mi succede? Dopo quanti anni in Germania viene stralciata la multa perche´ non riscossa?

  81. Luana says:

    Gentile Mauro,

    La ringraziamo per il suo commento. Putroppo non conosciamo nello specifico la normativa tedesca relativamente alla prescrizione di una multa per superamento dei limiti di velocità. Il nostro consiglio è come sempre di pagare le multe ricevute, soprattutto quando l’infrazione è stata commessa. Non sappiamo dirLe con esattezza cosa le accadrà nel caso in cui decida di non pagare. I diversi paesi della EU possono comportarsi in modo diverso a tal proposito, anche sulla base dell’entità dell’infrazione. Generalmente le conseguenze per il mancato pagamento di una multa possono andare dalla maggiorazione della multa, al fermo del veicolo, nonchè alla riscossione forzata, soprattutto qualora si trovasse nuovamente in Germania e venisse sottoposto a controllo dalle autorità locali.

    Cordiali saluti,

    Il team Auto Europe

  82. roberto says:

    all’ingresso di heidelberg mentre transitavo alla velocità di circa 85/90 km/ora venivo abbagliato da un flash fortissimo proveniente dal ciglio dalla strada generando un sicuro momento di pericolo, il limite di velocità era di 70. sapete dirmi a che sanzione posso andare incontro? viaggiavo su auto presa a noleggio, con patente italiana

  83. Luana says:

    Gentile signor Roberto,

    La ringraziamo per aver condiviso con noi la sua esperienza. Senza alcun dubbio è stato ripreso da un autovelox per il superamento dei limiti di velocità. Dato che si trattava di un’auto noleggiata è molto probabile che le venga recapitata una sanzione pecuniaria. Se Lei viaggiava fuori da un centro abitato, e il limite di velocità non è stato superato di oltre 15 km/h, la multa non dovrebbe essere alta. Un ulteriore addebito può essere avanzato dalla società di autonoleggio che può richiederle un eventuale supplemento per costo di gestione della pratica.

    Cordiali saluti,

    Il team Auto Europe

  84. stefano says:

    Gentile Auto Europe,
    la scorsa settimana ho preso ingiustamente una multa a Bath, con un auto a noleggio, per mancanza di pagamento di sosta in un parcheggio. Io il parcheggio l’ho pagato e messo biglietto sul parabrezza ma probabilmente l’addetto non l’ha visto. Ho compilato sul loro sito la richiesta di annulllamento della sanzione. Se non dovessero rispondermi, come potrei comportarmi? Io essendo nella ragione come potrei procedere se loro non accettano la mia richiesta?
    Grazie

  85. Luana says:

    Gentile Signor Stefano,

    La ringraziamo per avere scritto al nostro blog per condividere la sua esperienza.

    In merito alla sua vicenda, Le consigliamo di attendere l’esito della sua richiesta di annullamento della sanzione che Le è stata inflitta.

    A tale richiesta, infatti, l’autorità che la ha multata dovrebbe fornire risposta formale, positiva o negativa.

    In ogni caso, Le consigliamo di conservare il talloncino che attesta l’avvenuto pagamento e, in caso di mancato accoglimento della sua richiesta, Lei potrà valutare se opporsi a tale sanzione secondo i rimedi legali previsti dalla legislazione vigente in UK.

    Cordiali saluti

    Il team Auto Europe

  86. Michele says:

    Buongiorno,

    ho percorso 50 km di autostrada in Romania senza vignetta.
    E’ probabile una contravvenzione? se sì di quanto?

    Grazie in anticipo per la risposta

  87. Luana says:

    Gentile Signor Michele,

    La ringraziamo per il suo commento. Se non è stato fermato direttamente in autostrada per un controllo è molto probabile che la multa non arriverà. Se in caso contrario dovesse vedersi recapitare una multa per non avere esposto il contrassegno potrebbe dover pagare una multa tra i 150 euro minimo fino a 800-1000 euro in base al tipo di auto posseduta. Ricordiamo che in Romania la vignetta autostradale è obbligatoria per poter attraversare tutte le strade nazionali ed è acquistabile anche online con la carta di credito sul sito http://www.roviniete.ro/it/#go-content.

    Cordiali saluti,

    Il team Auto Europe

  88. Michele says:

    Buongiorno! Abito a Berlino da più di due anni, ho patente italiana. Due settimane fa, qui a Berlino, guidando da solo un auto di proprietà altrui e con targa tedesca, commetto l’infrazione di passare con semaforo rosso (appena scattato), ma nella strada appena imboccata una colonna con due cerchi rossi mi fotografa in fragrante. La multa è arrivata, naturalmente, a casa dell’intestatario dell’auto che mi ha girato la lettara della polizia da compilare coi miei dati. Ora, io ho cittadinanza italiana e mi chiedo, se, al posto del mio attuale domicilio berlinese, mettessi quello italiano, dove sono i miei familiari, cosìcche loro spedicano la richiesta di pagamento in Italia, potrei aver trovato un modo per eludere il pagamento della multa e la detrazione dei punti sulla patente? La mia è solo una curiosità tecnica. Grazie!

  89. Luana says:

    Gentile signor Michele,

    non siamo in grado di prevedere se possa riuscire a eludere la multa e la decurtazione dei punti con questo escamotage. L’esperienza ci insegna che le multe in Italia arrivano anche se sono state rilasciate da altri paesi europei (basta leggere i molti commenti lasciati a quest’articolo da altri automobilisti italiani). Il mancato pagamento delle stesse può portare generalmente ad ulteriore inasprimento della sanzione e arresto forzato del veicolo qualora si venga nuovamente fermati nel paese che ha erogato la multa.

    Cordiali saluti,

    Il team Auto Europe

  90. salvatore says:

    Hanno inviato una multa dalla Svizzera con la posta prioritaria come possono dimostrare di aver notificato la stessa se non vi è traccia di una firma da parte di chi l’ha ricevuta?

  91. Luana says:

    Gentile Salvatore,
    la ringraziamo per avere condiviso la sua esperienza sul nostro blog.
    In merito alla sua vicenda, è comune in molti Paesi europei l’invio delle multe tramite l’utilizzo della posta cosiddetta ordinaria.
    Le facciamo però presente che, qualora Lei non pagasse, presumibilmente la medesima multa le verrà inviata per posta raccomandata, o altra forma idonea ad attestare l’effettiva ricezione da parte sua, con il rischio di aggravio di ulteriori spese.
    Dunque, se Lei pensa di avere effettivamente commesso l’infrazione che Le viene contestata, Auto Europe consiglia sempre di pagare, onde evitare spiacevoli conseguenze.
    Cordiali saluti
    Il team Auto Europe

  92. Michele says:

    Buongiorno.
    Ho ricevuto in data 20/05/2013 una lettera, spedita con posta normale, da parte di uno studio legale di Udine, che si fa promotrice come riscossore per conto di una società di parcheggio a pagamento orario con sede presso la città di Dubrovnik. Pretendono il pagamento entro 10 giorni dal ricevimento della stessa.
    Mi viene contestato un pagamento (compreso di interessi e spese di avvocatura) pari a € 71,00 per il mancato pagamento del posteggio. La multa si riferisce al 20/08/2011.
    Nella lettera vi è allegato il bollettino di pagamento più un foglio dove è riportata la foto della mia auto parcheggia regolarmente. Confermo di essere stato in tale posto e tale data.

    Ho notato una cosa stranissima, nella foto sono evidenziati giorno e ora dello foto.
    Io ho regolarmente posteggiato e pagato il biglietto al distributore automatico ed esposto sul parabrezza (orario di arrivo 10:33 con scadenza alle 12:05) cioè durata di un’ora e mezza.

    La cosa strana è relativa al fatto, che sulla foto vi è indicato come orario di rilevamento ora 13:00.
    Io per mia fortuna ho il biglietto del parcheggio (perchè casualmente conservato insieme ad altri scontrini di acquisto presso negozi di souvenir).
    Ho lasciato il parcheggio prima dell’orario di scadenza. Sul parabrezza non ho trovato nessuna multa o altra indicazione.

    Pongo 3 domande:

    Perchè, risulta un’altro orario sulla foto?. (con Photoshop o altri programmi di foto ritocco si può fare qualsiasi modifica o copia incolla).
    Perchè,si presentano oggi dopo 2 anni e mezzo? .
    E’ lecita la loro richiesta fatta con semplice lettera tramite lo studio legale da loro incaricato?

    Grazie.

  93. Antonio Sturniolo says:

    Salve ho appena ricevuto delle spese amministrative di 35,00€più iva dall’avis moltiplicato per 4 verbali cioè quasi 170€ più 4 multe da 98 € ciascuna, per aver sostato in zona a traffico limitato a milano ora loro mi scrivono che la fattura verrà addebitata su carta di credito.. mi conviene pagare??a cosa vado incontro nel caso di mancato pagamento..

  94. Luana says:

    Gentile Antonio,

    La ringraziamo per la condivisione della sua esperienza con i lettori del nostro blog. Per quanto riguarda la sua richiesta, avendo parcheggiato in una ZTL per 4 volte l’autonoleggiatore ha ricevuto 4 multe. In base alle condizioni contrattuali di noleggio, oltre alle 4 multe, dovrà pagare altrettante quote amministrative all’Avis per la gestione delle pratiche. Il rilascio della cauzione attraverso la carta di credito serve appunto a coprire spese di questo tipo. In caso di mancato pagamento delle spese amministrative alla società di noleggio diventerebbe debitore nei loro confronti e potrebbero decidere di inserirla in una black list che non le permetterebbe più di noleggiare un’auto in futuro.
    Oltre alle spese amministrative da versare alla compagnia di autonoleggio, resterebbero ancora le multe da pagare e come noto, in caso di mancato pagamento di una multa sarà emessa una cartella esattoriale per cui le saranno addebitate delle maggiorazioni per ogni ritardo maturato. Qualora non venisse pagata la cartella esattoriale le autorità predisposte passeranno alla riscossione forzata e al successivo pignoramento.

    Cordiali saluti,

    Il team Auto Europe

  95. Tony says:

    Salve Luana,
    anch’io come Cinzia ho ricevuto una lettera di uno studio legale di Palmanova dove per conto del comune di Pag (Croazia) mi richiede il pagamento di una multa di 73€ (25€ di multa e 48€ di rimborso spese di ricerche, visura storica e altre spese varie) del 16/08/2013, sul retro della lettera c’è anche la foto della mia macchina con targa.
    Ho fatto qualche ricerca su internet ed effettivamente molti siti croati indicano lo studio legale di Palmanova come l’incaricato da alcuni parcheggi (credo comunali) per la riscossione delle multe prese con mezzi aventi targa italiana.
    Cosa devo fare ? Inoltre Cinzia tu come ti sei comportata ?
    Grazie

  96. Luana says:

    Gentile signor Michele,

    la ringraziamo per avere voluto condividere la sua esperienza con Auto Europe.In merito alla sua richiesta, il nostro consiglio è di contattare con urgenza lo studio legale che le ha scritto, e chiedere loro maggiori chiarimenti in ordine alla vicenda che le è capitata.
    A titolo meramente informativo, che potrebbe anche non riguardare il suo caso, facciamo presente che sono stati segnalati casi di
    tentativi di truffa a danno di automobilisti italiani, aventi ad oggetto proprio contestazioni di infrazioni stradali in Croazia.
    Ecco perché, come detto prima, la prima cosa da fare è senz’altro contattare il mittente della comunicazione da lei ricevuta.

    Cordiali saluti,

    Il team Auto Europe.

  97. Luana says:

    Gentile signor Tony,

    purtroppo non sappiamo con certezza se si tratta di un tentativo di truffa o meno. Certamente è suo diritto appurare la veridicità della multa. Dunque il nostro consiglio è di contattare al più presto lo studio legale che le ha recapitato la multa o l’ente croato che ha incaricato quest’ultimo della riscossione e chiedere chiarimenti al riguardo.

    Cordiali saluti,

    Il team Auto Europe

  98. Ivano says:

    Buongiorno Signora Luana, le scrivo pechè mi è arrivata una lettera da uno studio legale per recupero crediti. Si tratta di una multa che ho preso in agosto 2010 nel comune di Dubrovnik (croazia) per un parcheggio di € 23.00 che non ho pagato, adesso questo studio legale ne vuole € 71, mi danno 10 giorni di tempo dalla ricezione della lettera ( arrivata in busta semplice non raccomandata….) lei cosa mi consiglia di fare pago o ignoro?
    Grazie
    cordiali saluti
    Ivano

  99. Luana says:

    Gentile signor Ivano,

    La ringraziamo per aver lasciato un commento sul nostro blog. Se, come dice Lei, sa di aver preso una multa in Croazia per un parcheggio non pagato, Le consigliamo di onorare puntualmente il suo debito per non incorrere in ulteriori sanzioni. Nel caso in cui dovesse aver dubbi sulla veridicità della multa, può provare a contattare lo studio legale che gliela ha commissionata e chiedere maggiori spiegazioni.

    Cordiali saluti,

    Il team Auto Europe

  100. Alessandro says:

    A fine Ottobre 2013 ho noleggiato un’auto Avis a Parigi . Come regalo di Natale ho ricevuto una lettera dall’Avis che mi annunciava 3 infrazioni e che la trattenuta delle spese di gestione dalla carta di credito . In quella lettera mi preparavano alla ricezione delle multe da parte della polizia francese.
    Ad oggi non ho ancora ricevuto nulla. Non è strano ? Qualcuno ha avuto un’esperienza simile ?
    Grazie e Saluti a tutti
    Alessandro B.

  101. Luana says:

    Gentile Sig. Alessandro,
    La ringraziamo per averci scritto. Siamo certi della buona fede dell’Avis nel comunicarLe la ricezione delle multe. Generalmente le società di autonoleggio provvedono a pagare la multa prelevando direttamente il denaro dalla carta di credito del cliente (attraverso la cauzione prelevata mediante pos) e in più addebitano al cliente delle spese di gestione della pratica. Ci sono però delle compagnie che prelevano solo l’ammontare delle spese di gestione, lasciando che la multa sia recapitata direttamente al domicilio del cliente. Si tratta di due modalità diffuse, comuni. Per questo motivo, se è sicuro che le multe non siano state pagate direttamente dall’Avis con quanto prelevato dalla sua carta, potrebbe cercare di avere maggiori informazioni contattando direttamente la società ai punti di contatto presenti nella lettera recapitataLe. Magari la multa non le è stata ancora notificata e, con un pizzico di fortuna, potrebbe accadere che non lo sia mai.

    Cordiali saluti

    Il team Auto Europe

  102. nino says:

    Salve.
    Vivo a Den Haag da poco. Sono registrato al comune con il mio numero di passaporto
    Purtroppo non ho ancora la card di abbonamento al tram.
    Stamattina ho preso la multa nel tram per mancanza di biglietto.
    Nella multa pero`, data di nascita e indirizzo a Den Haag sono incorretti.
    Figura pero` il numero di patente automobilistica italiana.
    Devo pagarla comunque? La multa e` correttamente emessa?
    Grazie in anticipo
    NIno

  103. Luana says:

    Gentile signor Nino,
    purtroppo non sappiamo darLe una risposta. La sua domanda non è pertinente al tema del nostro articolo che tratta appunto di multe automobilistiche prese all’interno della Comunità europea. Ad ogni modo, tenga presente che nei paesi nordici le autorità sono molto più severe nell’applicazione di ogni genere di normativa e probabilmente hanno comunque tutti gli strumenti per poterLa rintracciare. A nostro parere è importante pagare ogni genere di multa che sia stata presa per giusta causa.
    Cordiali saluti,
    Il team Auto Europe

  104. alberto longo says:

    Ho preso un autovelox a maiorca con un auto a noleggio, ma l autovelox non era segnalato e la macchina l ho pagata in contanti, senza carta di credito. La multa mi arriverà in Italia? E gli autovelox dovrebbero essere segnalati? Grazie

  105. Luana says:

    Gentile signor Alberto,

    La ringraziamo per la sua richiesta. La multa per l’infrazione commessa verrà recapitata alla compagnia che Le ha noleggiato l’auto e che a sua volta provvederà a fornire alle autorità locali i suoi recapiti come riportato sulla patente di guida. Dunque è possibile che la multa Le venga recapitata direttamente in Italia. Generalmente gli autovelox sono segnalati da apposita cartellonistica stradale.

    Cordiali saluti,

    Il team Auto Europe

  106. Ugo says:

    Temo di aver svirgolato una specie di t-red a Nizza, in Francia. Mi arriverà la multa a casa, e anche la sottrazione dei punti?

  107. Denisia says:

    Gentile Sig. Ugo,
    La ringraziamo per averci scritto. Qualora venga confermata la Sua infrazione Le sarà recapitata la multa con le relative sanzioni previste.

    AugurandoLe una buona giornata porgiamo,

    Cordiali Saluti

    Il Team Auto Europe

  108. Enzo Susino says:

    Carissimi!
    purtroppo la mia auto nei pressi di dessau si è incendiata. Automaticamente è arrivato il soccorso stradale e la polizia, nessuno di essi parlava l’inglese, abbiamo avuto difficoltà nel comunicare. La polizia ha lasciato che la mia auto fosse incendiata del tutto e non mi ha lasciato avvicinare per recuperare le cose. Sono andati bruciati, telefonini, computer, valigie eccetera e i documenti come passaporto, carte di credito ecc.
    Io rivolgendomi alla polizia e nelle difficoltà nel comunicare facevo capire che volevo andare con loro alla stazione per aiuto nel come fare il ritorno in Italia ma loro mi dicevano vai insieme al soccorso stradale, loro ti possono aiutare. Lui del soccorso stradale non parlava inglese ecc. Ha fatto capire che la moglie poteva capirmi. Lui mi ha portato a casa sua dove ho incontrato sua moglie e lei non sapeva nemmeno una parola di inglese. Essi abitavano in piena campagna. Mi hanno chiesto 350 euro per il soccorso, io mi sono opposto perchè ho visto la richiesta eccessiva, la distanza di aiuto era solo a 2 km che poi il signore ha scritto 5 km. Io oltre alla contestazione della richiesta cercavo aiuto come fare a proseguire il viaggio in Italia, stavo quasi a 1000 km distante dalla mia città Bologna. Abbiamo perso qualche ora per comprenderci eccetera ma alla fine lei mi ha presentato una fattura da scrivere di 540 euro piu il 19% di iva che io ovvio non ho firmato. La signora mi indicava l’orologio e mi faceva capire che loro prendevano 100 euro ad ora. Io sono scappato da li, incontrando la pozia e chiedendo aiuto di accompagnarmi alla stazione piu vicina di polizia. Ho incontrati dei truffatori, invece di aiutarci mi volevano derubare di piu di quello che potevano. Adesso mi è arrivata la fattura di 640 euro. Se non pago che succede? Se non rispondo e contesto la fattura lui puo alzare la cifra ecceter. Di sicuro lui sarà assicurato per recupero denaro all’estero. Il problema è cosa devo fare, avvocati costano, se non rispondo? Oppure esiste qualcos’altro per non pagare a questi truffatori. Grazie per una risposta

  109. Luana says:

    Gentile signor Enzo,
    ci dispiace molto della sua disavventura. Purtroppo non siamo in grado di darle un suggerimento in merito. Se ritiene, consiglieremmo di far visionare i documenti di cui è in possesso ad un legale per una consulenza.
    Cordiali saluti
    Il team Auto Europe

  110. Alex says:

    Buonasera,
    ho preso una multa in danimarca per non aver esposto il disco orario. L’auto è stata noleggiata tramite la Vostra società presso l’Europcar.
    La multa è stata lasciata sul parabrezza dell’auto e non ho idea di come poterla pagare.
    Il Vostro articolo dice che in alcuni casi sarà direttamente la società di noleggio ad addebitarmi l’importo sulla carta tramite la cauzione versata. Che io sappia, però, la cauzione si annulla automaticamente dopo 15 giorni.
    Sapete darmi qualche info?

    Grazie
    Alex B.

  111. Matteo says:

    Ho preso una multa in svizzera per eccesso di velocità di 150 euro il 20/07/13. Il 07/04/14 sono stato alla polizia municipale della mia città per dichiarare che ero io alla guida. Il 20/07/14 mi è arrivata una raccomandata dalla svizzera dove mi viene chiesto di pagare la multa maggiorata ( non più 150 euro ma 275 euro). Volevo sapere quale fosse la tempistica per raddoppiare la multa e se parte da quando mi è Sata fatta la multa(20/07/13) o da quando io ho preso atto della multa (07/04/14)

    Grazie

  112. Luana says:

    Gentile Alex,

    La ringraziamo per la sua richiesta. Come potrà anche appurare da altri commenti a questo articolo, spesso le compagnie di noleggio si limitano a fornire i dati del guidatore alle autorità locali che hanno commissionato la multa, che di conseguenza arriverà in Italia all’indirizzo presente sui documenti rilasciati all’autonoleggiatore al momento del ritiro dell’auto. Tenga presente che molte compagnie, come la Europcar potranno addebitare sulla sua carta di credito anche un costo di servizio per la gestione della pratica.

    Cordiali saluti,
    Il team Auto Europe

  113. Luana says:

    Gentile Signor Matteo,
    La ringraziamo per la sua richiesta.
    Purtroppo non siamo in grado di fornirLe le informazioni che le occorrono: in questi casi, suggeriamo sempre di chiedere gli opportuni chiarimenti direttamente all’autorità che ha provveduto a irrogare la sanzione.
    Cordiali saluti
    Il team Auto Europe

  114. Bruna says:

    Salve,
    Ho appena preso una multa in grecia in moto xche andavammo senza casco.la multa è di 390€,il poliziotto appena ha saputo che eravammo italiani ha preso il blocchetto e ha iniziato a scrivere.ha detto anhe che a lui nn piaceva la lingua italiana e che gli italiani sono “creamy” in maniera dispregiativa..volevo sapere cosa succede se non la pago se mi arriva in italia..(non so ne anche cosa abbia scritto sul foglio visto che è illegibile e scritta in greco)..mi potete dare una rispostaper favore?ah dimenticavo mentre scriveva sono passati ben 7 moto e nessuno aveva il casco!!!!e lui ha soltanto detto:”ma io sono uno e nn posso mica vedere tutti”
    Grazie mille in anticipo,
    Bruna

  115. Denisia says:

    Gentile Bruna,
    ci dispiace molto per quanto accaduto. Auto Europe tuttavia consiglia sempre di pagare le multe ricevute, a meno che non si intenda fare ricorso entro i termini previsti dalla legge vigente nel luogo dove l’infrazione è stata rilevata. Il mancato pagamento della multa potrebbe infatti causarLe sanzioni ben più gravi.

    Distinti saluti
    Il team Auto Europe

  116. Dave says:

    Buongiorno, gentilmente vorrei fare una domanda. preso il Fernpass, son stato flashato da un velox… premessa.. in austria ho notato che i cartelli di inizio divieto son diversi rispetto a italia germania e olanda.. nel senso, il limite nelle statali è di 100 km orari. ero su una strada con limite a 80, se io vedo un cartello bianco con scritto 80 e con la barra trasversale io capisco che è finito il limite degli 80, giusto? comunque il velox sarà stato tarato a 40 e io ero sui 70/80… dite che potrebbe arrivarmi qualcosa? appena dopo il cartello c’era una sorta di attraversamento pedonale, ma era anche molto tardi. vi ringrazio

  117. Luana says:

    Gentile Dave,
    La ringraziamo per averci scritto.
    Dalla sua descrizione del cartello sembra effettivamente che si tratti di un segnale di fine di velocità massima.
    Tuttavia tenga presente che in Austria, su tratti di strada ritenuti particolarmente a rischio di incidente, sono presenti sistemi di rilevazione di velocità denominati “section control”, che rilevano la velocità sia in entrata che in uscita, calcolando automaticamente la velocità media del veicolo in quel tratto di strada.
    Ciò premesso, qualora l’infrazione sia stata effettivamente rilevata è probabile, in forza degli accordi bilaterali esistenti tra Italia e Austria, che la relativa multa le venga recapitata.
    Cordiali saluti
    Il team Auto Europe

  118. simone says:

    Salve, in agosto ho preso un autovalox in Francia con auto a noleggio da Hertz.
    Il limite era di 110 e la mia velocità effettiva di circa 132 km/h (da tom-tom)
    Ho ricevuto un addeto su carta di credito da parte di Hertz di € 19,99 per costi sostenuti dall’utonoleggio per notificare i miei dati alle forze dell’ordine.
    La sig.na del call-center mi ha inoltre detto che la multa mi verrà direttamente recapitata a casa.
    Quello che vorrei sapere è se ciò che riceverò sarà una contestazione emessa dalle loro forze dell’ordine e se lo riceverò con posta ordinaria o con altro sistema di posta tracciata.

    Cordiali saluti,

    grazie

  119. Luana says:

    Gentile Simone,
    La ringraziamo per averci scritto.
    In merito alle modalità con cui Le verrà notificata l’infrazione commessa, generalmente l’avviso viene inviato tramite posta “tracciabile” dall’autorità che ha comminato la sanzione.
    Tenga comunque conto che, secondo quanto comunicato da alcuni lettori del nostro blog, talvolta l’avviso è inviato tramite posta ordinaria, e nella lingua del Paese dove la multa è stata irrogata.
    Cordiali saluti
    Il Team Auto Europe

  120. Mattia says:

    Buongiorno,

    questa estate a Ibiza ci ha fermato la polizia e al mio amico che conduceva il motorino gli hanno richiesto i dati anagrafici per notificargli a mano la multa siccome aveva il tasso alcolemico oltre il limite. Cosa può comportare il mancato pagamento di questa multa?

    Ringraziando per l’attenzione porgo cordiali saluti.

  121. Luana says:

    Gentile Mattia,
    la ringraziamo per averci scritto. Nel caso in cui le autorità locali abbiano modo di risalire ai dati anagrafici corretti del guidatore (o perchè forniti da lui stesso o perchè forniti dal noleggiatore) la multa può essere recapitata in Italia. Il mancato pagamento della stessa nei termini prescritti può portare ad un aggravio economico della stessa.
    Cordiali saluti,
    Il Team Auto Europe

  122. Roberto says:

    Salve,
    hopreso una multa di 110 stelrine in inghilterra, ad Oxford con la ma macchina con trga italiana, Mi arriverà la multa da pagare a casa oppure non essendoci accordi definiti nn mi verrà mai notificata? ribadosco che la macchina e’ di mia proprietà e che non ho registrato la targa in uk.
    Grazie
    Roberto

  123. giulio says:

    salve! in un viaggio verso la spagna con un auto a noleggio, con amici, abbiamo il dubbio di aver preso alcune multe con autovelox e tutor, soprattutto in territorio francese in quanto vi siamo passati durante la notte e l’autostrada era completamente libera. In caso di infrazioni queste arrivano dall’estero? Possono essere sottratti anche punti dalla patente italiana? e a chi: all’ intestatario del contratto di noleggio o bisogna comunicare il guidatore? Ci sono tempi minimi/massimi per l’arrivo della multa e il noleggiatore chiederà a noi prima di pagare e di indicando lui stesso il nome del guidatore in caso di sottrazione punti?
    Grazie mille per la cortesia. Cordiali saluti

  124. Luana says:

    Gentile Roberto,
    La ringraziamo per averci scritto. Il nostro consiglio è di pagare la multa, in quanto in virtù di accordi internazionali tra i paesi europei, la contravvenzione può arrivarLe anche in Italia. Il mancato pagamento della stessa può portare ad un aggravio della multa se non al pagamento coercitivo o alla confisca della vettura qualora venisse fermato per un controllo dell’auto in UK.
    Cordiali saluti,
    Il Team Auto Europe

  125. Luana says:

    Gentile Giulio,
    La ringraziamo per averci scritto. Per via di accordi vigenti tra i paesi europei generalmente non è più un problema notificare una multa per eccesso di velocità ad un automobilista straniero. Dunque è molto probabile che queste multe arriveranno. Se l’infrazione è stata commessa con un’auto a noleggio la notifica sarà praticamente automatica, in quanto sarà lo stesso autonoleggiatore a fornire i dati del guidatore quando vedrà recapitarsi la multa. Sicuramente l’autonoleggiatore addebbiterà un ulteriore costo di servizio per la gestione della pratica. Generalmente la decurtazione dei punti, per i paesi che la prevedono (come la Spagna e la Francia), viene segnalata contestualmente alla multa. La multa sarà chiaramente intestata a nome di colui che ha noleggiato l’auto, ovvero che ha fornito i suoi dati e la patente al momento del ritiro dell’auto, e che d’altra parte, era l’unica persona autorizzata a guidare il veicolo, almeno che il noleggio non prevedesse guidatori aggiuntivi, le cui patenti erano state ugualmente registrate in loco. E’ probabile che nella notifica venga richiesto di confermare i dati del guidatore e dunque in quel contesto poter comunicare invece i dati di chi era effettivamente alla guida. Non ci è possibile invece fornirle informazioni sulla tempistica di arrivo della multa.
    Cordiali saluti,
    Il team Auto Europe

  126. Angelo says:

    Salve ho in auto italiana in Belgio e mi è capitato che di una strada che ciò sempre c’era il illimite di velocità 80 vicino ai semafori con tanto di cartello di autovelox non sapendo io sono passato in quella strada almeno 30 volte cn velocità superiore a 90 cosa fare se mi arrivano delle multe

  127. Luana says:

    Gentile Angelo,
    La ringraziamo per aver lasciato un commento al nostro articolo. Il nostro consiglio è di pagare le multe nel caso Le arrivino. Come già esposto ad altri lettori del nostro blog, il mancato pagamento può portare non solo ad un aggravio futuro dei costi della multa, ma anche ad un eventuale pagamento coercitivo o alla confisca della vettura qualora venisse fermato per un controllo dell’auto in Belgio.
    Cordiali saluti,
    Il team Auto Europe

  128. ENZO says:

    Mi è pervenuta nel mio domicilio in Italia una multa per eccesso di velocità (superata di 20KM) in Francia – l’auto era a noleggio . se non pago quali sono le eventuali conseguenze?
    Grazie
    Enzo

  129. Denisia says:

    Gentile Sig. Enzo,
    La ringraziamo per averci scritto. Come già suggerito ad altri utenti che ci hanno scitto in merito a questo tema, Auto Europe consiglia sempre di pagare le multe ricevute, a meno che non si intenda fare ricorso entro i termini previsti dalla legge vigente nel luogo dove l’infrazione è stata rilevata. Il mancato pagamento della multa potrebbe infatti causarLe sanzioni ben più gravi.

    AugurandoLe una buona giornata porgiamo,

    Cordiali Saluti
    Il team Auto Europe

  130. Giulia says:

    salve, ho una domanda importate, ero in vacanza in vacanza all estero ed ero con una dacia sandero presa in affitto; stavo percorrendo la strada quando ho visto con la coda dell´occhi il bliz del controllo velocita´ Volevo sapere se la multa mi arriva a casa, visto che la macchina era a noleggio, non so

  131. Luana says:

    Gentile Giulia,
    La ringraziamo per il suo commento. Quando l’infrazione viene compiuta alla guida di un’auto a noleggio, la multa viene recapitata all’autonoleggiatore che fornirà i dati del guidatore alle autorità locali. Queste ultime provvederanno a recapitare la multa all’automobilista che ha commesso l’infrazione. Inoltre, l’autonoleggiatore, in questi casi, addebita al guidatore anche un ulteriore costo, relativo alle spese amministrative che derivano dalla multa.
    Cordiali saluti,
    Il team Auto Europe

  132. Mario says:

    Salve, questi giorni mi è arrivata una multa di eccesso di velocità con 45km/h oltre il limite 130km/h… Ho prestato la mia macchina ad un mio cognato Albanese e con la patente Albanese …… 750€ di multa 6 punti decurtati e sospensione della patente… ora che devo fare ???? Grazie mille!!

  133. Denisia says:

    Gentile Sig. Mario,
    La ringraziamo per averci scritto. Nel caso di infrazioni della strada commesse dal conducente di un mezzo dato in prestito, la multa arriverà tanto al conducente (se identificato) quanto al proprietario del mezzo. Quest’ultimo, tuttavia, sarà tenuto a comunicare i dati dell’ effettivo conducente per la decurtazione dei punti. Se non risponde, subirà in prima persona una gravosa sanzione amministrativa.

    Sperando di averLe fornito informazioni utili porgiamo,

    Cordiali Saluti
    Il team Auto Europe

  134. Daniel says:

    Salve,

    io ero a Palma de Maiorca questa estate ed ho noleggiato un auto. Beccai una multa per divieto di sosta e poichè era di domenica e lo stesso giorno dovevo rientrare in Italia, non potei pagarla perchè le banche erano tutte chiuse.
    L’auto l’ho noleggiata con una carta di debito (e non di credito), (per intenderci quelle ricaricabili).
    Come faranno, o potranno, addebitarmi eventuali costi su quella carta se non sarà presente l’importo richiesto?
    Era una carta presa appunto alle poste, per non portare contanti in vacanza.
    Inoltre, quali sono i termini per poterla notificare? grazie…scuate

  135. Denisia says:

    Gentile Daniel,
    La ringraziamo per averci scritto. In questo caso l’ente accertatore risalirà alla società di autonoleggio che provvederà a rinotificare la multa direttamente al cliente. Da quando riceve la notifica, l’agenzia ha 60 giorni di tempo per comunicare il nome dell’effettivo responsabile e da allora l’amministrazione ha a disposizione altri 90 giorni per effettuare la notifica a quest’ultimo. Per effettuare il pagamento si hanno 60 giorni di tempo. Spesso, inoltre, la gestione delle multe comporta delle spese per le società di autonoleggio che vengono poste a carico del consumatore. In genere gli oneri amministrativi variano dai 35 euro fino ai 90 euro, Iva esclusa.

    Sperando di averLe fornito informazioni utili porgiamo,
    Cordiali Saluti

    Il team Auto Europe

  136. Aldo Resnati says:

    Mi è stata recapitata per raccomandata una multa presa in Ungheria l’ 8 agosto 2014 per utilizzo di una strada a pedaggio senza l’ apposita vignetta; il documento e la notifica sono ben spiegate in perfetto italiano = 50 € di multa + 36 € di spese amministrative. Mi ero prefissato, viaggiando in camper, di fare solo statali, ma sono finito in una specie di autostrada, dalla quale sono uscito dopo circa 2 Km, grazie a dei cartelli un po’ fatiscenti. In quel breve tratto una telecamera ha immortalato la mia targa : è meglio pagare? (anche perché probabilmente tornerò in Ungheria e non vorrei dover pagare una multa molto più salata). Qualcuno gentilmente sa consigliarmi per il meglio? Grazie mille in anticipo. Aldo

  137. Daniele Libardi says:

    Ho ricevuto in questi giorni due verbali per infrazione di eccesso velocità (5kmh + 8kmh) sull’autostrada che porta ad Amsterdam, per un viaggio effettuato a Maggio. Le due missive per posta ordinaria, scritte in Olandese + un breve sunto in inglese/tedesco sul retro, chiedono 48 + 80€ per le due infrazioni. Premesso che ricordo perfettamente dove i due sensori erano disposti e di essere sceso sotto le velocità massime in prossimità, mi chiedono di pagare entro il 2 ottobre prossimo. Praticamente, anche volessi chiedere foto/riscontro delle due trasgressioni, non ne avrei il tempo. Da quello che capisco dal breve sunto in inglese, dovrei pagare il doppio se non pago entro quella data. Non mi sembra che tra Italia e Olanda ci sia nulla di legale che possa “incidere” sul pagamento obbligato e, comunque, credo si siano rivolti a me anzichè alla società di noleggio scelta, poichè, proprio a giugno 2014 ho cambiato la carta di credito per cui, forse, avrebbero provveduto direttamente al prelievo forzato su di essa. Domanda: sono tenuto al pagamento? Grazie

  138. Luana says:

    Gentile Aldo,
    la ringraziamo per il suo commento.
    Se, come sembra dal suo commento, la multa Le è stata irrogata per giusta causa, Le suggeriamo di provvedere al pagamento.
    Soprattutto se, come Lei afferma, intende tornare a viaggiare in Ungheria; in questo caso, infatti, qualora venisse fermato per un controllo e risultasse la multa non pagata, le conseguenze potrebbero essere spiacevoli, arrivando fino al fermo del veicolo.
    Cordiali saluti
    Il team Auto Europe

  139. Luana says:

    Gentile Daniele,
    la ringraziamo per il suo commento.
    In merito alla sua vicenda, bisogna sempre ricordare che le multe, se non contestate nei termini, vanno comunque pagate; nel suo caso, considerati i ristretti termini per provvedere al pagamento, sta a Lei decidere se contestare la sanzione, correndo però il rischio di pagare per un importo doppio.
    Tenga in ogni caso presente che, qualora la multa non fosse pagata, se Lei dovesse tornare a guidare in Olanda un eventuale controllo da parte dell’autorità locale avrebbe conseguenze sicuramente spiacevoli.
    Infine, consideri anche che le compagnie di autonoleggio, qualora risulti nel loro database inadempienze da parte del cliente, possono inserirne i dati in una sorta di black list, e negargli successivamente il noleggio.
    Cordiali saluti
    Il team Auto Europe

  140. Marco says:

    salve

    ho recentemente preso un multa con Firefly, in Spagna, questi mi mandano una mail nella quale mi addebitano 30 euro per le spese di gestione e allegano il verbale di 100 euro riducibile a 50 euro se pago entro 20 gg……peraltro la carta alla quale si riferisce il noleggio è scaduta e non rinnovata, se non pago la multa cosa può succedere?

  141. stefania pes says:

    Salve, un collega olandese senza guida autorizzata (il noleggio era intestato a me come guida unica – il collega si è aggiunto all’ultimo momento), guidando per una parte del tragitto di lavoro che abbiamo fatto insieme, ha infranto un limite di velocità (autivelox), e ho appena ricevuto comunicazione dalla società di noleggio che mi arriverà a casa relativo verbale; nel frattempo mi sono state addebitate le spese di gestione della pratica. Ora, il verbale arriverà ovviamente a me, perchè miei sono i dati in possesso dell’auto-noleggio, che li ha trasmessi alla polizia stradale. Se si trattasse solo della multa, pagherei io (la mia azienda) il dovuto e nessun problema; ma se ci fosse taglio di punti, preferirei a quel punto segnalare che l’effettivo guidatore NON ero io, bensì il collega, che mi ha già dato il suo assenso.
    Le mie domande sono due:
    1) dato che il nome del collega non era stato segnalato, quindi non compare come guida autorizzata dal noelggiatore, ci possono essere conseguenze di qualche tipo? o in ogni caso, vale comunque a esonerare il mio nome (che NON manderò nell’apposito modulo, se mi dovesse arrivare la richiesta per la detrazione dei punti dalla patente)
    2) se il nome del collega viene accettato al posto del mio per la detrazione dei punti, questa si può applicare alla sua patente olandese, o semplicemente la sanzione decade? e a parte i punti, il fatto che la sanzione sia comminata per eccesso di velocità, può impattare sulla sua situazione? Infatti, a causa di una precedente (grave) infrazione dello stesso tipo nel suo paese (Olanda), gli era stata ritirata la patente, e dopo aver fatto ricorso – che ha vinto – poichè la macchina gli è indispensabile per lavoro, ora ne è di nuovo in possesso ma in forma “condizionata” per 1 o 2 anni (non ricordo) alla non recidiva. Quindi, quello che mi chiedo è, arriverà alla polizia stradale olandese la notizia dell’infrazione di velocità in Italia, e se sì, gli costerà l’invalidazione del suo periodo di patente condizionata, costandogli un nuovo ritiro???

    Grazie mille per una vostra risposta e saluti, Stefania

  142. Luana says:

    Gentile Marco,
    la ringraziamo per avere lasciato il suo commento.
    Per quanto riguarda la multa, il rischio che Lei corre è che l’importo della stessa aumenti nel corso del tempo, oltre al fatto che, qualora fosse in futuro fermato in Spagna per un controllo, risulterebbe il mancato pagamento della sanzione per cui le autorità locali potrebbero pretendere il pagamento forzato e disporre il fermo del mezzo.
    Per ciò che concerne le ulteriori spese amministrative richieste dalla società di autonoleggio, queste generalmente vengono imputate alla cauzione chiesta in sede di noleggio; nel suo caso, potrebbe anche capitare che la società riesca comunque a recuperare la somma per le spese di gestione, qualora non abbia provveduto a “sbloccare” la cauzione. In ogni caso, il suo nominativo potrebbe essere inserito nella “black list” della compagnia di autonoleggio, con probabili limitazioni per futuri noleggi.
    Distinti saluti
    Il team Auto Europe

  143. Luana says:

    Gentile Stefania,
    la ringraziamo per il suo commento.
    In merito alla vicenda che Lei ci segnala, occorre ovviamente distinguere tra il rapporto contrattuale intercorrente tra Lei e la società di autonoleggio, in forza del quale Lei rimane comunque l’unica responsabile, e quanto deriva dalla sanzione relativa all’infrazione rilevata dalla polizia stradale (italiana, sembra di capire).
    A parte cioè il dovuto pagamento della multa, lei potrà comunicare che alla guida dell’auto si trovava altra persona, alla quale quindi dovrebbero essere decurtati i relativi punti nella patente di guida.
    Si noti che tale comunicazione deve essere sottoscritta anche dalla persona che si dichiara essere effettivamente alla guida, o, perlomeno, se ne deve indicare il numero di patente.
    Il fatto che il presunto conducente sia di altra nazionalità non esonera la polizia stradale dal dovere di comunicarne il nominativo alla competente autorità governativa del Paese di appartenenza, che provvede poi a valutare se operare la decurtazione dei punti, con le relative conseguenze.
    Distinti saluti
    Il team Auto Europe

  144. Igor says:

    Salve, sono stato al estero con la macchina mia, in transito del Ungheria. Mi ha fermato la polizia stradale per eccesso velocita, rilevata dal loro radar, la limite della velocita era 50km/h, mentre io avevo 62km/h, attraversando una citta piccola vicino il confine con l’Austria. Mi hanno fatto una multa di 15000 fiorini, che sarebberro cca 50 euro. Sono stati molto gentili, mi hanno spiegato in italiano!!! che posso andare, mi hanno restituito i documenti, dicendo mi che la multa posso pagare anche in Italia, via poste italiane o qualche altra banca in Italia. Tornato in Italia sono andato alle poste, dove i responsabili non hanno saputo di dire qualcosa di concreto, in quale modo si puo pagare. L’importo sul verbale e nella valuta ungherese. Sono stato da diverse banche, incluso Unicredit, dapertutto non sanno dire niente di questa cosa. Allora come faccio ha pagare la multa, e perche i poliziotti ungheresi sono stati cosi siccuri che posso pagarla in Italia? Mentre qui nessuno non sa nulla… Boh…

  145. Luana says:

    Gentile Igor,
    La ringraziamo per il suo commento. Purtroppo non sappiamo come Lei possa provvedere dall’Italia al pagamento in fiorini ungheresi.
    Tenga presente che, in caso di mancato pagamento, può accadere che la multa Le venga recapitata in Italia: in questo caso, l’importo potrebbe essere indicato anche in euro. Comunque, qualora sia possibile, Le suggeriamo di prendere contatto con l’autorità che ha rilevato l’infrazione, spiegando la sua difficoltà a pagare in valuta ungherese.
    Distinti saluti
    Il team Auto Europe

  146. rocco says:

    buongiorno vorrei raccontare brevemente cio che mi è accaduto…nel 2006 sn stato fermato in stato di ebbrezza in germania…controlli…multe ritiro patente ecc ecc…tra pochi giorni devo tornare in germania dopo 8 anni per non ricordo piu bene se ho pagato la multa che mi era arrivata a casa e non trovo il bollettino della banca.Ho solo un avviso dove avevo segnato come destinatario la procura della repubblica di monaco…Come posso fare per sapere se una volta al confine mi fermano e mi bloccano?a chi mi devo rivolgere?

  147. Luana says:

    Gentile Rocco,
    siamo spiacenti di non poterLa aiutare.
    L’unica cosa che Le possiamo suggerire è di cercare di prendere contatto con la Polizia del luogo dove le è stata comminata la multa e chiedere loro se negli archivi vi è traccia di qualche “pendenza” nei suoi confronti.
    Distinti saluti
    Il team Auto Europe

  148. giovanna says:

    Salve, ho preso una macchina a noleggio in Olanda dando a garanzia la carta di credito, ho tuttavia preso delle multe che mi sono state notificate. Vorrei sapere se la società di noleggio può rivalersi sulla carta di credito o se la cosa si esaurisce con la notifica della multa?

  149. Carlo says:

    Salve, mi è arrivata una lettera da tale kreis-kleve (il cui sito è a dir poco incomprensibile) per un, presumo avviso di multa, in quanto è in tedesco e non capisco assolutamente quanto devo pagare, entro quanto, a chi etc… Vedo una mia foto alla guida del veicolo noleggiato nella seconda pagina e un questionario da riempire… Data la “gran chiarezza” non so proprio cosa fare oltre ad aver avuto una traduzione sommaria che però non mi è stata di grande aiuto. Purtroppo qui non è possibile postare la foto della lettera in nessun formato sennò avreste potuto capire meglio… Comunque, avete notizie di qualcosa di simile e o avete consigli sul da farsi?
    Grazie

  150. Carlo says:

    Dimenticavo…. La multa è presa in Germania

  151. Luana says:

    Gentile Giovanna,
    La ringraziamo per averci scritto. Generalmente le compagnie di noleggio auto chiedono un costo di gestione del servizio per la notifica delle multe che sarà scalato direttamente dalla carta di credito. La cauzione che viene rilasciata attraverso la carta di credito dal cliente serve proprio a garantire l’auto da eventuali danni o furti, ma anche per le spese extra come una multa contratta dal cliente.
    Ovviamente, il pagamento della multa è interamente a carico del cliente.
    Cordiali saluti,
    Il team Auto Europe

  152. rosanna says:

    Buongiorno ad agosto ho preso una multa a Insbruk , per ” veicolo non è parcheggiato sul bordo carreggiata”, non so di cosa si tratta ma la violazione è la n.10 e tradotta significa quanto scritto di € 21.
    la macchina era regolarmente parcheggiata in un parcheggio le multe non erano solo sulla mia ma anche su altre . Non bisognava pagare la sosta, perchè l’orario era libero da pagamento ( si pagava solo fino alle 21 e la multa riporta l’orari delle 21,21.
    Ora non so se pagare perchè non ne capisco il motivo, ma la macchina è intestata a mio padre e non vorrei arrivasse a lui la multa o altro.
    datemi qualche consiglio grazie

  153. Denisia says:

    Gentile Sig. Carlo,
    La ringraziamo per averci scritto. Purtroppo senza il documento in questione non possiamo esserLe di grande aiuto. Qualora abbia noleggiato l’auto Le suggeriamo di rivolgersi alla compagnia di noleggio per assistenza post noleggio (se la prenotazione è stata fatta tramite noi non esiti a contattare il nostro servizio clienti). Se invece l’auto in questione è di Sua proprietà è necessario richiedere una traduzione del documento in oggetto. Sicuramente i vari mezzi messi a disposizione su internet potrebbero rivelarsi di grande aiuto.

    AugurandoLe una piacevole giornata porgiamo,

    Cordiali Saluti
    Il team Auto Europe

  154. Denisia says:

    Gentile Rosanna,
    La ringraziamo per averci scritto. Non sappiamo esattamente a cosa sia dovuta la multa che Le è stata recapitata ma, in virtù del fatto che anche altre macchine sono state multate, presumiamo che ci sia stata una violazione del codice stradale. Considerando la cifra irrisoria della multa e conoscendo le eventuali penali molto severe applicabili dalle autorità austriache, Le suggeriamo di pagarLa. In alternativa dovrebbe avviare una contestazione della stessa presso l’autorità competente.

    Sperando di averLe fornito informazioni utili porgiamo,

    Cordiali Saluti

    Il team Auto Europe

  155. nicola says:

    Buongiorno,
    la scorsa settimana mi è pervenuta tramite semplice servizio postale (senza nessuna ricevuta di ricezione) una sanzione per eccesso di velocità con auto a noleggio in spagna a luglio 2014 (89 km/h con limite dei 50 km/h).
    Volevo chiedere come posso comportarmi, vista la riduzione del 50 % se pagata entro venti giorni dalla ricezione (premesso che devo ancora capire come possano sapere quando l’ho ricevuta) e se comunque comporterà la riduzione dei punti sulla patente.
    Inoltre devo ancora capire come poter pagare l’infrazione.
    In attesa di vostre delucidazioni, porgo cordiali saluti.

    Nicola

  156. Luana says:

    Gentile Nicola,
    La ringraziamo per il suo commento. Anche in Spagna è in vigore il sistema della patente a punti. Di conseguenza deve aspettarsi la decurtazione dei punti nella loro banca dati nazionale, mentre è piuttosto improbabile che possa avvenire lo scalo dei punti dalla patente italiana. Il mancato pagamento della multa può essere dannoso qualora decidesse di ritornare in Spagna. In caso di controllo alla guida potrebbero addebbitarle una sanzione molto più alta da saldare subito o il fermo del veicolo e il ritiro della patente. Per quanto riguarda il pagamento, le modalità per l’effettuazione dello stesso dovrebbero essere chiaramente indicate nella multa.
    In caso contrario, Le consigliamo di prendere contatto con l’autorità che ha irrogato la sanzione, che le saprà indicare eventuali ulteriori modalità di pagamento.
    Distinti saluti
    Il team Auto Europe

  157. jose says:

    buongiorno, io ho ricevuto un sollecito di pagamento da una societa’ di recupero crediti di bergamo dove mi chiedono di pagare una multa che la mia autovettura avrebbe preso ad amsterdam..ma io ad amsterdam non ci sono mai stato e nemmeno la mia autovettura visto che non la presto a nessuno e la uso ogni giorno per lavoro e uso personale..trattasi pertanto di evidente errore..come mi devo comportare se mi continuano a mandare solleciti?..grazie

  158. Luana says:

    Gentile signor Jose,
    La ringraziamo per averci scritto. Il nostro consiglio è provare a contattare la società di recupero crediti in questione e spiegare l’accaduto. Dovrebbero saperLe indicare chi ha rilevato l’infrazione e se esiste la possibilità di attuare un ricorso. Probabilmente in Olanda è stata rilevata la targa errata, e, comunque, lei ha diritto di prendere visione di tutta la documentazione relativa alla presunta infrazione commessa.
    Cordiali saluti,
    Il team Auto Europe

  159. Massimo says:

    Salve mi trovavo in vacanza in Germania con la mia autovettura, ho ricevuto due multe con delle infrazioni che a me personalmente non risultano, posso chiedere delle fotografie come prova delle infrazioni che secondo loro avrei commesso?

  160. Luana says:

    Gentile Massimo,
    La ringraziamo per averci scritto. La sua richiesta è probabilmente accoglibile se si tratta di un’infrazione di eccesso di velocità. In caso di altra infrazione è improbabile che le autorità abbiano effettuato rilevazioni fotografiche.
    Distinti saluti,
    Il team Auto Europe

  161. Valeria says:

    Buongiorno, con un’auto a noleggio mi è arrivata una multa direttamente a me dalla Spagna, per limite di velocità, con foto scattate con velox, di ben 300 Euro con possibilità di riduzione del 50% se pagata entro 20 giorno. La domanda è .. ma 20 giorni da cosa se la multa è stata inviata con posta ordinaria ???? Le multe non vanno inviate per raccomandata ??? E se fosse una truffa ? Inoltre si può’ pagare solo a mezzo internet.. a me questa cosa non piace per niente. Cosa potrebbe succedere se non la pagassi ? E’ la mia parola contro la loro sull’averla ricevuta o meno….

  162. Luana says:

    Gentile Valeria,
    La ringraziamo per averci scritto. In caso di mancato pagamento di una multa, la conseguenza più probabile è il successivo inasprimento del costo dell’infrazione. Inoltre, tenga presente che nel caso in cui decidesse di ritornare in Spagna e fosse sottoposta a controllo durante la guida, le autorità locali potrebbero richiederle il saldo immediato dell’infrazione o in alternativa obbligarla al fermo del veicolo e ritirarle la patente. Per quanto riguarda i suoi dubbi circa la veridicità o meno della multa può contattare le autorità locali che hanno emesso la stessa e chiedere maggiori chiarimenti. Eventualmente può richedere maggiori informazioni anche alla società di noleggio presso cui aveva ritirato la vettura. Dovrebbero essere stati loro a comunicare tutti i suoi dati alle autorità locali che hanno emesso la multa. L’autorità che ha irrogato la sanzione può eventualmente anche indicarle ulteriori modalità di pagamento in alternativa al web.
    Cordiali saluti,
    Il team Auto Europe

  163. Maurizio says:

    Buona sera ,
    Sono un cittadino Italiano residente in Francia da 25anni.
    A giorni ho ricevuto una multa per un infrazione (corsia di autobus) commessa il 30-12-2013 con lettera raccomandata. Mi chiedo come posso contestare o se non pago che rischio corro.
    E poi mi chiedo dovrei essre io a dovere denunciare i comuni visto le strade in condizione pessime con buche da per tutto , segnialetica mal messa o inesistenze , per non parlar di strische pedonali od altro .
    Tutto cio’ per una persona guidare in Italia diventa davvero difficile.
    Vi ringrazio x la risposta , distinti saluti.

  164. Luana says:

    Gentile signor Maurizio,
    la ringraziamo per il suo commento.
    Per quanto riguarda la multa ricevuta, i termini entro i quali l’Amministrazione deve notificare le violazioni al codice della strada sono quelli previsti dall’articolo 201 del suddetto codice. In particolare, per i residenti all’estero, il termine è di 360 giorni dall’accertamento.
    Le modalità di contestazione della violazione dovrebbero essere indicate nella comunicazione che Le è arrivata, e i rischi cui si va incontro in caso di mancato pagamento, oltre che l’aumento dell’importo della multa, possono arrivare al fermo amministrativo del veicolo, con l’impossibilità di circolazione dello stesso, fino alla procedura esecutiva con l’emissione di cartella esattoriale.
    Distinti saluti
    Il team Auto Europe

  165. Daniele says:

    Salve, con alcuni amici abbiamo noleggiato un auto in francia, a nome mio. Al ritorno in italia, mi è arrivata a casa la notifica di una multa per essere passato con il rosso. Abbiamo provveduto a pagare secondo le istruzioni indicate, ma ora ho il dubbio: mi verranno decurtati anche i punti sulla patente ? e se sì Quanti? Sono sicuro che nell’ora dell’infrazione non ero io alla guida..cosa mi conviene fare?
    Grazie. Saluti

  166. Luana says:

    Gentile Daniele,
    la ringraziamo per averci scritto.
    In Francia la patente a punti esiste fin dal 1992, e i punti vengono decurtati, come in Italia, secondo le norme indicate dal Code de la route francese.
    Secondo le norme vigenti, l’autorità francese dovrebbe comunicare l’eventuale detrazione a quella italiana che, a sua volta, dovrebbe notificarLe la detrazione dei punti.
    Generalmente è necessario comunicare il nome dell’effettivo conducente all’autorità che ha elevato la contravvenzione entro un termine congruo, ma, in ogni caso è sempre opportuno rivolgersi direttamente a chi ha rilevato l’infrazione, per sapere come comunicare tale nome.
    Cordiali saluti
    Il team Auto Europe

  167. Antonella C says:

    Buon giorno,
    Io ho ricevuto una multa per posta semplice dalla Spagna, completamente in tale lingua, in riferimento a un eccesso di velocità. La targa corrisponde all’auto da me noleggiata ma la data non rientra nel periodo del mio noleggio. Come è possibile dunque che sia arrivata a me?io ho noleggiato quest’auto per il 9 e 10 agosto ma la multa risulta datata 21 agosto. Come mi comporto?la spedisco al noleggio con fotocopia della ricevuta che attesta la data del mio periodo di noleggio??E se loro non dovessero pagarla?
    Grazie

  168. Silvia Tognatti says:

    Io ho preso una multa l’anno scorso ad agosto a palma di maiorca con auto a noleggio. Io l’ho pagata…però me ne è arrivata un’altra dello stesso giorno e posto….solo 4 ore prima (però non ho trovato ticket…o mi è stato tolto da qualcuno o lo stesso poliziotto vedendo auto a noleggio…ha fatto il furbo…). Chiedo: per legge devo pagare la stessa multa di 4 ore prima?..l’auto parcheggiata a fianco la mia di mio zio con targa italiana aveva 1 sola multa e non due. Grazie

  169. Luana says:

    Gentile Antonella,
    La ringraziamo per averci scritto.
    Prima di tutto occorre verificare se la data riportata nel verbale è quella del giorno in cui è stata commessa l’infrazione o se è quella in cui è stata redatta la multa, in quanto le due date potrebbero non essere coincidenti.
    Dopodichè le suggeriamo di contattare urgentemente e per iscritto (magari anticipando la comunicazione via email) la società di autonoleggio, chiedendo di verificare la correttezza del nominativo del conducente riportato nella contravvenzione, rammentando loro l’esatto periodo in cui Lei ha noleggiato l’auto presso di loro.
    Cordiali saluti
    Il team Auto Europe

  170. Cotroneo says:

    Gentile team Europe, la Spagna non ha aderito alla convenzione di Strasburgo del 1977 nella parte relativa alle notifica di sanzioni amministrative, quali quelle al codice della strada, recependo solo quelle che prevedono il coinvolgimento dell’Autorità Giudiziaria. Quindi la Spagna non accetta notifiche per violazioni al cds da altri Stati e di conseguenza non esistendo reciprocita’ per le notifiche degli atti amministrativi che riguardano sanzioni amministrative, non possono procedere ad alcuna notifica. In buona sostanza in Italia non possono notificare nulla.

  171. Luana says:

    Gentile Silvia,
    la ringraziamo per il suo commento. Generalmente non si può essere multati per la stessa infrazione nel medesimo luogo e nello stesso giorno calendariale. Tuttavia, non è consigliabile cestinare la multa ma dovrebbe cercare di fare opposizione alla stessa. In ogni caso, Le consigliamo di rivolgersi all’autorità che ha comminato la sanzione per chiedere maggiori informazioni a tal proposito.
    Cordiali saluti,
    Il team Auto Europe

  172. Valeria says:

    Buongiorno,
    con un’auto a noleggio mi è arrivata una multa dalla Germania, per un eccesso di 31 km/h rispetto al limite di velocità(con foto) di ben 317 Euro. La domanda è: Cosa potrebbe succedere se non la pagassi?

  173. Luana says:

    Gentile Valeria,
    La ringraziamo per il suo commento. Il mancato pagamento di una multa può portare ad un aggravio della stessa nel corso del tempo. Consideri inoltre che, qualora decidesse in futuro di recarsi in Germania e fosse fermata per un controllo dalle autorità locali, queste potrebbero pretendere il pagamento forzato e disporre il fermo del veicolo.
    Cordiali saluti,
    Il team Auto Europe

  174. Michele says:

    Buonasera,
    con un auto a noleggio belga sono incorso in due multe per superamento dei limiti di velocità in Olanda.
    La prima mi è arrivata 20gg dopo l’infrazione, la seconda dopo oltre 3 mesi, entrambe con posta ordinaria.
    E’ legittima una comunicazione così tardiva? In che cosa possa andare incontro se non pagassi? Possono sottrarre gli importi dalla carta di credito lasciata all’autonoleggio?
    Grazie, saluti
    Michele

  175. Antonello says:

    Salve
    Ho appena ricevuto una lettera in concetto di multa da parte dell’impresa NIVI Gestiones España. Ha tutte le caratteristiche di una multa, riferimenti normativi (legge spagnola), luogo e data dell’infrazzione, riduzione del 50% se si paga in 20 giorni dalla notifica della lettera etcc.
    I fatti: il 20 giugno corrente anno con la macchina di un amico mio spagnolo (quindi targha spagnola), viaggiavo con una velocitá di 111 km/h contro il limite di 100km/h (contenuto della lettera). La multa fu emessa dall’organismo TRANSIT (CATALOGNA) all’indirizzo del proprietario del veicolo (amico) e il mio amico fece ricorso dichiarando che guidavo io. Dopo 6 mesi, cioé questa mattina mi é arrivata questa lettera nel mio domicilio (il mio amico per fare il ricorso ha allegato una copia della mia patente) che come dicevo prima ha tutte le caratteristiche minacciatorie di una multa.
    Se non la pago a cosa andrei in contro?
    Grazie per l’importante servizio che proporzionate.

  176. Antonello says:

    Piccolo commento: ho appena visto le norme spagnole riguardante la prescrizione delle multe di traffico. Secondo le stesse norme, la sanzione è classificata come lieve (hasta 100 € leves) quindi la notifica deve arrivare nei 90 giorni successivi al fatto. Mi confermate che é cosí? In teoria non sono obbligato a pargarla? please help me

  177. antuan says:

    o preso una multa in ungheria come facio a pagarla in italia. gratie.

  178. Luana says:

    Gentile Michele,
    La ringraziamo per il suo commento. In molti paesi europei il termine di notifica del verbale è di 150 giorni e in alcuni casi è previsto un periodo più lungo per i residenti all’estero. Il mancato pagamento di un’infrazione commessa al Codice della Strada di un paese estero può avere come conseguenza non solo l’aggravio progressivo della stessa, ma anche la possibilità, qualora venisse nuovamente fermato alla guida in Olanda, di essere costretto al fermo del veicolo e al pagamento immediato di quanto dovuto. Per informazioni più specifiche relative all’Olanda deve rivolgersi all’autorità che ha comminato la multa. In alternativa, può provare ad informarsi presso l’ambasciata olandese in Italia. Riteniamo improbabile che il corrispettivo delle due multe le venga sottratto dall’autonoleggiatore attraverso la sua carta di credito, in quanto quest’ultimo ha ormai provveduto a comunicare tutti i suoi dati alle autorità locali che le hanno recapitato i verbali di infrazione direttamente in Italia.
    Cordiali saluti,
    Il team Auto Europe

  179. Luana says:

    Gentile Antonello,
    La ringraziamo per la sua richiesta. Il nostro consiglio è di pagare la multa che Le è stata inviata dalla Spagna nei termini previsti, in modo da non incorrere in un successivo aggravio della stessa. Tenga anche presente che, qualora intendesse tornare in Spagna e fosse fermato alla guida dell’auto, potrebbero obbligarla al fermo del veicolo e provvedere al ritiro della patente.
    Cordiali saluti,
    Il team Auto Europe

  180. Luana says:

    Gentile Antonello,
    Le facciamo presente che, talvolta, i tempi di prescrizione di una multa possono essere più lunghi per i cittadini residenti all’estero e arrivare anche a 360 giorni dalla data in cui l’infrazione è stata commessa. Per maggiori informazioni, comunque, Le consigliamo di rivolgersi direttamente all’autorità che ha comminato l’infrazione.
    Cordiali saluti,
    Il team Auto Europe

  181. Luana says:

    Gentile Antuan,
    La ringraziamo per il suo commento. Il nostro consiglio è di rivolgersi all’autorità che ha comminato la multa. Le daranno senz’altro tutte le indicazioni per poter effettuare un bonifico dall’Italia.
    Cordiali saluti,
    Il team Auto Europe

  182. Giuseppe Giorgio says:

    Salve,
    gentile Team, il 17 Giugno ho noleggiato un’auto in Germania, dopo un mese esatto, mi arriva una lettera dell’autonoleggio (scritta in inglese) che mi avvisa dell’infrazione da me commessa, dicendomi di aspettare che l’autorità competente mi inviasse l’ammonizione amministrativa, dopodiché me la dovevo vedere io con l’autorità. Mi addebitano spese di istruttoria di 25 euro + vat 19%, per un totale di 29.75 euro. Il 23 Luglio mi arriva l’ammonizione di pagamento da parte dell’autorità competente (scritta in tedesco) di 25 euro da pagare entro 1 settimana da quando l’ho ricevuta. Trattasi di superamento di superamento limite di velocità rilevato con autovelox (velocità rilevata 73 km/h, contro un limite di 60 km /h).
    La domanda che gentilmente Vi porgo è: volendo pagare questa multa, qual è la modalità da seguire, e soprattutto se c’è da pagare una mora visto il ritardo di 6 mesi, contro 1 settimana, ovvero l’ammontare dell’importo comprensivo di eventuali interessi.
    GRAZIE!

  183. Luana says:

    Gentile Giorgio,
    La ringraziamo per il suo commento.
    In merito a quanto da Lei riportato, Le consigliamo senz’altro di contattare l’autorità che le ha comminato la contravvenzione.
    Infatti, essendo trascorso un lasso di tempo molto ampio da quando la multa Le è stata recapitata, è opportuno ricevere precise indicazioni circa il nuovo importo da pagare, nonchè le modalità per effettuare detto pagamento.
    Cordiali saluti
    Il team Auto Europe

  184. Sergio says:

    Buongiorno, mio figlio non ha pagato il parcheggio in Croazia nel 2012, ho ricevuto la lettera dallo studio legale Corbo incaricato del recupero per la società Pulaparking il 29/513 Ho pagato il bollettino. Venerdì mi e’ arrivata un’ingiunzione di pagamento da un avvocato di Pula di 193,26 euro se pagata entro 8gg. Pensando che non fosse stata pagata la prima ho eseguito il bonifico su una banca italiana di Trieste. Ora avendo in mano la ricevuta del primo pagamento come posso fare per richiedere il rimborso di quanto non dovuto? Faccio presente che nell’ingiunzione c’era compreso anche il pagamento della traduzione in lingua italiana. Possibile che il primo avvocato non abbia versato l’importo da me piagato in prima presentazione? Complimenti per il blog Sergio

  185. Luana says:

    Gentile Sergio,
    La ringraziamo per il suo commento. È possibile che alla base del recapito delle due multe ci sia un malinteso. Il nostro consiglio è di contattare gli studi legali in questione per chiedere un chiarimento in merito ed eventualmente farsi indicare le modalità per procedere ad un recupero del pagamento della prima multa.
    Cordiali saluti,
    Il team Auto Europe

  186. Stefano says:

    Buongiorno, mi é arrivata una multa a casa da una ditta di riscossione inglese, per una sosta non pagata in Ungheria, l’auto ce l’aveva la mia ragazza e sul parabrezza non é stata lasciata alcuna notifica, dopo 2 mesi é arrivata questa richiesta di pagamento dove dicono di avermi fatto anche il favore di aggiornare i prezzi, 90 euro, ho fatto ricorso dicendo che non ho trovato la multa sul parabrezza e che non ritenevo giusto pagare la maggiorazione, loro dicono che il ricorso non é valido, cosa devo/posso fare? Grazie dell’aiuto

  187. Luana says:

    Gentile Stefano,
    La ringraziamo per la sua richiesta.
    Il nostro consiglio è di pagare la multa che Le è stata inviata, in particolare qualora sia sua intenzione tornare in futuro in Ungheria.
    Infatti, se Lei, o altro conducente della sua auto, venisse fermato dalla polizia stradale ungherese, potrebbe essere costretto al pagamento della multa non saldata, con probabile e salatissima penale, e rischio di fermo del veicolo e contestuale ritiro della patente.
    Tenga inoltre presente che, poiché la riscossione della sua multa è stata affidata ad una società di recupero crediti, questa potrebbe intentare un’azione legale, in Italia, nei suoi confronti, con conseguente aggravio di spesa.
    Cordiali saluti,
    Il team Auto Europe

  188. Pierluigi says:

    Buongiorno,

    ho appena ricevuto una lettera da una società di riscossione olandese per il pagamento di una multa per Autovelox.

    si tratta di auto noleggiata e 2 mesi fa la società di noleggio mi aveva anche iaddebitato sulla carta 42,5 Euro per la gestione della pratica.

    adesso se non pagassi questa multa, rischierei semplicemente nel caso in cui mi fermassero in futuro in Olanda, o l’autorità olandese puo anche richiedere i soldi alla società di noleggio e addebitarmi automaticamente costi sulla carta?

  189. Luana says:

    Gentile signor Pierluigi,
    La ringraziamo per averci scritto. Premesso che reputiamo giusto il pagamento della multa qualora l’automobilista abbia commesso una violazione del Codice Stradale e che il nostro consiglio è di effettuare il pagamento, riteniamo piuttosto improbabile che il pagamento della multa possa essere effettuato dall’autonoleggiatore attraverso la sua carta di credito.
    Cordiali saluti,
    Il team Auto Europe

  190. ludivine says:

    Buongiorno ,

    Mio marito ha preso una multa in francia con la macchina di mio fratello francese con patente francese, al mio fratello ( francese ) è stato communicato il ritiro della patente per grande eccesso di valocità piu di 50 km ( prima volta) , dobbiamo dichiarare che c’era mio marito al volante cosa rischia ? Mio marito e italiano con patente italiana , richia anche lui il ritiro della patente o solo una multa ? rischia anche il ritiro di punti ?

    Grazie

  191. Luana says:

    Gentile Ludivine,
    La ringraziamo per il suo commento. Se suo marito ha commesso l’infrazione è giusto che sia lui a rispondere della stessa e quindi a nostro parere va comunicata la vera identità del guidatore. Probabilmente suo marito rischia solo una multa e la decurtazione dei punti dalla patente. Tuttavia per maggiori informazioni Le consigliamo di mettersi in contatto con le autorità italiane.
    Cordiali saluti,
    Il team Auto Europe

  192. Pier Paolo says:

    Salve,
    volevo porre il seguente quesito…
    A metà Dicembre 2014, mi trovavo a Malta con la mia auto con targa italiana e nel percorrere una strada fuori città, mi ha fotografato un autovelox fisso.
    1) Alcune amici, mi hanno detto che il verbale non arriverà mai dato che l’auto è targata italiana e io ho residenza in Italia, è vero tutto ciò?
    2) Se il verbale arriverà, quali sono i tempi di notifica massima, sempre 90 come per l’italia?
    Grazie

  193. Luana says:

    Gentile Pier Paolo,
    La ringraziamo per aver lasciato il suo commento.
    Non siamo in grado di dirLe se e come l’autorità competente maltese provvederà alla notifica della multa.
    Infatti, in alcuni casi provvede direttamente chi ha riscontrato l’infrazione, in altri casi, l’autorità amministrativa si avvale dell’opera di appositi studi legali o società di riscossione siti nel Paese di immatricolazione dell’auto.
    Circa poi i tempi di notifica, tenga conto che, normalmente, i termini ordinari non si applicano qualora risulti che l’auto oggetto di sanzione sia di diversa nazionalità; in questi casi, infatti, il termine di notifica può protrarsi fino a 150-180 giorni.
    Cordiali saluti
    Il team Auto Europe

  194. Pier Paolo says:

    Gentilissimo team Auto Europe,
    La ringrazio tanto per la cortese e completa risposta.
    Saluti e buona serata
    Pier Paolo

  195. angelo says:

    Salve mi è arrivata una raccomandata dala repubblica Ceca (tutto scritto in ceco…che ho fatto tradurre) in cui mi si chiede di confermare i dati anagrafici e mi si contesta di Aver superAto il limite di velocità in un tratto autostradale di 20 kmh. Nessun importo richiesto per il momento. Mi infastidisce che mi abbiano mandato il documento di due pagine in ceco scrivendo in italiano solo che i costi di traduzione sono a mio carico. L’auto è noleggiato presso un rent Car a Praga. Cosa rischio? Possono perseguirmi?
    Grazie mille per un feedback.

  196. Luana says:

    Gentile Angelo,
    La ringraziamo per avere lasciato il suo commento.
    Generalmente, in caso di multa presa all’estero su macchina a noleggio, la riscossione della multa è affidata alla stessa autorità che ha rilevato la sanzione, o ad apposita società che si occupa di recupero crediti.
    E’ altrettanto frequente che la società noleggio auto contatti il cliente per il recupero delle cosiddette spese amministrative, ovvero le spese che ha sostenuto per fornire all’autorità pubblica i dati di chi era alla guida dell’auto a noleggio durante quella giornata.
    Inoltre, è plausibile che, poichè l’auto che ha commesso infrazione risulta immatricolata nella Rep. Ceca, il verbale sia emesso esclusivamente in lingua originale, poichè la Direttiva Europea in materia stabilisce che debba essere tradotta in altra lingua solo in caso che l’auto risulti immatricolata in altro Paese.
    I rischi a cui si va incontro sono in gran parte legati al fatto che, in caso si venga fermati per un controllo nello stesso Paese, Le verrebbe richiesto di pagare la sanzione, debitamente aumentata delle penali nel frattempo maturate; in alcuni Paesi, poi, si può giugngere fino al fermo amministrativo del veicolo.
    Cordiali saluti
    Il Team Auto Europe

  197. Gianni says:

    alcuni giorni fa mi sono visto recapitare una multa per eccesso di velocità (39 km/h) in più del limite in Germania tramite autovelox ; la lettera è scritta in tedesco ed è accompagnata da un modello da compilare ma non conosco la lingua e mi chiedevo cosa servisse e se fosse necessario compilarla magari per avere uno sconto sanzionatorio? Quanto ammonterà secondo voi la multa? avendo un’auto a noleggio la multa verrà inviata a me o all’agenzia di noleggio? è possibile anche una detrazione di punti avendo la patente italiana?
    Grazie a tutto lo staff

  198. Luana says:

    Gentile Signor Gianni,
    La ringraziamo per il suo commento.
    In merito al modello che Le è stato inviato, il nostro consiglio è quello di cercare in ogni caso di compilarlo e restituirlo al mittente; in questi casi la procedura “conciliatoria” porta comunque ad evitare inasprimenti, anche gravi, delle sanzioni.
    Tenga presente che l’entità della sanzione potrebbe essere notevole; in caso di limite superato di oltre 30 km/h, oltre che una multa, che si aggira tra i 120 e i 160 euro (variabile a seconda del fatto che l’infrazione sia commessa in aree extraurbane o urbane), è prevista la detrazione di punti (2 punti), nonchè la sospensione della patente per un mese.
    Queste sanzioni ulteriori sono condizionate al fatto che l’autorità tedesca comunichi o meno a quella italiana l’infrazione commessa.
    La multa, qualora Lei compili il modulo inviatoLe, dovrebbe ragionevolmente arrivare direttamente a Lei; tuttavia, nel caso in cui dovesse essere spedita alla società di autonoleggio, quest’ultima probabilmente Le imputerebbe anche un’ulteriore costo di trattazione della pratica.
    Cordiali saluti
    Il team Auto Europe

  199. Geo says:

    Salve mi è arrivata casa una multa di 85 € per aver pagato la vignetta in Ungheria in ritardo 1 e mezza? cio loro hanno fatto la foto alle 20:45 e io ho pagato alle 22:00. Come è possibile che ti fanno una multa in Ungheria? per una pedaggio pagato in ritardo senza nessuna informazione che ti avvisava prima? ho contestato ma mi hanno detto che devo pagarla lo steso anche se in primo autogrill dove ho cercato di acquistarla e loro non potevano farla in quel momento ,ci siamo fermati a mangiare e poi in seguito comprata……che metodo truffaldino di fare le multe mi è passata la voglia di andare in Ungheria…..

  200. Luana says:

    Gentile Signor Geo,
    grazie per avere lasciato il suo commento.
    Purtroppo per la legge ungherese, così come per gli altri Paesi dove il pedaggio stradale si paga tramite vignetta, è obbligatorio essere in possesso della stessa non appena si inizia a percorrere una strada a pedaggio.
    Non è perciò sufficiente acquistare la vignetta nel corso della stessa giornata: la vignetta, infatti, deve essere posseduta fin dal primo istante in cui ci si immette nella strada per cui è richiesto un pagamento.
    Riteniamo perciò che la multa debba essere pagata e che un eventuale ricorso abbia scarse possibilità di essere accolto.
    Cordiali saluti
    Il team Auto Europe

  201. Danilo says:

    Buongiorno, il 22 cm. In Germania ho visto chiaramente scattare il flash dell’autovelox , andavo a 80 invece di 50, il guaio che la macchina è con targa tedesca e il proprietario ha giustamente paura per la sua patente, io ho quella italiana, qualcuno per cortesia mi sa dire a quanto ammonterà la multa e se eventuali punti verranno tolti a me ? Grazie della cortese risposta Danilo

  202. Luana says:

    Gentile Danilo,
    La ringraziamo per la Sua richiesta. In Germania la sanzione per il superamento dei limiti di velocità prevede una multa calcolata in base al numero di chilometri in eccesso, eventuale sottrazione di punti della patente e divieto di guida. Se ha superato il limite di velocità di 30 chilometri orari in città la multa dovrebbe aggirarsi intorno ai 100 euro e costarle due punti della patente e il ritiro della stessa per un mese. Se la velocità in eccesso è stata rilevata su strade extraurbane la sanzione dovrebbe essere di circa 80 euro e prevedere la sottrazione di 1 punto dalla patente. Se il limite di velocità che ha superato è maggiore di 30 km/h la sanzione ovviamente si inasprisce. Qualora decida di comunicare alle autorità locali che è stato lei a commettere l’infrazione e non il proprietario del veicolo, queste possono comunicare all’autorità italiana l’infrazione commessa e questo le costerebbe la sottrazione di punti dalla patente italiana.
    Cordiali saluti,
    Il team Auto Europe

  203. Stefano says:

    Ho noleggiato un’auto in Spagna. Mi sono appena arrivate ben 2 notifiche per 2 differenti infrazioni (una delle 2 so essere per eccesso di velocità di oltre 30 km/h su autostrada). Le notifiche però sono arrivate solo via mail da una società incaricata dalla società di autonoleggio che si occupa della trasmissione dei dati alle autorità che li richiedono. Per questa amabile attività mi hanno addebitato 40 euro (da moltiplicare x 2 notifiche); questo importo sono “costi amministrativi”, nulla a che vedere con il valore delle multe.
    Come funziona ora? Possono le autorità spagnole addebitare le multe su carta di credito fornita alla società di noleggio?
    Come fanno a far valere la multa in Italia? Cosa succede con i punti?

  204. Luana says:

    Gentile signor Stefano,
    La ringraziamo per aver lasciato un commento al nostro blog. È improbabile che addebitino anche il costo delle multe sulla carta di credito. Verosimilmente dopo la trasmissione dei dati del guidatore alle autorità locali, queste provvederanno a recapitale le contravvenzioni direttamente in Italia. Qualora le multe non vengano pagate, si produrrà un aggravio della stessa nel corso del tempo e, nel caso in cui si recasse nuovamente in Spagna e venisse fermato per ordinari controlli, rischierebbe l’obbligo del pagamento immediato di quanto dovuto o il fermo del veicolo e il ritiro della patente. Per quanto riguarda i punti della patente, sussiste la possibilità che le autorità spagnole comunichino le infrazioni alle autorità locali e in questo caso i punti le verrebbero sottratti dalla patente italiana.
    Cordiali saluti,
    Il team Auto Europe

  205. Alessandro says:

    Ieri ho preso un multa in Germania. Sono un commerciante d’auto e le importo in Italia, quindi quando ritiro le auto che acquisto utilizzo la targa prova della società. Sulla carta verde dell’assicurazione la Germania risulta uno dei paesi europei in cui si può usare questo tipo di targa ma la polizia ci ha detto che non è valida e ci ha dato una multa salatissima. Altre volte siamo stati fermati ma non ci hanno mai contestato la targa. E’ possibile fare ricorso?

  206. Luana says:

    Gentile Alessandro,
    La ringraziamo per la Sua richiesta. Purtroppo non siamo a conoscenza di questa informazione e possiamo solo consigliarle di prendere contatti con la motorizzazione (Kfz Zulassungsstelle) della città in cui è stata acquistata l’auto per cercare di informarsi meglio. A questa pagina può cercare l’indirizzo.
    Cordiali saluti,
    il team Auto Europe

  207. oscar says:

    Salve, mi è stato comunicato via mail dalla società di noleggio auto, l’addebito su carta di credito delle spese amministrative di due multe perse in sud Adlfrica, preanunciandomi inoltre il futuro addebito delle due multe. Non essendo sicuro di quanto contestatori, vorrei non pagare. È il caso di fare il disconoscimento degli addebiti direttamente presso la compagnia che gestisce la carta di credito (Mastercard)?

  208. Monica says:

    salve vivo in svizzera , ho preso una multa per ecesso di velocità in Italia, cosa succede se non dovessi pagarla? Grazi

  209. Luana says:

    Gentile Signor Oscar,
    la ringraziamo per la Sua richiesta.
    E’ evidente che la società di autonoleggio, proprietaria della vettura nei confronti della quale sono state elevate le multe, è in grado di dimostrare facilmente chi aveva la disponibilità dell’auto nel momento dell’infrazione; quindi, quando riceve una o più multe, l’autonoleggiatore addebita le spese di amministrazione al cliente. A questo addebito normalmente fa seguito l’invio della contravvenzione vera e propria, da pagare generalmente all’autorità che ha rilevato l’infrazione.
    Non è quindi consigliabile il disconoscimento degli addebiti, in quanto la richiesta di addebito potrebbe essere corretta; è sicuramente più efficace contattare l’autonoleggiatore e farsi dare tutti i dettagli della multa. Solo qualora sia evidente che la contravvenzione è illegittima è necessario impugnarLa secondo le modalità normalmente indicate nel verbale.

  210. Luana says:

    Gentile Sig.ra Monica, La ringraziamo per la sua richiesta.
    Auto Europe consiglia sempre di pagare le multe ricevute o, se si ritiene che sia stata irrogata ingiustamente, di contestarla nei modi previsti dalla legge.
    Il mancato pagamento della multa infatti, soprattutto quando si tratta di Paesi confinanti come Italia e Svizzera, viene comunicato al competente Registro Automobilistico, in modo che l’autorità che ha elevato la contravvenzione possa risalire ai dati del proprietario.
    Inoltre, nel caso in cui si venga fermati per controlli nel Paese in cui è stata rilevata l’infrazione, il mancato pagamento della multa può comportare l’inasprimento della sanzione, fino ad arrivare al sequestro del veicolo.

  211. Giordano says:

    Salve
    a seguito di un noleggio auto in Martinica lo scorso dicembre/gennaio, la società di autonoleggio mi ha inviato per posta una multa per eccesso di velocità datata 7/1/15 a lei intestata dicendomi che ne arriverà una intestata a me dopo che loro hanno comunicato i miei dati alle autorità competenti. La mia domanda è:
    essendo la Martinica un territorio d’oltre mare francese cosa mi può succedere se non pagassi questa multa e mi recassi in Francia?
    Spero di essere stato chiaro.
    Grazie

  212. Luana says:

    Gentile Giordano,
    La ringraziamo per averci scritto. Purtroppo non siamo in grado di dirLe se il mancato pagamento della multa in Martinica possa pregiudicare la sua posizione in Francia qualora dovesse essere fermato per un controllo. Il nostro consiglio è di pagare la multa qualora l’infranzione sia stata commessa o di impugnarla se la si ritiene illeggittima.
    Cordiali saluti,
    Il team Auto Europe

  213. Edoardo says:

    Buongiorno! Mi è pervenuta una lettera, evidentemente di qualche Autorità di Innsbruck in Austria, scritta in tedesco (lingua che non conosco) intimandomi di comunicare loro entro due settimane (sottolineato!), se ho ben capito dalla confusa traduzione automatica, chi fosse alla guida del mio veicolo in una certa località del Tirolo, in una data ed ora di oltre cinque mesi fa. Presumo, dato che non è riportato, che mi si voglia accollare una contravvenzione: vorrei sapere, se così fosse, perché quella Autorità non abbia provveduto ad una regolare notifica, grazie agli accordi bilaterali che prevedono anche l’utilizzo della lingua contravventore e se, e dopo quanto dal rilevamento di una contravvenzione, decada la validità della contravvenzione, sempre che sia stata notificata in accordo di quanto previsto dalla legge Italiana in questi casi.

  214. Luana says:

    Gentile Signor Edoardo,
    La ringraziamo per averci scritto.
    In merito alle sue domande, occorre distinguere se lei intende contestare il merito, ovvero il trovarsi in quella data località dove è stata rilevata l’infrazione: in tal caso, occorre impugnare formalmente la multa.
    Se invece lei intende contestare le modalità (mancata traduzione in italiano, tardiva notifica), le consigliamo di contattare direttamente l’autorità che ha elevato la contravvenzione, eventualmente specificando la necessità di avere le dovute informazioni nella lingua del Paese in cui il veicolo risulta immatricolato.
    Cordiali saluti.
    Il team Auto Europe

  215. Raffaele says:

    Buongiorno, sono uno studente italiano iscritto ad un’università spagnola privata di Madrid. L’anno scorso, per poter acquistare una motocicletta con targa spagnola, ho richiesto ed ottenuto il NIE, documento necessario per gli stranieri per poter ultimare qualunque acquisto di un bene mobile e di una polizza assicurativa; ovviamente, non trattandosi di un documento d’identità assoluto, esso si basa e si rifà al reale documento identificativo, la carta di identità italiana, però contiene il domicilio (non residenza, attenzione) personale qui in Spagna. Ora..dopo un’anno ho venduto tale mezzo e ho scelto di portarmi qui in Spagna la mia auto italiana.
    Premetto che in assoluto tutti gli amici e conoscenti che hanno qui le loro auto con targa italiana non hanno mai ricevuto a casa notifiche di infrazioni per eccesso di velocità etc. La questione su cui ho dubbi è la seguente: proprio ieri transitando nei pressi di un autovelox a 110km/h invece che 100 ho visto chiaramente il bagliore del flash dell’apparecchio. Ora..se non avessi il NIE sarei “tranquillo”, però ho il dubbio che possa arrivarmi la multa qui al domicilio spagnolo. Che io sappia, gli organi atti alla certificazione e notifica delle infrazioni prendono i dati di residenza dell’automobilista dalla targa (quando Paese e targa coincidono), però è possibile che lo stato spagnolo possa ricollegare la targa italiana, e quindi i mio nominativo, al domicilio spagnolo essendo loro in possesso dei miei dati dal NIE?
    Spero di aver descritto chiaramente la situazione!
    Grazie!

  216. Alberto says:

    Buongiorno, ho noleggiato un’auto in Francia nell’agosto del 2014. Ho ricevuto una cartella esattoriale(non una multa) , l’altro ieri, in cui mi si informa che devo pagare non solamente la multa per eccesso di velocità, ma anche la sovrattassa per il mancato pagamento. Il problema è che io non ho mai ricevuto la multa sono stato, quindi, impossibilitato a pagare nei termini previsti. L’azienda di noleggio verso settembre 2014 mi aveva informato che mi era stata notificata una multa e, per questo, mi aveva addebitato 19 euro di costi di notifica. La multa vera e propria, però non l’ho mai vista.
    Ovviamente ho intenzione di contestare la sovrattassa, ma volevo sapere se questa problematica vi è nota

  217. Luana says:

    Gentile Raffaele,
    La ringraziamo per la Sua richiesta. In teoria è possibile che la multa arrivi per gli accordi bilaterali esistenti tra i paesi comunitari. Ma ovviamente non siamo in grado di dirLe con certezza se Le arriverà. Nel caso in cui la multa dovesse arrivarLe è probabile che Le venga inviata direttamente in Italia all’indirizzo di residenza riportato sulla patente. Come ovvio, qualora Lei non intenda contestare l’infrazione, Le consigliamo di pagare la multa, in quanto la stessa, rimanendo associata alla targa della sua autovettura, se inevasa potrebbe comportare sanzioni molto più gravose qualora Lei venisse successivamente fermato in Spagna per controlli.
    Cordiali saluti
    Il team Auto Europe

  218. Luana says:

    Gentile Sig. Alberto,
    La ringraziamo per avere lasciato il suo commento nel nostro blog.
    In merito alla sua richiesta, non avendo ricevuto segnalazioni di casi analoghi in passato, Le consigliamo di contestare, nei modi e nei termini che dovrebbero essere indicati nella cartella esattoriale, l’addebito per ritardato pagamento, spiegando che la multa in oggetto non risulta esserLe stata notificata in precedenza.
    Inoltre, Le consigliamo di contattare l’agenzia di autonoleggio per verificare se abbiano provveduto ad effettuare gli adempimenti richiesti una volta ricevuta la multa e per i quali, come Lei sostiene, Le hanno addebitato 19 euro.
    Cordiali saluti
    Il Team Auto Europe

  219. Andrea says:

    Buona sera,
    sono Italiano ma vivo in Repubblica Ceca, ad un mio amico (Ceco) é arrivata una multa dal comune di Padova per accesso in ZTL , lui aveva una machina a noleggio ma non so come non gli é stata adddebitata sulla carta di credito dalla societá di noleggio bensi gli é stata notificata qui in Repubblica Ceca e gli viene chiesto il pagamento tramite carta di credito o bonifico bancario.non al comune ma ad una societá di nome ABACO SPA.
    Cosa succede nel caso in cui decida di non pagare? é regolare tale procedura?
    Grazie

  220. Salvatore Sorbino says:

    Salve, ho ricevuto qualche giorno fa una multa dalla Germania per eccesso di velocità di circa 100 euro. L’auto, che ora non ho più, era intestata a mia madre, ultrasettantenne, che peraltro non guida più. Viste le premesse, cosa rischio non pagando?
    Grazie

  221. Luana says:

    Gentile Andrea,
    La ringraziamo per la Sua richiesta. È piuttosto normale, che in caso di multa con l’autonoleggio, la società noleggiatrice si limiti a comunicare i dati del guidatore alle autorità locali e a prelevare dalla carta di credito una tassa di servizio. Spetterà poi al guidatore pagare la contravvenzione una volta che sarà stata ricevuta dalle autorità locali. Inoltre, ci sono alcuni comuni, come probabilmente la città di Padova, che si serve di società private per la riscossione di imposte anche all’estero. Nel caso in cui la multa non venga pagata il suo amico rischia un aumento del valore della contravvenzione nel corso del tempo, nonché il fermo del veicolo che in quel momento sta guidando qualora dovesse essere nuovamente fermato in Italia per controlli.
    Cordiali saluti,
    Il team Auto Europe

  222. Luana says:

    Gentile Salvatore,
    La ringraziamo per il Suo commento. Il nostro consiglio è di pagare la multa che Le è stata recapitata, soprattutto se questa è stata emessa per giusta causa. Il rischio è vedersi recapitare un ulteriore inasprimento della contravvenzione fino al pignoramento dei beni qualora le autorità decidessero di non soprassedere.
    Cordiali saluti,
    Il team Auto Europe

  223. francesco says:

    buon giorno, mi è appena arrivata una multa con autoveloix presa in Francia nell agosto 2014 ( 8 mesi fa) con macchina a nolo .. ora vorrei sapere che cosa succede se non la pago? ci sono dei termini di prescrizione?? e se devo pagarla non è che poi anche la società di nolo mi addebita la cifra ?

  224. Luana says:

    Gentile signor Francesco,
    La ringraziamo per il suo commento. In Francia i termini di prescrizione di una contravvenzione sono di un anno dalla data dell’infrazione. Il mancato pagamento della multa produrrebbe probabilmente un successivo aggravio della stessa nel corso del tempo e potrebbe causarle problemi (come il fermo del veicolo) con le autorità locali francesi qualora si ritrovasse nuovamente alla guida di un auto in Francia e venisse fermato per controlli. Dopo 8 mesi è improbabile che l’autonoleggiatore prelevi la cifra dalla sua carta di credito. Verosimilmente dovrebbe averLe addebitato un costo di servizio quanto ha ricevuto la multa ed ha comunicato i suoi dati alle autorità locali.
    Cordiali saluti,
    Il team Auto Europe

  225. salvatore says:

    Salve.mi ê arrivata tramite posta ordinaria un sollecito di pagamento per un mancato pagamento di parcheggio in croazia datato agosto 2012.Il sollecito mi é stato mandato tramite un agenzia londinese.devo pagarla?

  226. salvatore says:

    Aa dimenticavo.l’agenzia si kiama euro parking collection e sulla lettera la foto della mia auto si vede solo la targa.grazie

  227. Silvia Di Giorgi says:

    Buongiorno, mi è stata recapitata una multa dalla Germania, in lingua tedesca, con allegata foto autovelox, per superamento del limite di velocità di 33km in strada extra urbana. Da ciò che sono riuscita a capire, in quanto è presente una informativa anche in inglese, vogliono avere risposta se riconosco l’infrazione. Non è presente nessun tipo di richiesta di pagamento, e neanche di quanto ammonta la multa. In questo caso a quali sanzioni si va incontro oltre a quelle pecuniarie? Grazie

  228. Luana says:

    Gentile Silvia,
    La ringraziamo per il suo commento al nostro blog. Il superamento dei limiti di velocità in Germania tra i 31 e i 40 km/h in strada extra urbana viene sanzionato generalmente con 120 euro di multa e la sottrazione di 1 punto della patente.
    Cordiali saluti,
    Il team Auto Europe

  229. Luana says:

    Gentile Salvatore,
    La ringraziamo per la Sua richiesta. Negli ultimi tempi ci è capitato spesso di ricevere segnalazioni da parte di automobilisti italiani che, come Lei, hanno ricevuto una multa da una società di riscossione di imposte per mancato pagamento di parcheggio in Croazia. Il nostro consiglio è pagare, se l’infrazione è stata commessa. In caso contrario rischia un progressivo inasprimento della stessa nel corso del tempo e problemi qualora venisse fermato nuovamente alla guida in Croazia.
    Cordiali saluti,
    Il team Auto Europe

  230. Luana says:

    … a maggior ragione, se si tratta della sua auto e se l’infrazione è stata commessa, le suggeriamo di procedere al pagamento della multa nei termini prestabiliti.
    Ancora cordiali saluti,
    Il team Auto Europe

  231. piero says:

    Buongiorno,
    sono stato flashato in francia per un eccesso di velocita (8 km /h in piu, 46 euro di multa e un punto in meno sulla patente) .
    la macchina e intestata ad un mio amico. Vorrei sapere se dichiarando che ero io alla guida mi verranno tolti dei punti sulla mia patente italiana. cordiali saluti

  232. Luana says:

    Gentile Piero,
    La ringraziamo per il Suo commento. Sì, esiste la possibilità che le autorità francesi comunichino a quelle italiane la sanzione e che avvenga la sottrazione del punto sulla sua patente italiana.
    Cordiali saluti,
    Il team Auto Europe

  233. Francesco says:

    Salve ho la targa italiana se lascio la macchina sulle strisce a parigi senza mettere il grattino e mi fanno la multa, poi la multa mi arriverà in italia? Grazie anticipatamente

  234. Luana says:

    Gentile Francesco,
    La ringraziamo per il Suo commento. Certo, per via degli accordi bilaterali esistenti tra Italia e Francia in materia di condivisione di informazioni in caso di infrazioni stradali è assai probabile che la multa Le venga recapitata direttamente in Italia.
    Cordiali saluti
    Il team Auto Europe

  235. Alessandro says:

    Buongiorno, il mese scorso ho noleggiato una macchina con hertz in Belgio e mi è arrivata ieri a casa – con posta ordinaria – un verbale della polizia in cui si evince dalla traduzione da me fatta con un traduttore (siccome era in lingua olandese da me sconosciuta) che mi veniva notificata una sanzione per eccesso di velocità in autostrada. la compagnia di noleggio nella prima pagina mi ha indicato i costi di gestione amministrativa di 36 e per quando riguarda la multa invita a seguire quanto indicato nel verbale.
    ora dalla mia traduzione si evince che:
    1- entro 15 giorni dalla notifica del verbale devo spedire un modulo in cui si comunicano dati guidatori, si se vuole opporsi con ricorso, e altre informazioni, tralasciando il fatto che è stato notificato all’autonoleggio in data 30 aprile e a me è arrivata a casa in data 13 maggio (quindi essendo già trascorsi i 15 giorni);
    2 – nulla dice di quanto sia la sanzione né le modalità di pagamento.
    Vorrei chiedere gentilmente se sapete darmi qualche info in più: esiste una responsabilità penale come in svizzera in caso non paghi? il belgio ha ratificato qualche convenzione speciale relativa a sanzioni?
    grazie mille
    Alessandro

  236. Luana says:

    Gentile signor Alessandro,
    La ringraziamo per la Sua richiesta. Sebbene non ci risulti che in Belgio il superamento dei limiti di velocità comporti il sorgere di una responsabilità penale, tenga conto che le autorità di quel Paese sono particolarmente rigorose nell’applicazione delle sanzioni derivanti da questo tipo di infrazione. Inoltre, tenga presente che le direttive europee, a prescindere dal contenuto di specifiche convenzioni, consentono uno scambio veloce di dati relativi a veicoli e patenti degli stati aderenti, per cui per l’automobilista inadempiente non è facile sfuggire alle contravvenzioni per certi tipi di violazione del codice stradale, come il superamento dei limiti di velocità. Molto probabilmente il mancato pagamento della multa può produrLe un aumento dell’importo della stessa nel corso del tempo, e qualora dovesse essere nuovamente fermato al volante per un controllo in Belgio, potrebbe essere “costretto” al pagamento da un fermo del veicolo.
    Cordiali saluti,
    Il team Auto Europe

  237. simone says:

    Buongiorno ieri mi trovavo a nizza sulla promenade Des sanglais sopra l’aeroporto eravamo sui 100 km orari e abbiamo preso un laser ma davanti volevo sapere che sanzioni ci sono ?? E l’auto in questione era a noleggio il limite era 70 penso la ringrazio per il vostro aiuto.

  238. Luana says:

    Gentile Simone,
    La ringraziamo per il Suo commento. Per il superamento dei limiti di velocità in Francia inferiore a 50 km/h viene generalmente applicata una sanzione di 135€. La multa sarà recapitata all’autonoleggiatore che provvederà a rilasciare i dati del guidatore alle autorità locali e ad applicare una sovratassa amministrativa che verrà sottratta direttamente dalla carta di credito. Le autorità francesi provvederanno poi a recapitarLe la multa in Italia.
    Cordiali saluti,
    Il team Auto Europe

  239. Elena says:

    Buonasera,
    Mi è arrivato un Verwarnung mit Verwarnungsgeld dalla Germania causa superamento dei limiti di velocità di 20km/h.
    L’importo è quantificato con 30€ ma non capisco dove si debba pagare questa multa. Potreste gentilmente indicarmi un sito Internet?

  240. Luana says:

    Gentile Elena,
    La ringraziamo per la Sua richiesta. Generalmente dovrebbe essere possibile pagare tramite bonifico bancario e le modalità di pagamento dovrebbero essere state indicate nella lettera che ha ricevuto.
    Cordiali saluti,
    Il team Auto Europe

  241. ermanno tunioli says:

    quanto tempo deve passare per una notifica dal’ungheria? ho ricevuto una notifica di infrazione perchè dicono che giravo per l’ungheria senza aver pagato il pedaggio “vigneta” questo il 19.03.15. la notifica mi è arrivata il 19.05 15 oltre i tre mesi che in italia devono passare per una notifica. Visto il ritardo ho gettato la ricevuta del versamento della vigneta quindi non riesco a fare ricorso. mi sa dire il tempo che deve passare per la notifica?

  242. Marco says:

    Buongiorno,
    Ho noleggiato un’auto in Spagna, dopo 2 settimane ho ricevuto, per raccomandata da parte dell’autonoleggio, una notifica per una sanzione per eccesso di velocità nei Paesi Baschi, per la quale mi hanno addebitato 40€. Nella parte della multa scritta in spagnolo del “gobierno basco”, mi additano per l’infrazione un importo di 100€, se pagati nei 20 giorni con uno sconto del 40%. I documenti spagnoli sono specie delle richieste delle generalità e Il problema è che su tutti i fogli c’è scritto che il documento non serve per il pagamento. quindi cosa dovrei fare? compilare i campi ri inviarli in Spagna e aspettare la sanzione con i metodi di pagamento? che succede se non pago?
    Grazie Marco

    Come fanno a far valere la multa in Italia? Cosa succede con i punti?

  243. laura says:

    ho ricevuto una multa dalla Svizzera, prima mi è arrivata una richiesta di identificativo guidatore per in infrazione di velocità che sarebbe stata trattata in sede di giudizio ordinario (non amministrativo) al quale non ho dato risposta in quanto la medesima lettera (posta ordinaria) concludeva, sottolineandolo, che potevo non partecipare agli atti e rifiutarmi di rispondere alle domande . (data spedizione 15.11.2012) . Comunicavano inoltre che mi sarebbe giunta la decisione del pubblico ministero sulla multa ( senza alcun riferimento di importo ).
    Poi mi è arrivata sempre per posta ordinaria una lettera in tedesco con allegato bollettino di pagamento per l’importo di 635 franchi svizzeri che ho pagato tramite banca pochi giorni dopo averla ricevuta .(data spedizione 04.06.2013).
    Oggi la polizia della mia città è venuta a casa mia chiedendo di dover attestare le mie generalità su richiesta in rogatoria dell’autorità svizzera .
    Pur avendo documentato l’avvenuto pagamento la polizia mi ha chiesto di recarmi presso i loro uffici per le procedure del caso .
    Concludo dicendo che il conducente è la stessa persona proprietaria dell’auto, nonché la pagante della multa, e che lo stesso ufficiale di polizia mi ha avvisata di non recarmi in Svizzera in quanto rischiavo di incorrere in un fermo giudiziario con sequestro cautelativo del mezzo !!
    A questo punto come mi libero da questa faccenda ?

  244. Luana says:

    Gentile signor Ermanno,
    la ringraziamo per il suo commento. Per quanto riguarda la multa ricevuta, non conosciamo i termini entro i quali l’Amministrazione ungherese deve notificare le multe per le violazioni al codice della strada. Tenga presente che generalmente i tempi di notifica sono più lunghi se la multa deve essere recapitata a residenti all’estero. È dunque probabile che le autorità locali abbiano almeno un anno a disposizione per poter notificare la contravvenzione.
    Distinti saluti
    Il team Auto Europe

  245. Luana says:

    Gentile Marco,
    La ringraziamo per il suo commento al nostro articolo. Per poter pagare la multa deve seguire le istruzioni che le sono state inviate e confermare i dati del guidatore. Il mancato pagamento della multa produce un inasprimento dei costi della stessa nel corso del tempo e problemi con le autorità locali qualora dovesse essere fermato in Spagna per un controllo, come ad es. il fermo del veicolo fino a sopraggiunto pagamento. La multa viene fatta valere in Italia in virtù delle rogatorie internazionali e gli stessi punti vengono sottratti nel caso in cui il paese che ha inviato la multa preveda, come l’Italia, il sistema a punti per la patente.
    Cordiali saluti,
    Il team Auto Europe

  246. Luana says:

    Gentile Laura,
    La ringraziamo per aver condiviso la sua esperienza con noi. Purtroppo non siamo in grado di dirLe come risolvere questa spiacevole vicenda. Forse l’unico modo per capire perchè al pagamento della multa sia scattata comunque la richiesta di rogatoria internazionale è rivolgersi direttamente alle autorità svizzere che hanno commissionato la multa. In ogni caso, considerato che è stata invitata dalla polizia a recarsi presso i loro uffici, è opportuno chiedere anche a loro un consiglio circa il modo migliore d’agire senza dover incorrere in ulteriori spiacevoli contrattempi.
    Cordiali saluti,
    Il team Auto Europe

  247. Carlo C says:

    Buongiorno,

    domenica scorsa mi hanno fermato in Austria dopo avermi “fotografato” a 180km/h con limite 80km/h . Mi hanno ritirato la patente e dato 500€ di multa (pagata in loco). L’ufficiale di polizia mi ha rassicurato che mi avrebbero rimandato a casa la patente (mi hanno chiesto l’indirizzo) entro un paio di settimane e che l’interdizione alla guida era limitata all’Austria per un periodo di due mesi. Ieri, tramite una persona austriaca, abbiamo chiamato alla centrale di polizia competente e hanno detto che stanno ancora parlando del mio caso e che comunque non mi rimanderanno la patente a casa ma tutt’al più la daranno al consolato, che la darà al ministero dei trasporti etc.
    Mi sapete dire se posso guidare in Italia? E’ possibile che la multa presa in Austria comporti dei provvedimenti anche in Italia? Potevano trattenere la mia patente? il fatto che mi parlassero solo in tedesco può esser contestato?

    grazie

  248. Luana says:

    Gentile Carlo,
    La ringraziamo per aver lasciato un commento al nostro articolo. Quando la patente viene ritirata da un paese estero come l’Austria per un’infrazione commessa sul suo territorio, questa può trattenere la patente per il periodo di sospensione o può inviarLa all’ufficio di motorizzazione del Paese che ha rilasciato la patente. Inoltre, se l’Austria comunicherà la sospensione della patente alla Prefettura, come dovrebbe, questa potrebbe applicare la sanzione come se la violazione fosse avvenuta in Italia. Nel frattempo, Le converrebbe informarsi presso la motorizzazione o il ministero dei trasporti sui passi necessari per recuperare la patente.
    Cordiali saluti,
    Il team Auto Europe

  249. David says:

    Buongiorno

    a Febbraio noleggiai un’auto in Germania e feci un piccolissimo tamponamento ad un auto in attesa al semaforo. E’ stato più uno sfioramento che un urto, in pratica la mia auto si appoggiò a quella davanti, essendo in lieve discesa. Ci fu solo una screpolatura impercetteibile alla vernice (nera) della carrozzeria, ma non nessun danno strutturale.
    Restitui l’auto facendo comunque tutte le pratiche del caso con il noleggiatore.
    Dopo un mese mi arrivò una richiesta di addebito sulla mia carta per 800€, un prezzo veramente sproporzionato.
    Come posso fare reclamo? Che cosa rischio se rifiuto di pagare?

  250. Luana says:

    Gentile David,
    La ringraziamo per la Sua richiesta.
    Sicuramente può provare a fare reclamo alla stessa compagnia di noleggio chiedendo di conoscere nel dettaglio le diverse voci che hanno portato alla cifra di 800 euro e se, come nel suo caso, si tratta di danni riferiti solo all’auto da lei noleggiata, o comprende nache i danni arrecati all’altro veicolo.
    In ogni caso, è bene che Lei abbia ben presente quali sono le clausole del contratto sottoscritto con il noleggiatore, soprattutto in materia di franchigia.
    Non sappiamo quali conseguenze può comportare il rifiuto ingiustificato di pagare: si va dal semplice inserimento del suo nominativo nella black list dei clienti tenuta dalla società di autonoleggio, fino all’esercizio di un’azione legale, generalmente da parte di apposite società di recupero crediti, con conseguente aggravio delle spese a suo carico.
    Cordiali saluti
    Il team Auto Europe

  251. Rava 57 says:

    Vorrei capire cosa può succedere a mio suocero, che alla guida della sua auto con targa francese (l’automobile gli stata data in proprietà come baratto per un lavoro svolto , nel percorre il viaggio di ritorno in Italia veniva multa per eccesso di velocità 133km invece che 116 km da un autovelox in autostrada. L’avviso è arrivato per posta tramite invio di un sorella dopo che le autorità Francesi glielo avevano notificato perché per un po di tempo mio suocero è stato ospite da lei e quindi sulla carta di circolazione è riportato l’indirizzo della sorella come sulla polizza assicurativa. Mio suocero ha sempre avuto la cittadinanza italiana. Quindi a questo punto chiedo se non pagasse la multa che adesso è di €180 (la multa è stata fatta il 07/03/2015) cosa può succedere sia alla sorella che a lui. Vorrei un parere tenendo presente che mio suocero á compiuto 79 anni e non penso che mai più tornerà in Francia. Grazie

  252. Denisia says:

    Gentile Rava 57,
    La ringraziamo per averci scritto. Ci dispiace doverLe confermare che in questo caso Suo suocero è tenuto a pagare. In caso contrario sulla cifra iniziale della multa verranno aggiunti anche gli interessi per il ritardo nel pagamento. Inoltre, il caso di mancato pagamento, potrebbero verificarsi episodi spiacevoli. Tramite la circolazione dati nell’Unione Europea, l’intestario dell’auto potrebbe finire in una black list ed avere ad esempio problemi i caso di eventuali controlli doganali in aeroporto, in caso di viaggi di lavoro, ecc.
    Sperando di averLe fornito informazioni utili porgiamo,
    Cordiali Saluti
    Il team Auto Europe

  253. Antonio says:

    Salve anch’io ho ricevuto una multa dall’Ungheria…ho pagato circa un’ora e mezzo dopo l’orario in cui è stata scattata la foto…la multa è di 87 euro….e mi è stata inviata dalla EPC euro parking collection ….una società inglese… io non ho intenzione di pagare la multa perché mi sento con la coscienza apposto… sono passati circa 2 mesi 3 giorni dalla notifica… condivido con altre persone sfortunate… che hanno ricevuto una multa ingiusta… non possono inviare altri soldi da pagare quando lo stesso in giornata uno ha pagato il pedaggio!….soprattutto quando l’autostrada è stata usata solo per quel giorno…vi chiedo solo un consiglio …secondo voi allo stato attuale queste società possono mettere le mani su una proprietà su un cittadino iraliano? E poi ho la tracciabiltà del bancomat che ho pagato nel distributore di circa 17 euro può essere lasciata come prova in futuro? Mi fate sapere per cortesia grazie molto…

  254. maria says:

    Buongiorno, per favore avrei bisogno di sapere come posso fare per pagare una multa presa in Francia a Nizza per divieto di sosta
    ho trovato il tagliando della multa sulla macchina di mia proprietà proprio mentre stavo partendo per tornare in Italia pensando di poterla pagare in posta, ma giustamente all’ufficio postale mi hanno fatto notare che non c’ nessun numero di contro corrente ne un riferimento di bonifico bancario le uniche informazioni sono carte de paiement n…….
    la data e targa della macchina il motivo dell’infrazione il totale da pagare e un indirizzo
    police municipale regie d’etat b.p. 1509 06009 nice cedex 1
    ho cercato sul sito della polizia di nizza per il pagamento online ma chiedono dei dati che sul tagliando in mio possesso non ci sono
    Vi ringrazio anticipatamente e porgo distinti saluti.

  255. Luana says:

    Gentile signor Antonio,
    La ringraziamo per la Sua richiesta.
    Nel merito della sua vicenda, non possiamo che ribadire il fatto che, se si vuole fare opposizione ad una multa ritenuta illegittima, occorre farlo nei modi e nei tempi previsti dalla legge, altrimenti si passa comunque dalla parte del torto.
    In ogni caso, è assai improbabile che la società di riscossione possa “mettere mano” sui beni di sua proprietà: può però benissimo accadere che, qualora la società si rivolga all’autorità giudiziaria, questa possa disporre un provvedimento patrimoniale a favore della società ricorrente, con conseguente aggravio dei costi a suo carico.
    Cordiali saluti
    Il team Auto Europe

  256. Lorenzo says:

    buongiorno, mi è arrivata una richiesta di pagamento di 120 euro per mancata esosizione della vignette in austria, ma ciò contrasta col fatto che la vignette è stata pagata e regolarmente esposta(sta tutt’ora sul mio parabrezza anteriore).
    ho scritto alla società autostarde austriaca spedendo le foto dove si vede chiaramente data della vignette e tipo veicolo ma loro persistono e vogliono lo stesso la somma.
    io non ho intenzione di pagare , in cosa posso incorrere? Possono in qualche modo usare le autorità italiane per farmi pagare?(ripeto non è in infrazione al codice della strada) ed io non ho intenzione di passare per l’austria anche perchè vivo in sicilia.
    saluti,
    Lorenzo

  257. Luana says:

    Gentile Maria,
    La ringraziamo per la Sua richiesta. Quando si riceve una multa all’estero, è bene saldare subito il debito, in quanto le indicazioni per il pagamento riportate sulla contravvenzione possono essere valide solo a livello nazionale e dall’Italia potrebbe essere difficile pagare la contravvenzione. L’unico suggerimento che possiamo darLe è che cerchi di contattare le autorità in loco per spiegare quanto è accaduto e chiedere come fare a pagare da uno stato estero. Se decide di non pagare, è probabile che la multa Le arrivi successivamente in Italia con tutte le indicazioni, ma quasi certamente l’importo nel frattempo sarà aumentato.
    Cordiali saluti,
    Il team Auto Europe

  258. Luana says:

    Gentile signor Lorenzo,
    la ringraziamo per averci scritto.
    Il rischio maggiore che Lei corre, sempre se ritiene di non dovere più attraversare l’Austria in auto, è che la società di gestione autostradale austriaca affidi l’esazione del pagamento ad una società di recupero crediti, che potrebbe intentare un’azione legale anche in Italia.
    Tuttavia, se, come Lei afferma, la sua posizione era regolare in merito all’acquisto della vignetta, Le consigliamo di conservare tutta la documentazione probatoria, in particolare, se ancora detenuto, lo scontrino rilasciato da chi le ha venduto la vignetta.
    Cordiali saluti e in bocca al lupo
    Il team Auto Europe

  259. Pietro says:

    Mio figlio durante un viaggio in Spagna insieme ad amici era alla guida di un’autovettura presa a noleggio, ha superato il limite di velocità e senza alcuna contestazione il loco gli è stata comminata una multa di E. 100= da ridurre a E. 50= in caso di pagamento entro 10 giorni. La comunicazione munita di foto attestante la violazione è pervenuta dal Ministero dell’Interno spagnolo a mezzo posta ordinaria quindi senza ricevuta di consegna a colui che aveva noleggiato l’autovettura (mio figlio) alla vecchia residenza, ora mio figlio non risiede più nella casa di famiglia, ma in altra città. Che deve fare, può omettere il pagamento anche considerato che al momento non era lui a guidare l’autoveicolo.

    Saluti

    Pietro

  260. Luana says:

    Gentile Pietro,
    La ringraziamo per averci scritto. A nostro avviso la multa va ovviamente pagata, dato che l’infrazione è stata commessa. Se suo figlio non era alla guida dell’auto quando sono stati superati i limiti di velocità, dovrebbe avere la possibilità di comunicare alle autorità locali le generalità del conducente che ha commesso la violazione. Tenga presente che il mancato pagamento di una multa può produrre un futuro inasprimento della cifra da pagare e qualora suo figlio dovesse essere nuovamente fermato in Spagna alla guida di un veicolo, le autorità locali potrebbero costringerlo ad un fermo del veicolo fino ad avvenuto pagamento della sanzione.
    Cordiali saluti,
    Il team Auto Europe

  261. Giorgia says:

    Buon giorno,
    volevo chiedere un informazione. Il mio compagno è spagnolo (con patente spagnola). E venuto in Italia e guidando la mia macchina ha preso una multa con l’auotvelox. Volevo sapere se nel caso di mettere i suoi dati gli vengono tolti anche i punti (ne ha 2 e tra l altro in Spagna ne hanno già di base molto meno) o solo deve pagare (logicamente) la multa?
    Grazie in anticipo!!!

  262. Luana says:

    Gentile Giorgia,
    La ringraziamo per averci scritto. Il decurtamento dei punti dalla patente del suo compagno è molto probabile in quanto gli agenti addetti al controllo invieranno la segnalazione all’Anagrafe nazionale del conducente. A questo punto si dovrebbe attivare l’iter di comunicazione dell’infrazione al Paese di appartenenza del multato, che poi deciderà sulla decurtazione dei punti.
    Cordiali saluti,
    Il team Auto Europe

  263. Sabina says:

    Buongiorno,
    a giugno ho noleggiato una macchina presso GOLDSERVICE a Siviglia e ho girato l’Andalusia x una settimana.
    Di ritorno mi sono vista addebitare dall’autonoleggio € 40+40 per costi di gestione di 2 multe prese x velocità.
    Questo significa che oltre a € 40+40 dovrò pagare anche le multe € 100 + 100.
    Sto aspettando che mi arrivino a casa, per ora ho visto solo un’anteprima via email.
    La cosa strana è che le foto scattate dall’autovelox sembrano fatte di sera al buio quando invece sono state prese di giorno.

    Chiedo se sono obbligata a pagare queste multe (prese in Spagna) e cosa succede se non lo faccio.
    Grazie mille x i consigli!

  264. Gianluca says:

    Salve,
    mi sono arrivate mesi fa due multe per eccesso di velocità in Austria.
    Tali multe sono state spedite senza raccomandata e in lingua tedesca. Non conoscendo la lingua e avendo poco tempo libero me ne sono disinteressato, avendo poca consapevolezza che fossero effettivamente delle multe.
    Ora mi sono arrivati dei solleciti di pagamento, tramite raccomandata questa volta, scritte sempre in tedesco.
    La mia domanda è: sono tenuto a pagarle? Ma soprattutto: se non conosco la lingua, ho il diritto di non sapere una lingua straniera e quindi ignorare una lettera non scritta in italiano?

  265. Luana says:

    Gentile Sabina,
    La ringraziamo per il Suo commento. Gli 80€ addebbitati su carta sono solo costi di gestione delle pratiche effettuate dalla compagnia di noleggio. Poi spetterà a Lei saldare il debito per le contravvenzioni ricevute. Il mancato pagamento delle multe Le comporterebbe senz’altro un aggravio della spesa in futuro e, soprattutto, il rischio di un fermo del veicolo e del ritiro della patente qualora dovesse essere fermata per un controllo alla guida in Spagna.
    Cordiali saluti,
    Il team Auto Europe

  266. Luana says:

    Gentile Gianluca,
    La ringraziamo per aver lasciato un commento al nostro articolo. Se ha effettivamente infranto il regolamento stradale durante un viaggio in Austria ed ha ricevuto delle multe per questo, è giusto che le paghi. Non siamo a conoscenza di leggi che impongano alle autorità austriache l’invio delle multe nella lingua del ricevente, o che affermino che la mancanza della traduzione costituisca una causa giustificativa del suo comportamento omissivo del pagamento. Ovviamente può scegliere delle strade alternative, come farsi tradurre la multa da qualcuno o provare a contattare chi gliel’ha spedita, richiedendo una traduzione, se non in italiano, quanto meno in inglese.
    Cordiali saluti,
    Il team Auto Europe

  267. Katia says:

    Salve a tutti,
    ho un dubbio atroce. Per vari mesi e fino a febbraio 2015 sono stata in Germania; in quel periodo ho guidato auto di amici con targa tedesca e auto a noleggio e credo di essere stata ripresa dall’autovelox in qualche occasione. Qualcuno sa dirmi se c’è un tempo massimo tra data dell’infrazione e data in cui si riceve la notifica di pagamento? Ad esempio,in Italia questo tempo è di 90 giorni,oltre i quali la multa decade e quindi può non essere pagata. Qualcuno è a conoscenza di tale legge per quanto riguarda la Germania e precisamente il Baden Wüttemberg?
    Grazie mille,

    Katia

  268. Luana says:

    Gentile Katia,
    La ringraziamo per il suo commento.
    In merito alle eventuali infrazioni in cui Lei sarebbe incorsa, bisogna tener presente che, quando la multa è comminata nei confronti di un’auto di proprietà di autonoleggio, e il conducente è residente all’estero, i tempi per la notifica sono sensibilmente più lunghi, e possono arrivare fino ad un anno.
    Per quanto riguarda le eventuali violazioni effettuate su auto con targa tedesca e di proprietà di cittadini tedeschi, i tempi sono simili a quelli italiani, per cui è verosimile che per violazioni commesse in febbraio le multe sarebbero dovute essere già state notificate.
    Cordiali saluti
    Il team Auto Europe

  269. Andreas says:

    Buon giorno!
    Alla guida di una vettura a noleggio in Olanda mi è stata notificata in Italia una contravvenzione di circa 370euro per divieto di sosta. Cosa mi consigliate di fare? La contravvenzione che mi è stata recapitata a mezzo raccomandata è scritta in dutch e non sono comprensibili le modalità di pagamento. Ho già parlato con il consolato e mi hanno suggerito di inviare loro una scannerizzazione della stessa per poi indicarmi le procedure. La mia domando però è la seguente: sono in vigore accordi bilaterali con l’Olanda per la riscossione di questi crediti? Se non pagassi la multa (la cifra ovviamente aumenterà, come indicato sulla stessa) il credito verrà ceduto a qualche società di recupero? Non è nei miei prossimi progetti viaggiare in Olanda nei prossimi anni… grazie in anticipo
    Andreas

  270. Luana says:

    Gentile Andreas,
    La ringraziamo per il suo commento. Purtroppo non sappiamo dirLe se esistono specifici accordi tra l’Italia e l’Olanda per il recupero di debiti nei rispettivi paesi. Tuttavia, il nostro consiglio è pagare la multa, per evitare possibili conseguenze spiacevoli. L’accanimento delle autorità olandesi per il mancato pagamento può portare ad un rialzo continuo della cifra da onorare. Anche se non pensa di viaggiare successivamente in Olanda, il debito contratto potrebbe produrLe altri problemi, come ad es. essere collocato in una black list da parte dell’autonoleggiatore che non Le consentirebbe più di noleggiare la macchina con quella compagnia in qualsiasi paese si trovasse.
    Cordiali saluti,
    Il team Auto Europe

  271. LORENZA says:

    Buongiorno, ho ricevuto una multa dalla Germania che mi è stata addebitata direttamente sulla carta di credito dal noleggiatore. superato il limite dei 50km/h (facevo i 76 km/h). oggi ho ricevuto un verbale dalla polizia tedesca, scritto in tedesco e quindi poco comprensibile, nel quale mi chiedono di confermare se alla guida dell’automobile c’ero io (c’è la mia foto sul verbale). sono tenuta a farlo? pensate che me lo chiedano per togliere punti dalla patente? posso non rispondere? grazie!

  272. Luana says:

    Gentile Lorenza,
    La ringraziamo per averci scritto.
    Il nostro consiglio è sicuramente quello di fornire all’autorità tedesca le informazioni chieste.
    Della mancata comunicazione, infatti, potrebbe rimanere traccia nei database della polizia e, qualora venisse in futuro fermata per un controllo, questa sua mancanza potrebbe emergere e, con essa, la necessità di fornire chiarimenti in merito.
    Cordiali saluti
    Il team Auto Europe

  273. lorenzo says:

    Salve,probabilmente ho preso una multa nell’agosto 2012 a Malibu in California.dico probabilmente perche’ non ho visto sul tergi nessun avviso a suo tempo.mi e’ arrivata oggi per posta dalla societa’ di noleggio un avviso in cui mi si chiede di pagare.cosa devo fare?sono passati quasi tre anni!!!!
    Grazie.

  274. Valentina says:

    Gentile Lorenzo,

    grazie per averci scritto.

    Non sappiamo dirle come mai la multa le sia arrivata a distanza di tre anni. Le consigliamo di contattare l’agenzia di noleggio e in ogni caso di pagare la multa. Se dovesse tornare in California senza aver pagato la multa e la fermassero nuovamente, potrebbe incorrere in problemi legali.

    Cordiali saluti.

    Il team Auto Europe

  275. massimiliano says:

    Salve, sono stato fermato in slovenia e multato di 50 euro, ora non ho capito bene se pervil triangolo o per le cinture, dico non ho capito perché il verbale è in sloveno. Cmq volevo chiedere, è possibile che il polizziotto abbia incassato i 50 euro e poi successivamente mi mandino il verbale a casa? Ripeto non è comprensibile che sia scritto pagamento avvenuto, è ridotto del 50%, forse questo testimonia il pagamento. Grazie

  276. Umberto says:

    La mia domanda e la seguente sono passato con il rosso in Italia e mi hanno multato con 170€ circa e sei punti sulla patente .io ho una patente tedesca i punti verrano trasmessi in Germania faccio presente che in Germania con il rosso si addebitano 2 punti fino ad un massimo di 8 per poi c e il ritiro della patente

  277. Luana says:

    Gentile Massimiliano,
    La ringraziamo per avere scritto nel nostro blog.
    Sembra di capire che Lei ha pagato la somma di 50 euro a colui che le ha contestato l’infrazione, per cui è possibile che Le sia arrivata una sorta di quietanza di avvenuto pagamento.
    Qualora invece Le sia stato chiesto il versamento di un’ulteriore somma di denaro, Le suggeriamo di mettersi in contatto con l’autorità che ha elevato la multa e chiedere gli opportuni chiarimenti, o la traduzione del verbale perlomeno in lingua inglese.
    Cordiali saluti
    Il team Auto Europe

  278. Luana says:

    Gentile Umberto,
    La ringraziamo per avere lasciato il suo commento.
    Come Lei probabilmente sa, dall’anno scorso il sistema della patente a punti in Germania è stato radicalmente modificato, e utilizza un criterio generale di “attribuzione” di punti di penalizzazione, anzichè la “sottrazione” dei punti a disposizione, come accade in Italia.
    Per questo motivo, pur considerando molto probabile che la sua infrazione venga segnalata alla competente autorità tedesca, non siamo in grado di dirLe con precisione quanti punti le verranno “attribuiti” per essere passato con il rosso.
    Cordiali saluti
    Il team Auto Europe

  279. Francesco says:

    Quest’anno 3 aprile epcplc mi contesta un ritardo pagamento di un pedaggio in Ungheria, L’acquisto della vignetta della vignetta 15:16 il rilevamento della infrazione 6:34 dello stesso giorno. Nel 2007 ultima vignetta ancora attaccata al parabrezza della mia auto è acquistata a giorni è bucato il mese e il giorno Vorrei sapere se e cambiato il metodo di pagamento non sono più a giorni ?
    Alle 6:34 ero appena entrato in Ungheria i servizi per comprare la vignetta non sono molto diffusi, servizi di assistenza sono inesistenti Roaming non esiste telefono isolato neanche le telefonate di emergenza . La multa
    che mi contestano € 270.72 è da pagare? PS

  280. samantha says:

    Salve,
    ho ricevuto un verbale di contravvenzione dalla Francia dove mi viene indicato come effettuare il pagamento.
    La cosa strana è che in Francia avevo noleggiato il veicolo con un autonoleggio.
    Leggendo il verbale, si desume che in prima battuta è stato inviato l’avviso all’autonoleggiatore che a sua volta ha fornito i dati del noleggiante, e quindi l’avviso è stato inviato direttamente a me.
    La mia domanda è, non è che la compagnia di noleggio mi addebiti sulla carta di credito a suo tempo fornita per il solo blocco cautelativo della franchigia danni, l’importo della sanzione, anche se ho tutti gli strumenti per poterla pagare io in autonomia avendo ricevuto il verbale di contravvenzione?
    Grazie

  281. Luana says:

    Gentile Francesco,
    La ringraziamo per averci scritto. Il bollino elettronico necessario per viaggiare sulle autostrade ungheresi può avere validità settimanale o mensile. Una volta passati i confini, il bollino può essere acquistato presso una qualsiasi stazione di servizio fornendo la targa del proprio veicolo, sottoscrivendo un documento che certifichi la correttezza della targa riportata sul bollino e conservare la ricevuta di pagamento in caso di controlli da parte delle autorità locali. Il bollino elettronico va acquistato immediatamente poichè mediante i controlli con i rilevatori automatici, qualora si trovino targhe di passaggio non collegate all’acquisto del bollino, scattano multe salate come quella che Le è stata recapitata. Il nostro consiglio è pagare la multa per non incorrere ad un aumento dell’importo con il decorrere del tempo.
    Cordiali saluti,
    Il team Auto Europe

  282. giovanni ruffini says:

    Buongiorno,
    il mio quesito riguarda ben 11 multe rivevute da EPC Euro Parking Collection plc, una società con sede a Londra e banca in Germania “autorizzata da diverse Organizzazioni emittenti europee…”. Mi sono arrivati undici (11) avvisi di accertamento di infrazione, con scadenza 30/7/2015. Le infrazioni sarebbero state commesse a Belgrado nel settembre 2013 ; solo in uno è riportata la motivazione (sostava senza mostrare un permesso o una ricevuta valida), negli altri dieci si legge : Parcheggio in violazioni delle regole e condizioni. Le foto allegate mostrano solo l’auto correttamente parcheggiata assieme alle altre. Peraltro la somma da pagare è maggiorata di circa il 150% rispetto alle multe solitamente somministrate a Belgrado per sosta senza esposizione del contrassegno. Quali sono le conseguenze di un mancato pagamento relativi ai dieci avvisi senza specifica contestazione ? Esiste un accordo Italia-Serbia in merito ? Ringraziando, porgo distinti saluti G.R.

  283. Luana says:

    Gentile Samantha,
    La ringraziamo per la Sua richiesta. La procedura da Lei descritta è piuttosto comune presso gli autonoleggiatori. Le autorità locali ricevono i dati del guidatore direttamente dalla compagnia di noleggio provvedendo poi a inviare la sanzione. In questo modo sarà Lei a dover pagare la multa. La compagnia di noleggio Le addebbiterà solo un costo di servizio sulla carta di credito.
    Cordiali saluti,
    Il team Auto Europe

  284. Luca says:

    Buongiorno,
    Ho preso una multa in Grecia su uno scooter a noleggio.
    La compagnia ha i miei dati ma non la carta di credito.
    In questo caso la multa mi verrà recapitata al mio indirizzo in Italia?
    Non ho la possibilità di pagarla in Grecia.
    Grazie
    Luca

  285. Luana says:

    Gentile Giovanni.
    La ringraziamo per averci scritto.
    La EPC è una società operante in vari Stati europei, il cui compito è proprio quello di provvedere alla riscossione delle multe da parte di auto o automobilisti di Paesi diversi da quello nel quale l’infrazione è stata comminata.
    Per questo motivo è assai probabile che tale società possa intraprendere le previste azioni legali volte al recupero di tali somme; perciò le suggeriamo di prendere contatto con loro, per eventuali chiarimenti o contestazioni nei confronti delle loro richieste di pagamento.
    Cordiali saluti
    Il team Auto Europe

  286. Luana says:

    Gentile Luca,
    La ringraziamo per il suo commento.
    Esiste certamente la possibilità che la multa le venga recapitata in Italia, così come vi è la possibilità che il noleggiatore le chieda il rimborso delle spese amministrative sostenute qualora debba provvedere ad inviarLe la multa.
    In ogni caso, tenga presente che, a seconda dell’infrazione contestata, potrebbero esserci ulteriori sanzioni amministrative, quali ad esempio la decurtazione di punti dalla patente.
    Pertanto, qualora tale multa le venisse recapitata in Italia, le consigliamo di pagarLa celermente.
    Cordiali saluti
    Il team Auto Europe

  287. lorenza says:

    Salve a tutti, io mi trovo a mykonos con il mio ragazzo e ieri sera come ormai facciamo da venerdi, il fior del nostro arrivo, siamo usciti con lo scooter qui affittato. A cena abbiamo bevuto del vino e più tardi un cocktail in riva al mare. Tornando a casa ci ha fermato la polizia!!!! Hanno iniziato a rompere x i caschi e abbiamo spiegato che qui manco te li danno al noleggio. Poi x la patente del mio ragazzo poiché sostenevano che non poteva guidare lo scooter (un 50 di cilindrata) perché sulla patente ha solo segnata quella della macchina, e giu a spiegargli che da noi il 50 lo puoi guidare senza nessuna patente specifica, una volta presa quella della macchina. Poi l’hanno fatto soffiare: 0,5 . Lui termina il periodo da neopatentato il 30 agosto, tra circa due settimane..ma poi ci hanno detto che qui in Grecia il limite é di 0,10. Cosi supplicando per non perdere patente e punti, abbiamo preso 800 euro di multa che se pagati entro 10 giorni diventano 400, ancora tantissimi. Sulla multa che ho di fronte, noto però in una delle varie voci che non capisco, la scritta “speed” e mi viene quindi da pensare che il poliziotto abbia in fine fatto una multa causa velocità. Saprebbe gentilmente darmi un suo parere? Grazie.

  288. Luana says:

    Gentile Lorenza,
    La ringraziamo per averci scritto.
    In merito alla sua vicenda, Le consigliamo, qualora Le sia ancora possibile, di prendere contatto con la locale sede della polizia che Le ha fatto la contravvenzione, in modo da chiarire ogni dubbio circa l’infrazione che Le è stata contestata.
    Altrimenti, provi a contattarli via email, chiedendo spiegazioni.
    In ogni caso, tenga presente che il mancato pagamento della multa, se non constestata entro i termini di legge, obbliga la persona multata al pagamento della sanzione; in caso contrario, esiste la possibilità che la stessa venga inviata in Italia, e venga chiesta la contestuale applicazione della decurtazione dei punti.
    Cordiali saluti
    Il team Auto Europe

  289. FELICE says:

    Buongiorno,
    ho preso una multa in Spagna non sono riuscito a pagarla sul posto adesso la banca mi chiede l’IBAN della banca dove fare il versamento. Come posso pagare la multa senza avere conseguenze per il futuro. Grazie

  290. Sergio says:

    Salve, posso guidare un auto con targa irlandese e proprietario irlandese in Italia?
    Esistono convenzioni per la trans missioni diventiamo sanzioni da Italia verso Irlanda?
    Grazie

  291. Luana says:

    Gentile Felice,
    La ringraziamo per il Suo commento. Come ha potuto ben constatare, se si riceve una multa in un paese estero, è importante cercare di saldare il prima possibile, in quanto le indicazioni per il pagamento riportate sulla multa sono valide solo a livello nazionale e dall’Italia potrebbe risultare difficoltoso pagare la contravvenzione. L’unico consiglio che possiamo offrirLe è di cercare di contattare le autorità in loco e spiegare quanto è accaduto e chiedere indicazioni sulle modalità di pagamento da uno stato estero. Con molta probabilità, in caso di mancato pagamento, la multa potrà arrivare successivamente in Italia con tutte le indicazioni che Le occorrono, ma quasi sicuramente nel frattempo l’importo della stessa sarà aumentato.
    Cordiali saluti,
    Il team Auto Europe

  292. Luana says:

    Gentile Sergio,
    La ringraziamo per il Suo commento. Nel caso in cui guidatore e proprietario dell’auto coincidano non ci sono problemi a circolare in Italia con un’auto immatricolata in altro paese. Tuttavia se proprietario e guidatore non sono la stessa persona, in caso di controllo da parte delle autorità locali, dovrà fornire opportune spiegazioni. Tenga presente che se dovesse commettere delle infrazioni, le multe verrebbero presumibilmente recapitate al proprietario del veicolo.
    Cordiali saluti,
    Il team Auto Europe

  293. Gianni says:

    Buongiorno,
    mi trovo attualmente in Germania e sto guidando un auto a noleggio.
    Ieri di rientro verso l’hotel, su una strada statale, noto un flash dietro la mia auto e non ho ben capito se si sia trattato di un autovelox o di aver passato col semaforo rosso. Tra l’altro non c’era un incrocio ed unitamente a me c’era anche un’altra autovettura che mi seguiva “a scia”.
    Nel caso dovessi incappare in una multa, il pagamento sarà effettuato direttamente dal noleggiatore tramite la mia carta di credito? Inoltre qualcuno sarebbe così gentile da potermi informare circa le somme per il superamento del limite di velocità (che se così fosse è comunque di poco) e/o del passaggio con semaforo rosso in Germania ed in particolare a Berlino?
    Grazie e cordiali saluti.

  294. Barbara says:

    Salve,
    Ho noleggiato un’auto (pagando anticipatamente qui in Italia tramite agenzia) in Danimarca. Tutto bene ma al ritorno ho notato che mi avevano caricato un’importo di 100€ sulla carta di credito. Ho chiesto informazioni in agenzia e mi hanno inviato i dati di una MULTA per divieto di sosta. Controllando i dati ho visto che il luogo era…il parcheggio dell’albergo. Ci sará stato un’errore da parte del vigile locale. Ora, la compagnia di noleggio dice la multa é arrivata e loro devono rivalersi su di me. Io dovrei arrangiarmi a contestare la multa…
    Secondo voi che posso fare?
    Grazie

  295. Luana says:

    Gentile Gianni,
    La ringraziamo per averci scritto. Nel caso di un eventuale multa per eccesso di velocità, generalmente l’autonoleggiatore, dopo aver ricevuto la stessa, fornisce i dati del conducente dell’autonoleggio alle autorità locali che poi provvederanno a recapitare la stessa direttamente in Italia. In ogni caso Le consigliamo di informarsi presso l’autonoleggiatore quando andrà a riconsegnare l’auto. Inoltre, tenga presente che quasi sicuramente la società di noleggio Le addebiterà comunque un costo di servizio che sarà prelevato direttamente dalla cauzione bloccata sulla carta di credito. Se l’effrazione è avvenuta fuori città con un superamento dei limiti di velocità fino a 20 km/h la multa dovrebbe agirarsi al massimo intorno ai 30 euro. Dai 21 km/h il costo inizia ad aumentare sensibilmente e possono essere sottratti anche punti dalla patente. Per quanto concerne il passaggio con il semaforo rosso, le sanzioni possono variare sensibilmente a secondo del potenziale pericolo creato; comunque si parte da 90 euro in su, con sottrazione di punti della patente.
    Cordiali saluti,
    Il team Auto Europe

  296. Gianni says:

    Gentilissima Luana,
    La ringrazio per la Sua esaudiente risposta. Onestamente, anche complice la lingua (e non parlo nemmeno benissimo inlgese), non ho detto nulla al noleggiatore.
    Tra l’altro, adesso che sono appena rientrato, ho ricevuto dalla stessa compagnia che ho utilizzato in Germania, una fattura di 45 Euro per una presunta multa per divieto di sosta in Svizzera (non ho trovato alcun avviso sul parabrezza, nè tantomeno ho ricevuto qualcosa al mio domicilio dalle autorità elvetiche), a loro dire comminatami durante un mio breve viaggio a Novembre 2014. Confermo che consultando l’estratto della mia carta di credito, i soldi sono stati già prelevati! Ma la transazione circa L’AUTORIZZAZIONE alla cauzione, normalmente, scade entro 60 giorni. Com’è possibile che dopo quasi un anno sono riusciti a prelevare autonomamente dalla mia carta di credito? I noleggiatori hanno privilegi speciali con le società emittenti delle carte di credito? Tra l’altro trovo profondamente ingiusto che prelevino in automatico, senza lasciare la possibilità di presentare ricorso all’utente, così come avviene in tutte le nazioni civili!
    Ad ogni modo, oggi pomeriggio sono ripassato nuovamente sul “luogo del delitto”, in senso invertito, poichè mi dirigevo verso l’aeroporto, per il ritorno. Ed ho notato che le (poche) telecamere, poste ai semafori dai quali sono transitato l’altra sera, erano direzionate nel senso opposto di marcia; come se servissero solo per controllare il flusso di traffico. Così come non credo ci fossero apparati Autovelox, anche perchè non c’era alcun cartello in zona e l’unica cosa che c’era, a quell’altezza, erano due cassette bianche poste accanto ad un muretto, a prima impressione mi sembravano più delle cassette dell’elettricità, ma su questo fattore, magari attendiamo eventuale conferma (o smentita) da chi è più pratico della città di Berlino ed in particolare della zona dell’aeroporto di Schönefeld.
    Tra l’altro ieri sera, transitando dinanzi alla Porta di Brandeburgo, ho avuto come l’impressione di un flash alle mie spalle e quindi sono ritornato sul posto, per verificare che non avessi avuto qualche altra distrazione. Sono più che sicuro di non essere passato col semaforo rosso, ma al mio nuovo transito ho notato di nuovo una specie di flash e poco dopo mi sono accorto di aver avuto ben altra distrazione: avevo dimenticato i fari spenti!!! Purtroppo, questa volta sono rimasto un pò insoddisfatto dell’auto assegnatami, poichè la stessa aveva tutte le luci del cruscotto sempre accese, anche a fari spenti! Ed io, con la mia auto (così come credo per il 99% di tutte le auto in commercio!), ho sempre avuto come riferimento l’illuminazione del cruscotto per regolarmi con le luci notturne. Orbene, ho fatto una breve ricerca per informarmi circa la possibilità di rilevare auto con luci spente e l’esito è stato negativo. Ma gradirei comunque avere una conferma su quest’opportunità oppure, magari, si sarà trattato di un effetto di luce su quel tratto che era leggermente in curva.
    Tirando le somme, potrei anche solo essermi impressionato, così come potrei ricevere una bella botta! Poichè al mio ritorno ho ricontrollato le clausole del noleggio, che riportano testualmente: Tassa amministrativa di circa € 34,50 in caso di multa (in aggiunta alla multa stessa).
    Ma quello che mi fa rabbia è che in tantissimi anni di autonoleggio, non ho mai avuto alcun tipo di problema, essendo molto rispettoso delle regole e, ad esempio, mi girerebbero molto le scatole, se per esempio non fossi messo in condizione di fare opposizione all’eventuale multa per eccesso di velocità nei pressi dell’aeroporto, in quanto non c’erano segnali in zona e, sempre ammesso e non concesso che ci fosse, l’autovelox sarebbe stato posizionato “a tradimento”, visto e considerato che quella è una strada statale a scorrimento veloce ed io stavo andando al massimo a 60Km/h, ma forse nemmeno!!!
    Per questo, chiedo, c’è modo di porre un veto alla società emittente della carta di credito, affinchè non si autorizzino prelievi forzosi da parte di terzi, dopo quasi un anno dai (presunti) fatti contestati?
    Grazie nuovamente di tutto e cordiali saluti.

  297. Luana says:

    Gentile Gianni,
    La ringraziamo per averci scritto nuovamente.
    Quello che Le è capitato circa l’addebito su carta di credito a notevole distanza di tempo dal noleggio auto non è infrequente, ma, al contrario, è una clausola usualmente adottata dalle società di autonoleggio per garantirsi in caso di eventi (multe o danni all’auto) conosciute o quantificate a notevole distanza di tempo.
    In questi casi, o si impugna l’addebito, se ritenuto infondato, o, altrimenti, si contesta lo stesso presso la società emettitrice della carta di credito, ma, in questo caso, bisogna essere sicuri di non avere sottoscritto alcuna clausola autorizzatoria in tal senso al momento della stipula del contratto di noleggio auto.
    Cordiali saluti
    Il team Auto Europe

  298. Luana says:

    Gentile Barbara,
    La ringraziamo per averci scritto. Putroppo, se la multa è stata emessa durante il suo noleggio, ne risponde Lei in prima persona con le autorità che l’hanno comminata. Dunque, è una procedura normale che l’autonoleggiatore si rifaccia dalla sua carta di credito e, nello specifico, dalla cifra bloccata per la cauzione. Spetta poi a Lei cercare di contestare la multa seguendo le indicazioni generalmente riportate sulla contravvenzione.
    Cordiali saluti,
    Il team Auto Europe

  299. Elia says:

    Salve
    Ho passato a luce rosso mi arrivata multa a 169 euro piu presentare patentte. C’è qualche possibilità non presentare patentte per non perdere punti?
    Grazie

  300. Luana says:

    Gentile Elia,
    La ringraziamo per il Suo commento. Il passaggio con il semaforo rosso, essendo un’infrazione particolarmente pericolosa, prevede una contravvenzione dai 150€ ai 200€ e la decurtazione di 6 punti dalla patente. A nostro avviso l’unica strada che può percorrere è fare un ricorso entro 60 giorni dalla notifica dell’infrazione.
    Cordiali saluti,
    Il team Auto Europe

  301. Angelo says:

    Salve,
    abbiamo ricevuto una multa in Spagna con auto in noleggio (tramite Vs. società).
    La multa è per essere transitato in zona a traffico limitato.
    In realtà lo abbiamo fatto perché i cartelli autorizzavano chi doveva recarsi in un hotel in tale zona (avevamo anche il parcheggio riservato).
    La società di noleggio ha già emesso il pagamento per la notifica ma non riceviamo ancora la multa vera e propria.

    A vostro parere la multa è contestabile e come? Potrò nel caso recuperare anche i soldi dei costi di notifica della società di noleggio?

    Grazie mille.

  302. maurizio says:

    Salve, ho prestato la mia seconda auto di famiglia ad un mio operaio albanese per andare al mare con la famiglia .Lui possiede la patente regolare rilasciata in albania nel 2009 non ancora convertita in patente italiana ; Al momento arrivano numerose multe con autovelox intestate a me visto che sono l’ intestatario dell’auto. In aggiunta vi è la decurtazione di punti : alcune multe da tre punti e alcune da 6 punti con sospensione della patente. Ovviamente segnalo lui come conducente ma è preoccupato per la sua patente Albanese ed eventuali quando farà la conversione in patente italiana. grazie

  303. Vittoria says:

    Gentile Sig. Angelo,
    La ringraziamo per il Suo commento. Per essere autorizzati a transitare nelle zone a traffico limitato, generalmente è necessario comunicare la targa della propria auto alla reception dell’hotel nel momento in cui si arriva. In questo modo è l’albergo stesso a segnalare al Comune le vetture degli ospiti. Senza avvisare l’hotel, si riceve automaticamente la multa. Anche nel caso in cui ci fosse stata una mancanza da parte della struttura ricettiva, il nostro consiglio è di verificare direttamente con l’agenzia di noleggio presso cui ha ritirato l’auto se esiste una modalità per informare le autorità dell’accaduto.
    Cordiali saluti,
    Il team Auto Europe

  304. paola says:

    grazie per le info… da ibiza…multa leggo presa il 26/6/15 con una smart targata ….ma se la multa non e’ stata presa in quel giorno perche’ si era a londra e non ad ibiza e neanche con quel veicolo perche’ quando si e’ andati dal 6/7 al 13/7 si e’ presa in affitto un altra auto targata in modo diverso… e la compagnia di noleggio da’ il nome sbagliato che si fa?…una multa e’ stata si presa il 13/7 ma con un altro veicolo e tutta la documentazione dell’infrazione e i soldi sono stati consegnati alla compagnia di noleggio… che si fa? ho prenotazioni volo e hotel,foto di facebook in cui assolutamente si era a londra e non ad ibiza ,ho chiesto a due avvocati amici che mi hanno consigliato di pagare i 45 euro perche’ fare ricorso come indicato dall’italia costa piu’ della multa…so che e’ ingiusto ma che faccio?

  305. Nessrine says:

    Salve
    Stasera abbiamo parcheggiato nel posto della fermata del bus con il cartellino invalide a Ibiza, sono venuti i vigili e ci hanno fatto una multa di 100€ e ci hanno obbligato di pagarla subito, io non ho voluto perché non avevo quei soldi in quel momento e ho chiesto se potrei pagare il giorno dopo allora non hanno voluto e ci hanno ritirato il mezzo lasciandomi a piedi con un invalido e due neonati di un anno! È giusto ?

  306. Luana says:

    Gentile signor Maurizio,
    La ringraziamo per la Sua richiesta. Tra i requisiti d’accesso richiesti per convertire la patente di guida straniera c’è il possesso dei requisiti psicofisici e morali come previsto dall’art. 120 del Codice della Strada. Questi requisiti sono richiesti in Italia per ottenere qualsiasi tipo di patente e in essi non rientrano infrazioni del tipo commesse dal guidatore in questione.
    Cordiali saluti,
    Il team Auto Europe

  307. Luana says:

    Gentile Paola.
    La ringraziamo per aver condiviso la Sua esperienza. Dal suo racconto non è chiara la dinamica della sua contravvenzione. Ad ogni modo, ci pare che l’unico modo sia contestare la multa ed è molto probabile che i costi superino effettivamente l’importo stesso della contravvenzione. In alternativa, se c’è alla base un errore della compagnia di noleggio, provi a contattare anche loro chiedendo maggiori spiegazioni.
    Cordiali saluti,
    Il team Auto Europe

  308. Luana says:

    Gentile Nessrine,
    La ringraziamo per averci scritto. Le confermiamo la corretta prassi delle autorità locali: il contrassegno invalidi, infatti, non autorizza alla sosta nei luoghi dove reca intralcio o pericolo alla circolazione e tra queste possibilità è contemplato anche la sosta su aree di fermata bus. Quando il divieto di parcheggio su fermata di autobus non viene rispettato è prevista la rimozione forzata del veicolo.
    Cordiali saluti,
    Il team Auto Europe

  309. Francesco says:

    Salve, ho appena preso una multa a Ibiza alle ore 21.15. Avevo pagato il parcheggio fino alle ore 21 perché avevo letto che l’orario fin cui si doveva pagare erano le 20, tranne il estate in cui, come da cartello, horario de verano indicava le 22. Non essendo più in estate da ieri abbiamo pagato fino alle 20. L’auto è stata presa a noleggio. Come dobbiamo comportarci? Ci sembra una cosa ingiusta e totalmente incomprensibile, anche perché non si capisce dove si deve pagare, ma vorremmo evitare guai peggiori. Per la cronaca, 2 ore di pagamento mancato ci costano 90 euro di multa.
    Cosa dovremmo fare secondo voi ?
    Si può contestare dal Italia?
    Grazie

  310. Luana says:

    Gentile Francesco,
    La ringraziamo per il Suo commento. Nel caso in cui si trovi ancora sul posto, Le conviene cercare di informarsi subito presso le autorità locali che Le hanno comminato la multa. Ammesso che Lei riesca a contestare la multa dall’Italia, probabilmente tra costi di traduzione e aiuti nella stesura della contestazione, spenderebbe molto di più di 90 euro. Inoltre, Le consigliamo di non rimandare il pagamento della multa dall’Italia, in quanto poi sarà più difficile trovare il modo per poterla onorare una volta tornato a casa.
    Cordiali saluti,
    Il team Auto Europe

  311. niccolò says:

    buonasera.
    ho preso una multa in Polonia. non penso possano “arrivare a me” in Italia, il problema piuttosto è che devo restare qua altri 5 mesi e non vorrei avere problemi nel caso mi fermassero.
    grazie in anticipo

  312. Luana says:

    Gentile Niccolò,
    La ringraziamo per avere scritto sul nostro blog.
    Come abbiamo più volte detto, Auto Europe consiglia sempre di procedere al pagamento delle multe ricevute entro i termini indicati dalla legge, a meno che non si voglia contestare nel merito la correttezza della sanzione; in questo caso, occorre attenersi, circa le modalità e la tempistica di un eventuale ricorso, alle disposizioni vigenti nel Paese in cui è stata comminata la contravvenzione.
    Per il resto, qualora l’autorità non avesse registrato i suoi dati in sede di contestazione (nel qual caso la multa le dovrebbe arrivare a casa), la stessa sarà inviata al proprietario del veicolo.
    Inoltre, qualora scadano i termini per il pagamento e Lei non avesse provveduto, è plausibile che, qualora Lei venisse fermato in altra circostanza, la polizia stradale possa agevolmente verificare il mancato pagamento.
    Cordiali saluti
    Il team Auto Europe

  313. Giuseppe says:

    Salve ho ricevuto una multa in austria negli ultimi giorni di permanenza qui dato che vado via,la somma è abbastanza cosiderevole,se torno in Italia non devo pagarla oppure si?

  314. Luana says:

    Gentile Giuseppe,
    La ringraziamo per avere scritto sul nostro blog.
    Come abbiamo detto più volte, le multe ricevute per infrazioni al codice della strada possono essere contestate, qualora ritenute ingiuste; altrimenti vanno pagate, possibilmente nei termini, onde evitare ulteriori sanzioni, economiche e amministrative.
    In particolare poi, visto anche che l’Austria è Paese confinante con l’Italia, le convenzioni esistenti in materia di scambio dati in caso di infrazioni stradali sono efficaci, per cui è molto probabile che il pagamento Le venga chiesto anche al suo indirizzo in Italia.
    Cordiali saluti
    Il team Auto Europe

  315. Fiorenzo says:

    Buongiorno
    Ho preso una multa per aver superato di 30 minuti il tagliando del parcheggio a pagamento orario in Inghilterra.
    La multa la devo pagare?
    Se non la pago che succede?

  316. Luana says:

    Gentile Fiorenzo,
    La ringraziamo per averci scritto. Auto Europe raccomanda sempre il pagamento di multe ricevute all’estero per infrazione al codice della strada, quanto meno per evitare ulteriori sanzioni, economiche e amministrative una volta giunti in Italia. Nel caso in cui la multa dovesse raggiungerla in Italia ovviamente rischierebbe una maggiorazione, e se si ostinasse a non pagare, potrebbe avere problemi qualora tornasse in Inghilterra e la fermassero per un controllo.
    Cordiali saluti,
    Il team Auto Europe

  317. Giuseppe says:

    Salve se ricevo una multa superiore alle 1000 euro dall’austria oltre al pagamento a cosa si va incontro Se io torno in Italia?

  318. Andrea says:

    Buonasera, a Maggio 2015 siamo stati con amici in Olanda, e parcheggiando l’auto ad Amsterdam, ci è stato detto da una signora del posto che quel giorno i parcheggi erano gratis poichè era festa, infatti il parchimetro non permetteva il pagamento neanche con carta di credito…dopo più di 3 mesi invece ci è stata recapitata all’indirizzo di casa in Italia una multa per il suddetto parcheggio appunto. Già non capiamo perchè se ci è stato detto che era festa e non andava pagata dovremmo pagarla ma mettiamo caso ci fosse stato un errore e andava comunque pagato il parcheggio, la multa va pagata anche se la notificazione è avvenuta dopo più di 3 mesi di tempo? E altra cosa come faremmo a pagarla visto che non cè nessun conto bancario o quant altro ed in posta ci hanno detto che così è impossibile pagarla?
    Ringraziando anticipatamente
    distinti Saluti

  319. Vittoria says:

    Gentile Andrea,
    La ringraziamo per averci scritto. Se ritenute ingiuste, le multe ricevute per infrazioni al codice della strada possono essere contestate. Altrimenti, per evitare sanzioni aggiuntive dovute al ritardo, sono da pagare entro i termini previsti. Nei documenti ricevuti è solitamente indicato il metodo di pagamento richiesto. Le consigliamo di mettersi in contatto con le autorità locali (o con il noleggiatore) per chiarimenti in merito e per comprendere la procedura da seguire per effettuare il pagamento o per fare ricorso.
    Cordiali saluti,
    il team Auto Europe

  320. Claudio says:

    Ho ricevuto una multa dall’Austria oggi 14/10/2015 per posta ordinaria relativa ad un’infrazione del giorno 07/04/2015 per eccesso di velocità (il limite era di 50 Km orari ed io andavo ai 56 Km orari) in lingua tedesca e senza foto, è normale questa modalità di notifica e sono obbligato a pagarla, e cosa succede se non la pago?

  321. Luana says:

    Gentile Claudio,
    La ringraziamo per averci scritto.
    L’inoltro della richiesta di pagamento delle sanzioni tramite posta ordinaria e nella lingua del Paese dove è avvenuta l’infrazione è il metodo usato correntemente in altri Paesi Europei.
    Se l’infrazione non è contestata nei termini e modi previsti dalla legge austriaca, l’importo va perciò pagato; le conseguenze di un mancato pagamento potrebbero essere infatti estremamente onerose qualora Lei venisse fermato per un controllo in territorio austriaco.
    Cordiali saluti
    Il team Auto Europe

  322. jana says:

    se si prende una multa autovelox in Francia,la compagnia di noleggio paga subito o trasmette la multa per consentire al cliente di verificarla ed acconsentirne il pagamento?io trovo giusto che il rent a car faccia e mail coi dettagli e atrenda termine breve ,dopo di che’ paghera su carta credito cluente.

  323. Francesco says:

    Salve, ieri ho ricevuto per posta ordinaria una multa da Lienz (Austria) di 30 euro per un presunto eccesso di velocità (data 25/08/2015). Il verbale e’ scritto in tedesco per cui non riesco bene a capire di che cosa si tratti. Chiedo gentilmente come comportarmi. Ringrazio e complimenti! Franco.

  324. Luana says:

    Gentile Jana,
    La ringraziamo per il Suo commento. La maggior parte delle compagnie di noleggio, in caso di multa da parte del cliente, si limiteranno a fornire i dati del guidatore alle autorità locali che, a loro volta, provvederanno a recapitare la multa direttamente in Italia, all’indirizzo riportato sui documenti registrati al ritiro dell’auto. L’autonoleggiatore in più tratterrà dalla carta di credito una tassa amministrativa che potrà variare in base alla società di noleggio. In Francia si aggira generalmente tra i 30 e i 40 euro.
    Cordiali saluti,
    Il team Auto Europe

  325. jaacopo says:

    Salve, sono stato fermato dalla polizia in polobia per una infrazione. Non hanno voluto che pagassi subito e mi hanno rilasciato un bollettino da pagare entro 7 giorni. Io devo rientrare in italia prima. Posso non pagare o la multa arriverà in italia? Sulla multa ci sono i miei dati, numero patente ed indirizzo. Grazie

  326. Luana says:

    Gentile Francesco,
    La ringraziamo per la Sua richiesta. Quando un’infrazione è commessa all’interno dei loro confini nazionali, molti paesi della Comunità Europea inviano la richiesta di pagamento di una multa per posta ordinaria e nella loro lingua. Se Lei non conosce il tedesco dovrebbe rivolgersi ad un traduttore o nel caso fosse impossibilitato a farlo, può provare a contattare le autorità locali e chiedere maggiori chiarimenti nella sua lingua o in inglese.
    Cordiali saluti,
    Il team Auto Europe

  327. Luana says:

    Gantile Jacopo,
    La ringraziamo per averci scritto.
    Se Lei ritiene di non dover contestare l’infrazione per la quale è stato fermato, Le consigliamo di pagare la multa senza indugio entro i termini che Le sono stati indicati, e possibilmente finchè Lei si trova in Polonia, perchè con il bollettino che Le è stato rilasciato il pagamento da altro stato potrebbe risultare problematico.
    In caso di mancato pagamento l’importo della multa sarà presumibilmente destinato ad aumentare e l’eventuale sollecito di pagamento Le verrebbe recapitato al suo indirizzo in Italia.
    Cordiali saluti
    Il team Auto Europe

  328. Alessandro says:

    Buonasera, abito in Inghilterra e sono qui con una macchina italiana. Ho già preso 2 multe per aver posteggiato senza il permesso(totale importo multe 70£ ciascuna). Se non le dovessi pagare, dato che il veicolo é italiano, mi accadrebbe qualcosa? Grazie in anticipo, Alessandro

  329. Nicola says:

    Buonasera,
    ho appena ricevuto per mezzo di raccomandata una multa per mancato pagamento del pedaggio autostradale in Ungheria in data 19/07/2015, recapitatami dalla società inglese Euro Parking Collection (EPC) incaricata dalla NUSZ Ztr, Ungheria (credo sia la società autostrade ungheresi) per un importo di euro 267,19 (199,72 sanzione + 67,47 di spese amministrative). In effetti non ricordo di aver comprato la vignetta per l’ungheria (in realtà non lo sapevo) ma mi sembra comunque una cifra spropositata. Ho letto che è difficile sfuggire da queste società di recupero crediti che comunque mi perseguiterebbero per diversi anni…Sarei anche disposto a non recarmi più in ungheria per i prossimi 10 anni, ma che rischio c’è che mi mandino l’ufficiale giudiziario qui in italia? ho tempo fino al 08/11/2015 per decidere.
    Grazie mille del consiglio.
    Saluti

  330. Ugo says:

    Ieri ho ricevuto dal Land Tirol (una provincia/regione Austriaca) una multa di 60 € mi sembra di aver capito, per superamento del limite di velocità anzichè 100 sono transitato a 120 Km/h.
    Già ho difficoltà a capire cosa mi hanno scritto e contestato in quanto l’intera lettera è in tedesco, poi cita , mi sembra, una legge sull’inquiinamento atmosferico.
    L’infrazione è stata accertata il 12 giugno 2015 ore 14.07 spedita il 5.10.2015 e recapitata con posta ordinaria il 27.10 u.s.

    La mia domanda è devo pagarla oppure posso evitare di farlo? se non lo faccio a cosa potrei andare incontro?

    Grazie anticipate della risposta, invio Distinti Saluti

  331. Luana says:

    Gentile Alessandro,
    La ringraziamo per aver lasciato un commento al nostro articolo. In merito alla Sua richiesta, Le raccomandiamo di pagare le multe che ha contratto per il parcheggio nel Regno Unito. Le ricordiamo che Le multe possono arrivare direttamente in Italia all’intestario dell’auto multata, che, se nello specifico è Lei, potrebbe avere problemi con le autorità inglesi qualora La fermassero per un controllo e da questo risultasse inadempiente nel pagamento delle sanzioni.
    Cordiali saluti,
    Il team Auto Europe

  332. Luana says:

    Gentile Ugo,
    grazie per avere lasciato il suo commento nel nostro blog.
    Il nostro consiglio agli automobilisti che ci scrivono per una multa ricevuta all’estero è quello di contestarla, qualora si ritenga sia stata emessa ingiustamente; in caso contrario, suggeriamo sempre di pagarla, in quanto le conseguenze che possono derivare dal mancato pagamento possono essere estremamente spiacevoli, sia in termini economici che di sanzioni accessorie che ne potrebbero derivare.
    In particolare, il rischio aumenta considerevolmente qualora Lei venisse nuovamente fermato dalla polizia austriaca, in quanto ne deriverebbe un deciso aumento della sanzione o persino il rischio del fermo del veicolo; tenga conto che per il superamennto dei limiti di velocità la politica del governo austriaco è quella di dissuasione con sanzioni di grande severità.
    Cordiali saluti
    Il team Auto Europe

  333. Luana says:

    Gentile Nicola,
    La ringraziamo per avere scritto un suo commento nel nostro blog.
    Se, come sembra dalla sua richiesta, l’infrazione è stata effettivamente commessa, il nostro suggerimento è quello di pagare nei termini previsti.
    Come ha potuto constatare, infatti, molti Paesi in Europa affidano la riscossione delle multe a società private specializzate nel settore che, quindi, hanno tutto l’interesse “commerciale” ad ottenere l’effettivo pagamento.
    In particolare, la EPC è concessionaria della riscossione delle multe per conto di numerose autorità ungheresi, per cui è plausibile che utilizzino tutti i rimedi legali per ottenere il pagamento del dovuto: tenga conto che nei contratti di delega si afferma esplicitamente la possibilità di essere assistiti da avvocati del Paese di appartenenza del multato, con conseguente aggravio di costi che ricadrebbero sullo stesso.
    Cordiali saluti
    Il team Auto Europe

  334. barbara says:

    salve

    ci é stata recapitata a bergamo una multa dall austria in lingua tedesca. l infrazione inoltre risale a fine marzo. dobbiamo pagarla? grazie per la risposta
    barbara

  335. Vittoria says:

    Gentile Barbara,
    La ringraziamo per il Suo commento.
    Come suggeriamo sempre a coloro che ci scrivono, le multe ricevute in paesi esteri andrebbero pagate nei termini previsti, per evitare di incorrere in ulteriori sanzioni e supplementi. Eventualmente, se ritenuta ingiusta, la multa ricevuta può essere contestata, ma Le consigliamo di rispettare sempre i tempi previsti.
    Cordiali saluti
    Il team Auto Europe

  336. Elisa says:

    Buongiorno,
    ci è stata notificata oggi una multa presa in Scozia quest’estate: ci contestano di aver transitato su una strada a pagamento senza corrispondere la cifra dovuta di circa 3 euro (la multa ammonta a 105 euro). Avremmo sicuramente pagato i 3 euro di pedaggio se fosse stato indicato da qualche parte, ma non ci siamo proprio accorti di commettere questa infrazione… quindi presumiamo non fosse sufficientemente indicato.
    Come dimostrarlo? Esiste un qualche ente che possa seguire le pratiche/i ricorsi all’estero?
    grazie mille

  337. Luana says:

    Gentile Elisa,
    La ringraziamo per il suo commento al nostro articolo. Purtroppo non siamo a conoscenza di enti che possano seguire questo tipo di pratiche. Il nostro consiglio è di provare a rivolgersi all’Ambasciata o agli Uffici Consolari italiani in Scozia. Forse sapranno darLe un’indicazione a tal proposito.
    Cordiali saluti,
    Il team Auto Europe

  338. Elisa says:

    Grazie Luana per la gentile risposta.
    Volevo fare una precisazione: per fortuna, leggendo meglio una “micro-postilla”, ci siamo accorti che è possibile pagare entro 14 giorni la sola somma dovuta per il transito, senza multa. Concessione riservata ai turisti in quanto le autorità scozzesi riconoscono che per gli stranieri non è chiaro questo tipo di pedaggio. Meglio così!

  339. Luana says:

    Gentile Elisa,
    La ringraziamo per averci riportato questa notizia. La pubblichiamo sperando possa essere d’aiuto a quanti si troveranno nella Sua stessa situazione.
    Cordiali saluti,
    Il team Auto Europe

  340. Anna says:

    Buonasera a tutti, ho ricevuto una multa per eccesso di velocita’ rilevata in un giro in Austria 4 mesi fa. Mi e’ arrivata in busta semplice e tutta scritta in tedesco senza allegare la foto della mia infrazione. Mi danno 4 settimane x pagarla e hanno indicato nel retro l’IBAN di riferimento. Io a quell’ora non mi trovavo in quella localita’ ( ero a circa 70 km di distanza) e oltretutto e’ arrivata solo a me nonostante fossi in compagnia di altre persone e viaggiavamo tutti alla stessa velocita’. Cosa mi consigliate di fare? Sono 120 euro ………..

  341. Luana says:

    Gentile Anna,
    La ringraziamo per averci scritto. Accade di frequente che le multe ricevute da un paese straniero siano inviate per posta semplice e nella lingua del mittente. Se ritiene che la multa sia stata ingiustamente recapitata deve necessariamente contestarLa, in caso contrario continuerà a ricevere solleciti da parte delle autorità austriache che, con il passare del tempo procederanno anche ad inasprire il costo della sanzione. Il mancato pagamento della multa potrebbe causarle problemi nei suoi prossimi viaggi verso l’Austria.
    Cordiali saluti,
    Il team Auto Europe

  342. Francesco says:

    Buongiorno,

    mi è arrivata una multa da Ibiza tramite posta ordinaria, motivo sosta su marciapiede e passaggio in zona pedonale. Avevo noleggiato uno scooter 125. La località dove ho preso la contravvenzione non è chiara. Voglio capire se devo pagarla oppure no, e se non la pago a quali conseguenze vado in contro.

    Grazie

    Francesco

  343. Vittoria says:

    Gentile Francesco,
    La ringraziamo per averci scritto. Come abbiamo più volte consigliato ai nostri lettori, le multe ricevute da paesi esteri andrebbero sempre pagate. Se crede di poter contestare la contravvenzione ricevuta, Le consigliamo di farlo comunque nei termini previsti, altrimenti può incorrere in supplementi e tasse amministrative.
    Cordiali saluti,
    Il Team Auto Europe

  344. Matteo says:

    Salve,oggi mi sono state recapitate a mezzo di posta normale 11 lettere dall’Austria,scritte in tedesco e che suppongo trattasi di multe.
    Suppongo si tratti di multe per parchimetro non pagato,in quanto questo Agosto sono partito per 1 mese lasciando l’auto posteggiata in un parcheggio a strisce bianche e privo di parchimetro e segnali visibili.
    Tornato a casa ho trovato queste multe ma me ne sono tornato in Italia e mi vedo ora recapitare tutte queste lettere dove non si capisce veramente niente e non vi è nemmeno un bollettino con un eventuale importo da pagare.
    Premetto che le multe sono arrivate a mio nonno essendo sua l’auto ma lui ormai è sprovvisto di patente.La mia domanda è “sono obbligato a pagare le multe in questione?””Se non pagassi cosa rischio?”
    Grazie

  345. Luana says:

    Gentile Matteo,
    La ringraziamo per avere scritto sul nostro blog.
    Come più volte detto, quando si riceve una multa si può contestarne il contenuto nei modi e nei tempi indicati nella stessa; altrimenti non vi è altra soluzione se non pagarla, mediante i mezzi indicati nella stessa (potrebbe essere anche un bonifico sulle coordinate fornite con la contravvenzione).
    Qualora si abbiano difficoltà nel comprendere il contenuto della multa, si può contattare (magari scrivendo in inglese) l’autorità che ha emesso la sanzione, oppure rivolgersi per assistenza alla sede consolare più vicina.
    Tenga altresì conto del fatto che, a prescindere dall’intestazione dell’auto, qualora la stessa venisse fermata in Austria per un controllo, è assai probabile incorrere in una sanzione notevolmente maggiore, o addirittura nel blocco della stessa.
    Cordiali saluti
    Il team Auto Europe

  346. Davide says:

    Buongiorno, ho preso una multa per parcheggio in zona disco orario in svizzera. io sono frontaliere, secondo voi mi arriverà la notifica a casa?

    Saluti
    Davide

  347. Luana says:

    Gentile Davide,
    La ringraziamo per averci scritto. È molto probabile che la multa Le arrivi a casa. Soprattutto Le consigliamo di pagarLa nel caso dovesse ricerverla, dato che si reca in Svizzera con una certa assiduità.
    Cordiali saluti,
    Il team Auto Europe

  348. Giancarlo says:

    Sono un cittadino italiano e vivo in Germania mi e stato recapitata una lettera della Firma nivi credit srl-autostarda in cui dice, di un mancato pagamento del pedaggio alla targa all’epoca di mio posesso, del 31.07.2010 ad oggi 19.11.2015 dopo piu’ di 5 anni di 58,50€ che con forfait per spese e quote annuali e salito a 150€ tondi. E da piu’di 20 anni che in estate scendo con la machina e ricordo non ricordo che anno non prendeva la viacard dopo il 2° o 3° tentativo si e’ aperto con un flash ma senza nessun tipo di scontrino o cose varie, facendo il furbo sono andato via e non ho pagato piu’ niente.
    Ora dico io non e’possibile un pedaggio cosi elevato di 58,50€ al casello e poi dopo piu`di 5 anni enormale questo?
    Vorrei Gentilmente un consiglio… Grazie
    Cordiali Saluti,
    Giancarlo N.

  349. Luana says:

    Gentile Giancarlo,
    La ringraziamo per averci scritto. La Nivi Credit è una società incaricata dalle Autostrade Italiane per il recupero crediti di pedaggi non pagati. Il nostro consiglio è di procedere con il pagamento della multa se non ci sono gli estremi per una contestazione. Le ricordiamo che se il pagamento al casello autostradale con la carta non viene accettato può accadere che la barra si apra lo stesso. In ogni caso, generalmente la macchinetta rilascia uno scontrino su cui sono riportate le modalità di pagamento entro 2 settimane.
    Cordiali saluti,
    Il team Auto Europe

  350. Luca says:

    Salve, venerdi sera mi hanno fatto la multa a Las Palmas a Gran Canariaper aver sforato l orario del ticket del parcheggio con un auto a noleggio. In se x se la multa non è alta (15€). Purtroppo pensando di essere coperto e nel giusto ho visto la multa solo sabato pomeriggio. Lunedi mattina presto sono rientrato e nn ho potuto neanche avvisare la società in quanto era ancora chiusa. É mai possibile che non possa pagare una multa nonostante siano indicate tutte le coordinate? Come mi devo comportare? Io VOGLIO pagarla…mi sembra anche piuttosto che giusto. Ed è questa l idea di EUROPA. grazie arrivederci

  351. Alessandro P. says:

    Buonasera,

    Spero che il vostro sito mi possa rispondere. Lo scorso fine settimana sono stato in Germania. Mentre aimè stavo superando una macchina sulla destra in autostrada dato che viaggiava sotto il limite (100 Km/h) nella corsia di centro sono stato fleshato il navigatore mi indicava che il limite era passato ad 80 all’ora e quindi avevo superato la velocità di circa 15-20 orari ma non mi fido delle indicazioni del navigatore.
    Mi sorge però un dubbio che mi attanaglia: Possibile che il mutavelox mi abbia fleshato perché superavo a destra o solo perché avevo superato il limite? In Italia il multavelox rilevano solo l’infrazione sulla velocità, ma non vorrei che quelli tedeschi fossero più intelligenti.

    Nella speranza che possiate rispondermi vi ringrazio anticipatamente.

    Cordiali Saluti,

    Alessandro P.

  352. luc says:

    Buonasera,
    Durante uno Week End in Grecia,con auto-noleggiata.
    Sono stato fermato dalla Poliza, in modo abbastanza “Discutibile” mi hanno sottoposto Alcool Test, loro parlando in lingua Greca,parlavano di 350 Euro
    non ho firmato nessuno verbale ( non ho pagato) ho avvisato l’ambasciata italiana,che dopo 20 gg mi hanno inviato il verbale scritto in greco,( nessuna traduzione) adesso siamo a 700Euro
    la mia patente e’ stata ritirata da loro. 90 gg di Stop.

    La mia domanda secondo voi?? mi verrano tolti anche i Punti sulla patente in Italia?

    Sicuramente dovro’ pagare,ma vi posso assicurare la pochissima trasparenza dello stato Greco.

  353. Bogdan marian says:

    Buongiorno,chiedo cortesemente un informazione! Nel 2008 ho comprato una machina dal concessionario con rateizzazione è anticipo!dopo due anni tornando in Italia dopo un contolo stradale mi è stata sequestrata perché risultava oggetto d’inchiesta dal 2005 è portata in deposito giudiziario!ho fatto causa e ho vinto quest’anno a maggio!setimana scorsa sono stato chiamato anche dai carabinieri e mi è stato detto che la machina non e più soto inchiesta!domanda:se devo andare a riprendere la machina devo pagare io deposito vistò che non sono mai stato colpevole di nulla ?

  354. Luana says:

    Gentile Luca,
    La ringraziamo per il suo commento. Purtroppo accade spesso che il guidatore pensi di poter pagare la multa una volta rientrato a casa per poi accorgersi al contrario di non essere nella condizione di poterlo fare dall’Italia, dato che la multa presa sul posto è standardizzata per i pagamenti a livello nazionale. Se le è possibile può contattare chi le ha elevato la contravvenzione oppure può cercare di contattare l’autonoleggiatore in loco per comunicargli la cosa ed eventualmente chiedere se c’è un modo di pagare la multa dall’Italia. Dato che la contravvenzione è stata presa con l’auto a noleggio Le arriverà certamente la multa in Italia dopo che l’autonoleggiatore avrà comunicato i suoi dati alle autorità locali.
    Cordiali saluti,
    Il team Auto Europe

  355. Luana says:

    Gentile Alessandro,
    La ringraziamo per averci scritto. Probabilmente l’autovelox ha rilevato semplicemente il superamento della velocità consentita. Se ha superato il limite di 20 km/h la multa, in caso Le arrivi, dovrebbe aggirarsi intorno ai 30 euro.
    Cordiali saluti,
    Il team Auto Europe

  356. Luana says:

    Gentile Luc,
    La ringraziamo per il suo commento. Con molta probabilità dopo che la Grecia avrà spedito la patente in Italia alla Motorizzazione e dopo che questa avrà comunicato la sospensione della patente alla Prefettura italiana sarà chiamato alla revisione della patente presso la Commissione medica locale ai sensi dell’articolo 128 del Codice della strada.
    Cordiali saluti,
    Il team Auto Europe

  357. Luana says:

    Gentile Marian,
    La ringraziamo per avere scritto sul nostro blog.
    Purtroppo non siamo in grado di rispondere alla sua domanda.
    Le consigliamo comunque di contattare prima il Comando dei Carabinieri che Le ha comunicato il dissequestro dell’auto per avere da loro maggiori informazioni.
    Cordiali saluti
    Il team Auto europe

  358. giuseppe says:

    buongiorno,
    ho ricevuto una richiesta di pagamento per una multa (mancava il tagliando del parcheggio) in Ungheria. La richiesta mi è arrivata dalla Svevia da una società inglese e il bonifico è su un conto tedesco… A parte il giro strano del servizio di riscossione, è dovuta? La comunicazione l’ho ricevuta con posta ordinaria, nessuna raccomandata. Non era allegato alcun verbale di polizia, non è neppure prevista la possibilità di contestare la multa (ero a Budapest quel giorno e a quell’ora ma non ho trovato alcun avviso sull’auto).
    Grazie mille per il vostro eventuale consiglio.
    Giuseppe

  359. Luana says:

    Gentile Giuseppe,
    La ringraziamo per averci scritto. Come riportato nel nostro articolo ormai la circolazione dei dati al fine di sanzionare chi commette reati all’estero è una realtà. Accade spesso che il recupero dei costi di sanzioni in Europa venga affidato a grandi società di recupero crediti che possono avere benissimo sede legale e conto corrente in due diversi paesi della Comunità Europea. Per molti Paesi della EU è una prassi ordinaria quella di spedire le sanzioni per posta ordinaria, a differenza dell’Italia, dove spesso si pensa che solo la raccomandata comprovi l’avvenuta ricezione della multa. Il nostro consiglio è di pagare la multa, soprattutto se effettivamente mancava il tagliando del parcheggio dal parabrezza dell’auto. Se al contrario pensa di poter contestare, non le resta che cercare di contattare chi le ha inviato la sanzione per capire se ci sono gli estremi per poterlo fare.
    Cordiali saluti,
    Il team Auto Europe

  360. tucci cinzia says:

    Ho ricevuto un istanza di pagamento per non avere pagato un posteggio privato in croazia avvenuto a agosto 2011 , la multa era di 8 euro , ora e’ arrivata a 256 euro , la notifica dichiara che devo pagare la suddetta entro 8 giorni, poi passa a 328 dopo i 30 giorni,successivamente se non viene pagata c’e’ il pignoramento, vorrei sapere come mi devo comportare, grazie

  361. Vittoria says:

    Gentile Cinzia,
    La ringraziamo per averci scritto. Come spesso suggeriamo a chi ci scrive, è sempre meglio pagare le contravvenzioni nei termini previsti per evitare ulteriori sanzioni amministrative. Se l’infrazione è stata effettivamente compiuta, il nostro consiglio è di effettuare il pagamento della multa per evitare danni ben peggiori e che l’importo da pagare aumenti ulteriormente. In alternativa, può provare a contattare l’ente che Le ha inviato la notifica per verificare la possibilità di un ricorso.
    Cordialmente,
    Il team Auto Europe

  362. paolo says:

    Buongiorno, ho ricevuto dalla Francia, con posta ordinaria, un “avviso” di verbale per eccesso di velocità rilevata con autovelox in data 15.6.2015. L’avviso indicava in francese le modalità di pagamento, a cui non ho dato riscontro. Ora, in data 16.12.2015, a distanza di 183 giorni mi hanno recapitato una raccomandata, che non ho ancora ritirato, con il verbale di cui sopra. Ciò detto, chiedo cortesemente di sapere se sono tenuto al pagamento di detto verbale o, come per la normativa italiana, posso soprassedere, visto che sono trascorsi abbondantemente i termini previsti per la notifica? Chiedo ancora, in caso di omesso pagamento, cosa mi può succedere?
    In attesa di gentile risposta ringrazio anticipatamente e porgo cordiali saluti.
    Paolo

  363. Elias says:

    Buongiorno, io credo di avere un caso un pò particolare: sono un cittadino italiano, ho noleggiato l’auto in Belgio e sono andato in Olanda, dove ho preso una multa per eccesso di velocità, 40 km\h. Mi è arrivata con prioritaria ieri, scritta in fiammingo incomprensibile. Non riesco a capire quale sia la cifra, è già scaduto comunque il termine di pagamento e non so come possa pagarla. Tolto il fatto che se è una multa di poco conto e riesco a capire come pagarla lo farò, se nel caso non lo facessi cosa succede? E per i punti? Perchè se l’avessi presa in Belgio l’autonoleggio potrebbe scalarmi i soldi dalla carta di credito, ma la polizia olandese può pretendere il pagamento ad una società di noleggio belga, con auto intestata dunque all’estero, condotta da una persona di un altro paese ancora, e poi l’autonoleggio rifarsi su di me? Inoltre essendo il termine già scaduto come funziona? Pago comunque?

  364. bruno salvatore says:

    Ho preso una multa a berlino eccesso velocita e foto,mi hanno chiesto i dati di chi era alla guida con la mia foto visto che ero in ferie e sono italiano a cosa vado incontro oltre al pagamento dell’inflazione la patente me la ritirano -risposta subito grazie

  365. Vittoria says:

    Gentile Elias,
    La ringraziamo per averci scritto. E’ comune che le notifiche di contravvenzione arrivino al noleggiatore anche quando l’infrazione è stata commessa in un paese estero. Ritardando il pagamento e facendo scadere i termini previsti, può incorrere in ulteriori spese amministrative e nell’aumento dell’importo da pagare. Per avere chiarimenti, Le consigliamo di contattare il noleggiatore presso cui ha ritirato la vettura in Belgio, chiedendo dettagli sull’importo da versare e se, nel Suo caso, la multa è da pagare direttamente all’ente che Le ha inviato la notifica o al noleggiatore stesso.
    Cordiali saluti,
    Il team Auto Europe

  366. Luana says:

    Gentile signor Bruno,
    La ringraziamo per il suo commento. In Germania l’eccesso di velocità è sanzionato in base alla gravità dell’infrazione. Generalmente se il limite di velocità è stato superato di 20-25 km/h, oltre alla sanzione vengono anche tolti punti dalla patente e dai 40 km/h comincia anche a scattare il divieto di guida per un certo periodo.
    Cordiali saluti,
    Il team Auto Europe

  367. Luana says:

    Gentile Paolo,
    La ringraziamo per averci scritto. Premettendo che quando la multa è comminata nei confronti di un conducente residente all’estero i tempi concessi per la notifica sono sensibilmente più lunghi (generalmente un anno), Le consigliamo di pagare la contravvenzione per eccesso di velocità, in quanto le conseguenze che possono derivare dal mancato pagamento possono essere estremamente spiacevoli, sia in termini economici che di sanzioni accessorie che ne potrebbero derivare. Oltre al sensibile aumento dei costi della multa, potrebbe correre il rischio del fermo del veicolo e il ritiro della patente qualora dovesse essere fermato per un controllo in Francia.
    Cordiali saluti,
    Il team Auto Europe

  368. Rexhep says:

    Buonasera .. Ieri sera o superato la velocita 50km/h in germania . La machina e nell nome dell mio suocero io ho una patentta albanessa … Che mi consigliatevi per favore che posso fare . Non voglio che il mio suochero li tagliano i punti .

  369. Luana says:

    Gentile signore,
    La ringraziamo per aver lasciato un commento al nostro blog. Il superamento di 50 km/h in Germania, oltre al costo della multa, dovrebbe essere sanzionato anche con la decurtazione di 2 punti e il divieto di circolazione per un mese. Quando verrà recapitata la multa a suo suocero, dovrà dichiarare che non era lui alla guida della vettura, ma Lei, fornendo di conseguenza, tutti i suoi dati.
    Cordiali saluti,
    Il team Auto Europe

  370. samantha says:

    Buongiorno, oggi mi è arrivata una multa dalla Spagna per eccesso di velocità. A quanto pare pure in questo siamo uniti.

  371. Luana says:

    Gentile Samantha,
    La ringraziamo per aver lasciato un Suo commento. Come avrà avuto modo di leggere nel nostro articolo, ormai è molto difficile per un automobilista europeo eludere le sanzioni contratte all’estero per violazione del Codice della Strada.
    Cordiali saluti,
    Il team Auto Europe

  372. Alex says:

    Se prendo la multa in Francia e mi arriva la multa i punti me li tolgono ?

  373. Luana says:

    Gentile Alex,
    La ringraziamo per aver lasciato un commento al nostro articolo. Anche in Francia vige il sistema della patente a punti e per questo motivo il decurtamento dei punti è molto probabile in quanto gli addetti al controllo invieranno la segnalazione all’Anagrafe nazionale del conducente. A questo punto si dovrebbe attivare l’iter di comunicazione dell’infrazione al Paese di appartenenza del multato, che poi deciderà sulla decurtazione dei punti.
    Cordiali saluti,
    Il team Auto Europe

  374. Fabrizio says:

    Salve, nel mese di Settembre mi sono recato in Svizzera non ricordo se ho rispettato tutti i limiti di velocità, fino ad oggi non mi è stato comunicato nulla ma c’è un limite di prescrizione eventualmente?? E se decidessi di non pagare?

  375. Luana says:

    Gentile Fabrizio,
    La ringraziamo per avere scritto sul nostro blog.
    Il tempo per effettuare la notifica al conducente residente in un Paese straniero per le multe prese in Svizzera può arrivare fino a tre anni; l’ulteriore termine per il pagamento è indicato nello stesso verbale di contravvenzione (normalmente 60/90 giorni), entro i quali, eventualmente, si può contestare la multa con gli strumenti indicati nel verbale stesso.
    Tenga presente che la Svizzera attua una politica estremamente rigorosa nel perseguire le contravvenzioni non pagate, tant’è che le stesse, in caso di comportamente ritenuti particolarmente gravi, da procedimenti amministrativi si trasformano in veri e propri procedimenti penali, con tanto di rogatoria internazionale. Il rischio poi aumenta considerevolmente qualora Lei abbia intenzione di mettere nuovamente piede nella Repubblica Elvetica.
    Cordiali saluti
    Il team Auto Europe

  376. SABRINA says:

    HO RITROVATO UNA MULTA DEL 2008 PRESA IN COSTA AZZURRA, PER MANCATO PAGAMENTO DEL PARCHIMETRO, PIN UNA PIAZZUOLA VICINO AD UNA SPIAGGETTA, PENSAVO FOSSE IL P DEL RISTORANTE,DOVE TRA L’ALTRO ABBIAMO MANGIATO…..
    NON LO AVEVO PROPRIO VISTO….
    SONO, ERANO 17 € DOVREI PAGAARLI?

  377. Luana says:

    Gentile Sabrina,
    La ringraziamo per averci scritto. Il nostro consiglio è quello di pagare smpre le multe ricevute,a meno che non se ne voglia contestare il merito.
    Tuttavia, visto il notevole lasso di tempo trascorso, se Lei non ha nel frattempo ricevuto solleciti di pagamento, è probabile che la multa sia caduta in prescrizione.
    Cordiali saluti,
    Il team Auto Europe

  378. Camilla says:

    Buongiorno,

    Questa estate ad Agosto mi trovavo a Palma De Maiorca in vacanza. Avevo noleggiato un’auto.
    Esattamente il 17 Novembre mi è stato addebitato un costo (extra) di 40,37 euro dalla compagnia di autonoleggio ed in quel momento non mi sono posta domande, dato che pensavo fossero delle spese ancora dovute per il noleggio.
    Oggi, invece, scopro che era il costo relativo alle spese di Amministrazione della compagnia per aver ricevuto una multa per SOSTA SENZA ESPORRE IL DISCO ORARIO, e in più mi ritrovo a dover pagare la relativa multa al Comune di Palma di euro 30, sempre per la stessa infrazione commessa in data 12-8-2015, che mi è stata notificata il 28-01-2016.
    Ora, non essendo esperta in materia di contravvenzioni stradali, mi rivolgo a Voi per chiederVi se eventualmente siano già trascorsi e scaduti i termini entro i quali la multa doveva essermi notificata, e se quindi potrei contestare la multa per questa ragione. Cosa mi consigliate di fare?

    Grazie in anticipo.

    Cordialità

    Camila S.

  379. Vittoria says:

    Gentile Camilla,
    La ringraziamo per aver scritto sul nostro blog. Come consigliamo sempre ai viaggiatori che ci scrivono, è sempre bene pagare le multe ricevute e, soprattutto, farlo nei termini previsti dalla legge del Paese che ha inviato la notifica. In caso di mancato pagamento, non solo l’importo tende ad aumentare nel tempo, ma potrebbero insorgere problemi qualora si recasse nuovamente in Spagna e venisse fermata per un controllo. Se intende contestare la contravvenzione ricevuta, è importante che rispetti i termini previsti. Potrebbe chiedere maggiori informazioni al riguardo direttamente alla compagnia di noleggio presso cui ha ritirato la vettura. Consideri, comunque, che i tempi massimi di notifica variano da Paese a Paese e che possono anche essere superiori ai 90 giorni previsti in Italia.
    Cordiali saluti,
    Il team Auto Europe

  380. Filippo says:

    Buongiorno,
    nell’ottobre 2015 sono stato fermato in Germania per guida in stato d’ebbrezza. Verbale e multa da 500€ pagata subito. Patente non ritirata. Oggi ricevo lettera in tedesco tramite posta ordinaria che mi comunica sospensione della patente per un mese e che mi verrà chiesto di inviare la mia patente alla stazione di polizia. Questo lo intuisco non parlando il tedesco non so esattamente quello che devo fare. La prefettura italiana mi dice di non aver nessun procedimento nei miei confronti e mi dice di non fare nulla. Come mi dovrei comportare? Grazie in anticipo per quanto mi potrete dire. cordiali saluti.

  381. Luana says:

    Gentile Filippo,
    La ringraziamo per avere scritto sul nostro blog.
    Generalmente, in caso di guida in stato di ebbrezza, la petente viene ritirata subito, e successivamente inviata alla Prefettura competente, terminato il periodo di sospensione; poichè ciò non è avvenuto, Le consigliamo di farsi tradurre, magari con l’ausilio del consolato tedesco a Lei più vicino, l’esatto contenuto della comunicazione, soprattutto per stabilire a quale autorità la sua patente vada eventualmente consegnata per il periodo di sospensione.
    Se infatti la sua patente è da consegnare all’autorità tedesca, Le consigliamo di adempiere al fine di evitare ulteriori sanzioni; se invece la patente deve essere consegnata all’autorità italiana, si attenga alle indicazioni che Le hanno fornito in Prefettura.
    Cordiali saluti
    Il team Auto Europe

  382. Fabrizio says:

    Ciao a tutti,
    il 26 dicembre sembrerebbe che in territorio francese vicino bayonne( in direzione Bordeaux ) abbia superato il limite di velocità di 18 km/h (limite 90 io andavo a 108). La multa e’ stata recapitata a mio padre ( intestatario del veicolo) e dovrei pagare la cifra di 45 euro circa entro marzo. Sembrerebbe dai dati che la multa sia stata effettuata da una postazione mobile di autovelox, e la cosa che mi turba e’ che l’ incartamento per il pagamento della multa non abbia una foto che certifichi che l’ auto effettivamente sia stata “fotografata”.
    Mi chiedevo se sia prassi legittima o ci sia puzza di “truffa”? Questo perche` le multe che generalemente mi sono state contestate in paesi europei (spagna, germania e austria) con automibele avente targa italiana avevano sempre la foto dell’ automobile con targa.
    Grazie per l’ attenzione.

  383. Francesco says:

    In Francia, da qualche tempo, è entrato in vigore un accordo di cooperazione fra le polizie, che attualmente ha però prodotto risultati per infrazioni rilevate con l’autovelox, e recapitate tramite posta ordinaria. Scusate ma se mandano
    la multa tramite posta ordinaria come possono essere certi che il colpevole ha ricevuto la multa? Quindi che valore giuridico ha? Come lo dimostrano che il multato non ha voluto pagare?
    Grazie Vorrei risposta esaustiva. Perchè avrei potuto prendere una multa e non esserne a conoscenza per un disguido postale. Ripeto giuridicamente come posso essere sicuro di cosa ho fatto se Loro non hanno nessuna mia firma o di parenti?

  384. Luana says:

    Gentile Fabrizio,
    La ringraziamo per averci scritto. Gli autovelox mobili, nella maggior parte dei casi, non sono dotati di un sistema di ripresa fotografica. Da quel che ci risulta il rilevamento di un eccesso di velocità da questi dispositivi che non scattano foto sono del tutto legali. Nel caso sia certo di aver commesso l’infrazione in oggetto, il nostro consiglio è di pagare la contravvenzione, altrimenti può contestarla nei modi e nei tempi indicati dalla stessa.
    Cordiali saluti,
    Il team Auto Europe

  385. Luana says:

    Gentile Francesco,
    La ringraziamo per aver lasciato un commento al nostro blog. Accade spesso che una multa dall’estero arrivi in Italia con posta ordinaria (può scorrere molte esperienze di automobilisti italiani descritte in calce a questo articolo), questo perchè in altri paesi europei, le autorità locali si fidano del buon senso degli automobilisti che, una volta ricevuta una multa, o pagano o contestano nel merito la stessa, senza accampare la scusa di un eventuale disguido postale. Ad ogni modo, il mancato pagamento della multa non cancella il debito contratto che può solo aumentare. In questo caso riceverà probabilmente altri solleciti da parte delle autorità francesi, che potrebbero rifarsi, anche penalmente, se dovesse rientrare nel loro territorio o potrebbero comunque avviare un’azione legale di riscossione del credito attraverso la giurisdizione civile.
    Cordiali saluti,
    Il team Auto Europe

  386. Davide says:

    salve, ho ricevuto via posta due verbali per eccesso di velocità in territorio francese. Il superamento del limite, in ambo i casi, era di meno di 10 km/h. In Italia ciò non comporterebbe la decurtazione di punti sulla patente. Io però sarei soggetto alla decurtazione secondo la legge francese? (In fFancia prevedono -1 punto per superamento inferiore a 20 km/h). Grazie

  387. Vittoria says:

    Gentile Davide,
    La ringraziamo per aver scritto sul nostro blog. Anche se in Italia per eccessi di velocità inferiori ai 10km/h si va incontro ad una sanzione soltanto pecuniaria, in Francia l’eccesso di velocità inferiore ai 20 km/h è sanzionato anche con la decurtazione di 1 punto sulla patente. Generalmente, i controllori francesi inviano una segnalazione all’Anagrafe nazionale del Paese del guidatore e, a quel punto, è il Paese di appartenenza del conducente a decidere se procedere o meno alla decurtazione dei punti.
    Cordiali saluti,
    Il team Auto Europe

  388. ilaria says:

    Buongiorno,
    la società si è vista recapitare una multa presa da un dipendente quando era in germania x superamento limiti di velocità di 10km/h su tratto stradale con limite 100k/h.
    Dicono di avere come mezzi di prova: fotografia frontare, fotografia.
    Ovviamente ci hanno chiesto i dati della persona alla guida, visto che la macchina era a noleggio
    Che voi sappiate vengono decurtati anche i punti della patente?
    Grazie per l’aiuto.

  389. Luana says:

    Gentile Ilaria,
    La ringraziamo per averci scritto. In Germania, per un superamento dei limiti di velocità di 10 km/h, non vengono decurtati punti dalla patente. Dato che la macchina era a noleggio è probabile che anche l’autonoleggiatore richieda un costo di servizio per via della multa presa.
    Cordiali saluti,
    Il team Auto Europe

  390. marcos says:

    Salve, anch io ho bisogno di delucidazioni,
    Ho appena ricevuto in italia una multa presa in Francia, da un mio amico a cui ho prestato la macchina.
    Sul verbale ricevuto, in italiano, oltre alle modalità di contestazione sono elencati i casi di contestazione, fra questi é possibile, comunicando i dati esatti, dichiarare che non si era alla guida del veicolo.
    La multa non é da pagare come ben specificato, ma la domanda é: se la persona che era alla guida non paga qual é il rischio per il proprietario del veicolo?
    Grazie per l’attenzione, saluti

  391. Claudio says:

    Buongiorno,
    ho ricevuto oggi due multe con autovelox prese in Francia il 20 luglio ed il 23 luglio; la prima a Beziers vers Clermont Ferrand, facevo i 107 con un limite di 90 km, superavo quindi di 17 km., la multa è di Euro 45. La seconda invece a Bergerac vers Bordeaux, facevo i 56 Km con limite consentito dei 50 Km, superavo quindi di 6 Km, dedotta la tolleranza, la velocità considerata è di 51 km. La multa in questo caso è di Euro 90. Mi sembra cara per un superamento così esiguo del limite e perchè questa differenza di sanzione? Devo pagare o ho qualche possibilità di contestazione ?
    Grazie.

  392. Paolo says:

    Buongiorno,
    Verbale francese con autovelox, infrazione del 6/8/2015 e notificata a casa il 17.2.2016 quindi ben oltre i termini di notifica italiani. Posso evitare di pagarla facendo ricorso al l’autorità francese così da poter tornare in Francia tranquillo o non la pago e non ci vado più? 😉 grazie

  393. Alan says:

    Buongiorno, la mia Azienda ha ricevuto una comunicazione in lingua tedesca dall’Austria (Innsbruck) nella quale si chiedono probabilmente i dati del conducente relativi per un’infrazione.
    Credo si tratti di multa con autovelox, si parla sembra di un dispositivo elettronico ma nel verbale non c’è scritta alcuna velocità per cui non conosco la gravità dell’infrazione, forse vogliono il nominativo per spedire il verbale completo…
    Oltre alla multa da pagare e ai punti, si corre il rischio di sospensione delle patente?

  394. Vittoria says:

    Gentile Claudio,
    La ringraziamo per aver scritto sul nostro blog. In Francia l’eccesso di velocità inferiore ai 20 km/h è sanzionato con una multa e, generalmente, anche con la decurtazione di un punto sulla patente. Ai guidatori che ci scrivono consigliamo sempre di pagare le multe, per non rischiare di avere problemi nel caso in cui ci si recasse nuovamente in quel Paese. Se intende contestare la contravvenzione ricevuta, è importante farlo nei tempi e nelle modalità indicate per non incorrere in ulteriori sanzioni amministrative.
    Cordiali saluti,
    Il team Auto Europe

  395. Vittoria says:

    Gentile Paolo,
    La ringraziamo per averci scritto. Il nostro consiglio è di pagare sempre le multe ricevute, per non incorrere in ulteriori sanzioni amministrative che farebbero lievitare l’importo richiesto. I termini di notifica differiscono da Paese a Paese e Le suggeriamo quindi di controllare i termini massimi di notifica francesi. Se dovesse decidere di non pagare la multa, come può immaginare, potrebbe avere seri problemi nel caso in cui si recasse nuovamente in Francia.
    Cordiali saltui,
    Il team Auto Europe

  396. Vittoria says:

    Gentile Alan,
    grazie per aver scritto sul nostro blog. L’eccesso di velocità comporta generalmente una sanzione pecuniaria. La patente viene sospesa in caso di grave infrazione del codice della strada (ad es. eccessivo superamento dei limiti di velocità), in caso di recidiva o in altri casi specifici. Quando riceverà la notifica completa avrà probabilmente tutti i dati relativi all’infrazione commessa.
    Cordiali saluti,
    Il team Auto Europe

  397. Vittoria says:

    Gentile Marco,
    La ringraziamo per aver scritto sul nostro blog. In Francia, il proprietario del veicolo è responsabile per eventuali multe ricevute e, oltre alla sanzione pecuniaria, può incorrere anche nella decurtazione dei punti dalla patente. Se riesce a comunicare alle autorità francesi i dati della persona che in quel momento era alla guida dell’auto, la contravvenzione dovrebbe essere pagata da questa persona. Nel caso in cui, però, la persona che era alla guida non dovesse pagare l’importo dovuto, ne sarà probabilmente ancora responsabile il proprietario della vettura.
    Cordiali saluti,
    Il team Auto Europe

  398. Ameglio Fausto says:

    Ho ricevuto il data odierna una contravvenzione per eccesso di velocità di Euro 45 avvenuta in Francia il 09/08/2015.
    Vorrei sapere se, nonostante siano trascorsi oltre sei mesi dalla data di contravvenzione, sono tenuto a pagare. Non c’è un limite di prescrizione? Grazie.

    Fausto Ameglio

  399. Vittoria says:

    Gentile Fausto,
    La ringraziamo per aver scritto sul nostro blog. Per le contravvenzioni inviate a guidatori residenti all’estero, i tempi concessi per la notifica sono generalmente più lunghi (circa un anno). Le consigliamo di pagare la multa per eccesso di velocità, per non incorrere in spiacevoli conseguenze. Nel caso in cui si recasse nuovamente in Francia e venisse fermato per un controllo dalla polizia locale, potrebbe, infatti, correre il rischio sia del fermo del veicolo, sia del ritiro della patente.
    Cordiali saluti,
    Il team Auto Europe

  400. Domenico Alessandro says:

    Buongiorno, oggi 11/2/2016 ho ricevuto una multa da Nizza in Francia contestatami per eccesso di velocità di 58 km/h che scartando 5 km è diventata 53 km/h dove c’era il limite di 50 km/h.. A parte l’importo esoso di 90 euro per pagamento entro 60gg, la contestazione è del 7/8/2015 e con autovelox, visto che ci sarebbe una fotografia. Mi risulta che in Italia il limite di contestazione è di 6 mesi. Sarà così anche in Francia? Mi conviene pagare o contestare visto che sono passati più di 7 mesi? Se contesto mi chiedono un deposito di 135€, è corretto?
    Vi ringrazio per una cortese sollecita risposta.

  401. Vittoria says:

    Gentile Domenico,
    grazie per averci scritto. Le consigliamo di pagare la multa ricevuta, per non incorrere in ulteriori sanzioni amministrative, che non farebbero altro che lievitare l’importo dovuto. Se intende contestare la contravvenzione ricevuta, si assicuri di farlo nei tempi previsti indicati sul verbale e consideri che, comunque, i tempi concessi per la notifica a guidatori residenti in Paesi diversi da quello in cui è stata commessa l’infrazione sono generalmente più lunghi rispetto ai tempi standard.
    Cordiali saluti,
    Il team Auto Europe

  402. Enrico says:

    Buongiorno,
    Se mi arriva una multa dalla Francia, ma questa si riferisce a un autovelox di 8 mesi fa, è ancora valida o si può contestare? Non c’è un limite di tempo in cui ti possono spedire la multa?
    Grazie.
    Buona giornata

  403. Vittoria says:

    Gentile Enrico,
    grazie per aver scritto sul nostro blog. I tempi di notifica sono generalmente più lunghi (circa un anno) per le contravvenzioni inviate a guidatori residenti all’estero. In ogni caso, se intende contestare la multa ricevuta, Le consigliamo di farlo nei tempi stabiliti, altrimenti rischia un aumento dell’importo da pagare.
    Cordiali saluti,
    Il team Auto Europe

  404. raffaele says:

    Salve,
    mi è arrivata una multa presa in Francia (autovelox) il 19/08/2015 e mi è arrivata il 15 marzo 2016.
    Visto il tempo trascorso (circa 7 mesi) posso contestarla o bisogna pagarla?
    Grazie

  405. davide pescatori says:

    Buonasera,
    ho ricevuto oggi 15/03/2016 una multa dalla Francia, l’infrazione risale al 25/08/2015 e la data del verbale di contravvezione è del 04/03/2016, la posso contestare?
    Grazie

  406. Maria Teresa says:

    Buona sera,
    mi è stata recapitata dalla Polizia FRANCESE a mezzo posta ordinaria un verbale di contravvenzione per eccesso di velocità sul tratto GENEVE – LYON, premetto che non sono stata mai in FRANCIA , e tanto meno ho prestato la mia auto ad alcuno, si tratta di una cifra irrisoria e per non perdere tempo potrei pagarla, ma facendo ciò creerei un ammissione di responsabilità. Mi sono sorti dei dubbi: potrebbe essere una truffa? potrebbe essere la mia targa clonata? cosa mi consiglia di fare?
    Grazie Maria Teresa

  407. Vittoria says:

    Gentile Raffaele,
    La ringraziamo per averci scritto. Il nostro consiglio è sempre di pagare le contravvenzioni ricevute e di farlo nei tempi stabiliti. Il mancato pagamento può crearle molti problemi nel caso in cui dovesse recarsi nuovamente in Francia e venisse fermato dalla polizia per un controllo. Potrebbe, infatti, rischiare non solo il ritiro della patente, ma anche il sequestro del veicolo. Consideri, inoltre, che per le multe inviate a conducenti residenti all’estero, i tempi concessi per la notifica sono generalmente più lunghi.
    Cordiali saluti,
    Il team Auto Europe

  408. Vittoria says:

    Gentile Davide,
    La ringraziamo per aver scritto sul nostro blog. Come detto più volte ai guidatori che ci chiedono consiglio, i tempi di notifca per contravvenzioni inviate a residenti all’estero sono sensibilmente più lunghi (circa un anno). Se intende contestare la multa ricevuta, si assicuri di farlo nei tempi previsti indicati sul verbale, per non incorrere in sanzioni amministrative.
    Cordiali saluti,
    Il team Auto Europe

  409. Vittoria says:

    Gentile Maria Teresa,
    grazie per averci scritto. Se non si è mai recata in Francia e non ha mai effettuato con la Sua auto il tratto indicato nel verbale della polizia francese, potrebbe contestare la contravvenzione ricevuta. Le consigliamo di contattare l’ente che Le ha inviato la notifica e spiegare quanto accaduto. Saranno i responsabili ad indicarLe come sarebbe meglio procedere.
    Cordiali saluti,
    Il team Auto Europe

  410. Raffaele says:

    Salve,
    Ho già pubblicato un quesito riguardo la multa presa in Francia circa 7 mesi fa e vi ringrazio per la risposta. Volevo soltanto precisare che la multa mi è arrivata per posta ordinaria..quindi è come se non mi fosse mai stata notificata. Grazie

  411. matteo says:

    buona sera. a agosto 2016 ho preso un autovelox in norvegia con auto a noleggio. l’agente mi ha fatto il verbale dicendo che potevo pagare dall’italia. la multa è a mio nome e non è sulla targa della macchina. mi è arrivata gia 3 volte maggiorata a casa ma tralasciando il discorso etico e morale sul fatto che dorei pagarla. se non lo faccio hanno m,odo di farmela pagare o l’unico rischio è di essere fermato se mai tornerò in norvegia??

  412. Vittoria says:

    Gentile Matteo,
    grazie per averci scritto. Le conseguenze in cui potrebbe incorrere sono molteplici. Se non effettua il pagamento della contravvenzione ricevuta, potrebbe avere problemi non solo nel caso in cui tornasse in Norvegia, ma anche con il noleggiatore presso cui ha ritirato la vettura. E’ importante ricordare, infatti, che la compagnia di noleggio è in possesso dei dati dei propri clienti e potrebbe anche vietarle di effettuare noleggi presso una qualsiasi delle loro agenzie nel mondo.
    Cordiali saluti,
    Il team Auto Europe

  413. mirko says:

    ho ricevuto a marzo 2016 multa da europcar ricevuta con auto a noleggio a londra ad agosto 2015, nel frattempo ho cambiato carta di credito, posso stare tranquillo e posso disinteressarmi della cosa? 🙂

  414. Vittoria says:

    Gentile Mirko,
    grazie per aver scritto sul nostro blog. Le multe ricevute da parte dei noleggiatori vanno sempre pagate per non incorrere in spiacevoli conseguenze. Il noleggiatore è in possesso dei dati personali dei propri clienti e può comunicarli alle autorità. Inoltre, in caso di mancato pagamento, è possibile che il noleggiatore le vieti il noleggio in qualsiasi sua agenzia nel mondo.
    Cordiali saluti,
    Il team Auto Europe

  415. Lorena says:

    Buongiorno, ho preso una multa in Francia il 30 marzo perché ho parcheggiato senza pagare il bigliettino, non avevo visto fosse a pagamento lì!!
    Mi hanno lasciato un avviso, e il mio fidanzato che abita in Francia si é andato a informare alla polizia municipale, e hanno detto che mi arriverà a casa! Sapete dirmi in quanto tempo? E se la posso pagare dall’italia?
    Grazie, Lorena!!

  416. Vittoria says:

    Gentile Lorena,
    grazie per aver scritto sul nostro blog. I tempi di notifica sono molto variabili quando il guidatore non è residente nel paese in cui è stata commessa l’infrazione. Potrebbe ricevere la contravvenzione nel giro di poche settimane o potrebbe passare qualche mese. In ogni caso, generalmente è possibile effettuare il pagamento dall’Italia. Sul verbale che riceverà saranno indicati termini e modalità di pagamento.
    Cordiali saluti,
    Il team Auto Europe

  417. Fabrizia says:

    Buongiorno
    In caso di infrazione per eccesso di velocità all’estero, i punti della patente vengono tolti?
    Ai primi di marzo ero in Francia, macchina a noleggio a me registrata con seconda guida. E arrivata a mio nome una multa per eccesso di velocità: limite 90km/h, guidava l’altra persona ed andava a 98km/h tolti 5 km di tolleranza la differenza è 3km /h . I moduli sono scritti in italiano e molto chiari (c’è anche il modulo per poter fare eventualmente la contestazione), però non si parla di detrazioni di punti: può essere come in Italia che se non si superano i 10km/h non c’è detrazione dei punti ma solo la sanzione? Se non tolgono i punti a questo punto la pagherei direttamente io (sono
    € 45 se pago entro fine mese altrimenti € 68 se pago tra maggio e giugno) senza contestare il fatto che non ero io al volante per evitare poi che ora che si fa tutta la trafila il costo della sanzione aumenti.
    Spero possiate aiutarmi a chiarire il problema punti. Grazie.

  418. Vittoria says:

    Gentile Fabrizia,
    grazie per aver scritto sul nostro blog. In Francia l’eccesso di velocità inferiore ai 20 km/h è sanzionato con una multa e, generalmente, anche con la decurtazione di un punto sulla patente. Sarà poi il paese di residenza del conducente a decidere se procedere o meno alla decurtazione effettiva dei punti. Se intende contestare la contravvenzione ricevuta, si assicuri di farlo nei tempi e nelle modalità indicate per non incorrere in ulteriori sanzioni amministrative che farebbero lievitare l’importo da pagare.
    Cordiali saluti,
    Il team Auto Europe

  419. Fabrizia says:

    Molte grazie per la risposta. Mi sa che procederò con la contestazione dato che si può fare anche online per velocizzzare il tutto.

  420. giuseppe morana says:

    Salve!
    è normale che sicilybycar faccia due addebiti sulla carta di 61 euro ciascuna solo per la gestire di due multe???

  421. alessio says:

    Salve , mi conforta leggere che non sono il solo ad aver ricevuto una multa per eccesso di velocità in Francia (ben 3 km orari in più rispetto al limite con tolleranza 🙁 )….. ma la multa è arrivata con posta ordinaria e non con raccomandata quindi non è stata notificata . A cosa si incorre a non pagarla ??. Vi ringrazio

  422. Lorena says:

    Buonasera! Vi scrissi qualche giorno fa riguardo una multa che mi hanno fatto in Francia a fine marzo, perché non avevo pagato il bigliettino del parcheggio. Ad oggi non mi è ancora arrivata a casa, e ho saputo che a fine aprile dovrò tornare in Francia con l’auto!
    La mia domanda è se per sbaglio prendo un’altra multa per la stessa infrazione succede qualcosa alla mia patente, o pago di più rispetto alla prima volta? So che in Italia se si prendono due multe per la stessa infrazione si posso avere problemi di sospensione patente ecc…ovviamente questa volta starò molto attenta!!
    Grazie per l’attenzione, Lorena

  423. Vittoria says:

    Gentile Giuseppe,
    grazie per averci scritto. I noleggiatori addebitano generalmente un importo fisso come tassa amministrativa per la gestione delle contravvenzioni ricevute. E’ possibile, dunque, che per due differenti multe siano stati prelevati due importi. Per maggiori chiarimenti, La invitiamo a contattare il noleggiatore SicilyByCar o il nostro servizio clienti.
    Cordiali saluti,
    Il team Auto Europe

  424. Vittoria says:

    Gentile Alessio,
    grazie per aver scritto sul nostro blog. L’eccesso di velocità inferiore ai 20 km/h in Francia è sanzionato con una multa e con la decurtazione di un punto sulla patente. Se intende contestare la contravvenzione ricevuta, si assicuri di farlo nei tempi e nelle modalità indicate per non incorrere in ulteriori sanzioni amministrative. Il mancato pagamento potrebbe inoltre crearLe seri problemi nel caso in cui si recasse nuovamente in Francia e venisse fermato per un controllo.
    Cordiali saluti,
    Il team Auto Europe

  425. Ivan says:

    Salve,
    Come scritto da altro aanch’io ho ricevuto multe in aprile 2016 per infrazioni di settembre 2015. Ho letto le risposte di Auto Europe in cui dite che i tempi di prescrizione sono circa di un anno. Ma perché é così difficile sapere con esattezza i tempi di prescrizioni. Sono due giorni che cerco su web e non trovo risposta esaustiva. Capisco che il consiglio sia di pagare per non incorrere a complicazioni, ma se c’é una legge che mi obbliga a pagare dovrà anche esserci spiegazione per ricorso e i diritti del trasgressore. Grazie anticipatamente.
    Ivan

  426. Vittoria says:

    Gentile Ivan,
    grazie per averci scritto. I tempi concessi per la notifica variano in base al Paese in cui si è commessa l’infrazione. Per le modalità di ricorso, queste sono generalmente presenti sulla multa ricevuta. Le consigliamo di contattare direttamente l’ente che Le ha inviato la contravvenzione per maggiori informazioni al riguardo.
    Cordiali saluti,
    Il team Auto Europe

  427. klaudia says:

    buongiorno, ho ricevuto una multa dalla Germania (autovelox) completamente scritta in tedesco.
    Auto a noleggio Europcar, data infrazione 28/1/16, data verbale 18/2/16 e ricevuta via posta ordinaria (no raccomandata) a fine marzo.
    Da una traduzione “scolastica” mi sembra di capire che devo solo reinviare il modulo compilato con il nome del guidatore, ma non si fa cenno a somme di denaro né tantomeno a modalità di pagamento.
    Pensavamo infatti che in questi casi il noleggiatore addebitasse direttamente sulla carta di credito, invece no…giusto?
    In questi giorni arriva una sorta di sollecito (immagino!) perché è la stessa lettera con la scritta ERINNERUNG!!! (cioè da vocabolario: fai memoria, ricordati di).
    Adesso che facciamo? Quali conseguenze se non rimandiamo il modulo? Compiliamo il modulo…anche se magari in maniera sbagliata? dobbiamo trovare per forza qualcuno che conosca (bene) il tedesco per tradurci la multa? ma è mai possibile che non possano mandarla con una traduzione almeno in inglese?
    Noi pagheremmo pure…ma se non c’è né importo né modalità di pagamento…
    Non vogliamo avere casini però… che possiamo fare?

  428. Vittoria says:

    Gentile Klaudia,
    grazie per averci scritto. Generalmente la multa arriva direttamente al cliente, che è tenuto a pagarla, e il noleggiatore addebiterà semplicemente le spese amministrative. Nel caso in cui non dovesse pagare la contravvenzione, può incorrere in problemi con il noleggiatore, il quale potrebbe non sono richiederLe un importo maggiore, ma anche negarle il futuro noleggio in qualsiasi sua sede nel mondo. La scritta “Erinnerung”, come ha intuito, indica un sollecito di pagamento. Per assistenza, se ha prenotato tramite Auto Europe, può contattare il nostro servizio clienti o direttamente il noleggiatore Europcar.
    Cordiali saluti,
    Il team Auto Europe

  429. Claudio says:

    Buongiorno.ho ricevuto una multa tramite posta prioritaria per eccesso di velocità in francia preso con autovelox fisso i a Parigi il 20 agosto 2015 verbalizzata ii2 aprile 2016 se non la pago cosa mi capiterà. Il problema principale e che non so di aver preso altre multe pagando la prima ho paura di accendere un meccanismo che non vorrei grazie attendo una vostra risposta

  430. Vittoria says:

    Gentile Claudio,
    grazie per aver scritto sul nostro blog. Il mancato pagamento di una contravvenzione potrebbe comportare non solo l’autmento dell’importo da pagare, ma anche seri problemi nel caso in cui si recasse nuovamente in Francia e venisse fermato per un controllo.
    Cordiali saluti,
    Il team Auto Europe

  431. Don Pablo says:

    Buongiorno.
    Nel mese di marzo ho noleggiato un auto in Germania. Recentemente la compagnia di autonoleggio mi ha comunicato (addebitandomi sulla carta di credito 25 euro di sole spese di notifica) che presto riceverò un verbale per un autovelox in Germania. L’infrazione consiste nel superamento del limite di 55 km/h. Andavo a 105 con limite 50. Ora su un sito ho appreso che questa infrazione oltre alla multa prevede anche la sanzione accessoria della sospensione della patente per 2 mesi.
    La mia domanda è la seguente: possono sospendermi la patente anche se non sono residente in Germania? Oppure me la sospenderanno solo in Germania? Oppure dovrò pagare solo la multa, magari maggiorata proprio perché non possono sospendermi la patente? Grazie per la risposta. Cordiali saluti.

  432. Vittoria says:

    Gentile Paolo,
    grazie per aver scritto sul nostro blog. In caso di infrazioni del codice della strada, è possibile che gli addetti al controllo mandino la segnalazione all’Anagrafe nazionale del conducente. A questo punto, sarà il Paese di appartenenza del guidatore a decidere sulla decurtazione dei punti e sull’eventuale sospensione della patente. Inoltre, anche in Italia il superamento del limite di velocità tra 40 km/h e 60 km/h prevede, oltre alla sanzione pecuniaria, la sospensione della patente da 1 a 3 mesi. Per maggiori informazioni, Le consigliamo di mettersi in contatto con la società di noleggio presso cui ha ritirato la vettura.
    Cordiali saluti,
    Il team Auto Europe

  433. Don Pablo says:

    Gentile Vittoria,
    In riferimento alla questione posta l’8 maggio alle 9:08pm e alla sua gentile e pronta risposta del 9 maggio alle 8:30am, volevo comunicarle che proprio oggi mi è arrivata una lettera dalle autorità tedesche, con tanto di mia foto, dove mi invitano a compilare un modulo con tutti i miei dati (nome, indirizzo, data di nascita…), posso farlo anche on-line sul loro sito loggandomi con la password che mi hanno dato, dove dichiaro di essere io al volante. Non si parla di cifre da pagare. Ho tempo una settimana. Immagino che poi la multa mi arriverà in un secondo momento, dopo la mia ammissione di colpevolezza. Premetto che ho chiaramente intenzione di pagare e di dichiarare il vero, per sua esperienza personale pensa che la questione finirà lì con il pagamento della multa, oppure mi devo aspettare anche la sanzione accessoria della sospensione della patente? Il fatto che possano mandare i miei dati all’Anagrafe nazionale del conducente così come mi ha spiegato lei, è così frequente, oppure di norma non capita? Se ciò capitasse, una ipotetica sospensione sarebbe valida ovunque, oppure solo sul suolo tedesco? Ho sentito anche di gente che ha dovuto spedire la patente in Germania, ma non so quanto possa essere veritiera la cosa. Andando quasi ogni mese in Germania per affari, non vorrei vedermi preclusa la possibilità di noleggiare l’auto nel loro territorio, e quindi dovrei organizzarmi per tempo.
    La ringrazio anticipatamente; la terrò aggiornata sui futuri sviluppi della faccenda.
    Paolo.

  434. andrea says:

    Buongiorno ho un problema in quanto mi è stata recapitata una multa per eccesso di velocità fatta in svizzera ma la cosa strana è che io non ci sono mai stata per lo piu mi è arrivata dentro una busta con nessun timbro postale e nessun francobollo. Il numero di targa corrisponde, ci sono gli estremi per fare il pagamento non so come comportarmi aiutatemi per favore

  435. Vittoria says:

    Gentile Andrea,
    grazie per aver scritto sul nostro blog. Se è sicuro di non essere mai stato in Svizzera, potrebbe contestare la contravvenzione ricevuta. Per chiarimenti, le consigliamo di contattare la società che le ha inviato la notifica.
    Cordiali saluti,
    Il team Auto Europe

  436. RAFFAELE says:

    SALVE MI TROVO IN VIAGGIO VERSO BARCELLONA MA SOLO ORA HO NOTATO CHE MI SONO DIMENTICATO LA MIA PATENTA DI GUIDA A CASA NEL CASO MI FERMASSERO COSA SUCCEDE??

  437. Vittoria says:

    Gentile Raffaele,
    grazie per aver scritto sul nostro blog. Nel caso in cui venisse fermato per un controllo, le autorità le faranno una multa per mancanza momentanea di patente. Una volta accertato, tramite sistemi elettronici, l’effettivo possesso di una patente di guida in corso di validità, le chiederanno di presentarsi ad un ufficio della polizia entro un termine stabilito.
    Cordiali saluti,
    Il team Auto Europe

  438. Nancy says:

    Salve:
    Sto partendo verso Lisbona e rimango solo 2 giorni come posso pagare il pedaggio o se prendo quello elettronico come faccio a restituire? grazie

  439. Vittoria says:

    Gentile Nancy,
    grazie per aver scritto sul nostro blog. In Portogallo, su alcune autostrade dovrà semplicemente ritirare il ticket all’ingresso ed effettuare il pagamento all’uscita. Alcuni tratti, però, prevedono la rilevazione elettronica del passaggio delle auto e il pagamento va effettuato 2-5 giorni dopo il transito presso punti dedicati (uffici postali o negozi “Rede Payshop”). La soluzione più comoda in caso di soggiorni brevi è noleggiare il dispositivo elettronico, per il quale sono previste una ricarica minima e una cauzione. Il noleggio (ritiro e riconsegna) può essere effettuato presso gli enti preposti per il pagamento del pedaggio (aree di servizio, uffici postali o negozi “Rede Payshop”).
    Cordiali saluti,
    Il team Auto Europe

  440. Mario says:

    Salve, una settimana fa ho parcheggiato ad amsterdam (targa italiana), c’era una macchinetta per pagare, ho inserito la carta di credito ma non mi ha fatto procedere, non ho capito niente (non conosco l’inglese ne il tedesco) e dopo qualche ora di passeggiata mi son trovato un tagliando giallo applicato al vetro con che successivamente mi son fatto tradurre. ” avete ricevuto una multa di parcheggio , perché non sono riusciti a pagare le spese di parcheggio sufficienti . questa multa è pari a 38,10 € più il parcheggio per un’ora. Se si accumulano cinque o più multe , il comune può bloccare il veicolo . il veicolo può essere trainato via dopo 24 ore . è possibile pagare la multa in linea . se siete in disaccordo con la multa , è possibile presentare un reclamo entro sei settimane dopo aver ricevuto la multa . Per ulteriori informazioni, visitare . molte aree di Amsterdam hanno una politica -Parcheggio a pagamento . tasse di parcheggio variano a seconda della zona . è possibile pagare il parcheggio con il telefono cellulare ( app) o utilizzando il parcometro . pagamenti al metro possono essere effettuati tramite carta di debito o carta di credito . si dovrà anche di inserire i dati della targa .” (Traduttore inglese – italiano ). Mi recapiteranno la multa in italia? Devo pagare per forza? NON ANDRÒ MAI PIÙ AD AMSTERDAM IN AUTO

  441. Vittoria says:

    Gentile Mario,
    la ringraziamo per aver lasciato un commento sul nostro blog. È possibile ricevere la notifica di contravvenzione anche una volta rientrati in Italia, in quanto con il numero di targa non è difficile per le autorità risalire all’indirizzo del conducente. Il nostro consiglio è sempre di pagare le multe nei termini previsti, per non rischiare di far lievitare l’importo a causa di spese amministrative.
    Cordiali saluti,
    Il team Auto Europe

  442. Silvano says:

    mi è arrivata una multa dalla germania per un eccesso di velocita in luglio di quest’anno, ma ne io ne la mia vettura non siamo mai stati in germania; come devo comportarmi?
    grazie Silvano

  443. Vittoria says:

    Gentile Silvano,
    grazie per averci scritto. Se crede ci sia stato un errore nell’erogazione della multa, può seguire la procedura per il ricorso. Si assicuri però di farlo nei tempi indicati sulla notifica ricevuta.
    Cordiali saluti,
    Il team Auto Europe

  444. Fabio says:

    Buonasera, ad agosto sono stato in Austria (circa 30 giorni) e per un paio di giorni ho usufruito dell’autostrada attorno ad Innsbruck, non prestando attenzione al bollino, ho realizzato il tutto sulla via di ritorno in Italia sulla a13. Come mi dovrei comportare se dovessere arrivarmi a casa la multa per aver utilizzato l’autostrada senza bollino? La sanzione e terribilmente pesante a quanto ho letto.

    Grazie

  445. Vittoria says:

    Gentile Fabio,
    grazie per averci scritto. Se l’infrazione è stata commessa, la multa dovrà essere pagata. Ai guidatore che ci scrivono consigliamo sempre di effettuare il pagamento nei tempi indicati sulla notifica, per non incorrere in sanzioni amministrative aggiuntive.
    Cordiali saluti,
    Il team Auto Europe

  446. fede says:

    Buongiorno,
    Ho ricevuto una richiesta di pagamento di una sanzione amministrativa per un divieto di sosta avvenuto ad Amsterdam il 1 Gennaio 2016: effettivamente nella data e nell’ora contestate mi trovavo li.
    Tuttavia questa multa non mi è mai stata in alcun modo comunicata consegnata o notificata, nè nell’immediatezza dei fatti (sul cruscotto), nè al mio domicilio.
    La prima comunicazione in assoluto è arrivata ieri, a 9 mesi di distanza, da una società di recupero crediti di Bergamo.
    In questo contesto la società (che evidentemente ha acquistato al ribasso un paccheto di crediti dovuti da automobilisti italiani) ha comunque il titolo per chiedermi il pagamento?
    Cordiali saluti
    FB

  447. Vittoria says:

    Gentile Fede,
    grazie per aver scritto sul nostro blog. I tempi di notifica sono generalmente più lunghi (circa un anno) per le contravvenzioni inviate a guidatori residenti all’estero e non è raro che le autorità del paese estero di affidino ad istitui di recupero credito esterni. Le consigliamo comunque di provare a contattare la società che le ha recapitato la multa e a richiedere la documentazione che comprovi il fatto.
    Cordiali saluti,
    Il team Auto Europe

  448. Luca says:

    Buonasera. Ho ricevuto una contravvenzione dalla Francia, sono stato in vacanza a Nizza ad agosto.
    La multa in diritto sarebbe irregolare per molteplici profili:
    a) è stata recapitata tramite posta ordinaria;
    b) riscontra un eccesso di velocità di soli 2 km orari (velocità rilevata 57, al netto del margine di errore, 52, velocità consentita 50)
    c) alla luce delle circostanze di cui sopra è ridicolo sostenere che “il pagamento dell’infrazione pone fine al procedimento penale (art. 592 del codice di procedura penale francese);
    d) non si tratta di una sanzione per una violazione amministrativa ma di fatto di una “tassa” (il margine di superamento è talmente ridicolo al fine di configurare una infrazione da rendere ineffettivo tale limite. In pratica, bisognerebbe andare a 30-35 all’ora massimo per la paura di non sforare di 2km/h poco facilmente rilevabili con il tachimetro tradizionale. Di fatto non è altro che un sistema per (tar)tassare gli automobilisti e procurarsi entrate;
    e) la tararatura dell’apparecchio è troppo remota (il 7/12/2005);
    f) la multa è contraria al diritto comunitario, in particolare al principio di proporzionalità della sanzione;
    g) come al solito, il pagamento è molto facile, la contestazione è molto difficile;
    h) qualcosa mi dice che gli automobilisti francesi in Italia non subiscono lo stesso trattamento
    Ritengo che potrei non pagare la multa per tutte queste circostanze ma conoscendo la difficoltà pratica di sostenerle, forse sarò costretto a pagare.
    Preciso che non mi recherò mai più in Francia in macchina fino a quando il sistema sarà questo
    Saluti

  449. Luana says:

    Gentile Luca,
    La ringraziamo per avere lasciato le sue considerazioni su quanto a Lei AccadutoLe.
    Nel comprendere le ragioni della sua amarezza, non possiamo però che ribadire il fatto che l’unico modo consentito per contestare il contenuto di una multa è ricorrere avverso la stessa con i mezzi previsti dalla legislazione vigente nel Paese in cui la stessa è stata comminata.
    Cordiali saluti
    Il team Auto Europe

  450. Marco says:

    Buongiorno ,sono stato in islanda ad agosto con amici e ho noleggiato la macchina con la mia carta di credito,oggi mi è arrivato una multa di 400 euro per eccesso di velocità,con tanto di fotografia della macchina ,del conducente ecc.
    Ora volevo chiedere una cosa?L’islanda non fa parte dell’unione europea,se non pago questa multa ( sono stati scortati appena 8 km/h) può succedere qualcosa?Mi hanno anche consigliato di bloccare la carta di credito,ammetto ok 60 -70 km in più ma appena 8 mi sembra un’esagerazione…

  451. Luana says:

    Gentile Marco,
    La ringraziamo per avere scritto sul nostro blog.
    Circa le conseguenze el mancato pagamento della multa, non possiamo fare altro che ripetere quanto già scritto in altre circostanze, ovvero che, in caso di segnalazione di infrazione, se la si ritiene infondata, la stessa va necessariamente impugnata con gli strumenti previsti dai regolamenti del Paese in cui la multa è stata comminata.
    In caso contrario, il nostro suggerimento è sempre quello di pagare la multa: le conseguenze di un mancato pagamento, infatti, non sono sempre prevedibili, e possono essere molto spiacevoli, oltrechè onerose, anche in considerazione del continuo incremento degli scambi di informazioni tra gli Stati, a prescindere dall’appartenenza all’Unione Europea.

  452. Badu says:

    mi è appena arrivata una multa di un autovelox dalla germania…+ 40 km/h del limite……€ 160,00 e sospensione della patente per un mese….scritta pure in italiano mediocre dalla polizia tedesca……senza bollettino e da comunicare i dati del conducente…auto intestata alla mia azienda…..cosa rischio ? cosa devo fare ?

  453. Luana says:

    Gentile Badu,
    La ringraziamo per averci scritto.
    Come sottolineato più volte, Auto Europe, in caso di multa, consiglia sempre o di contestarla nei modi e nei tempi previsti dalla legge, qualora si ritenga che la stessa sia ingiusta, oppure di pagare l’importo addebitato.
    Ricordiamo che, in caso contrario, la sua azienda riceverà quasi sicuramente un sollecito di pagamento, con ulteriori costi relativi ad aggravio di sanzione e spese amministrative.
    Cordiali saluti
    Il team Auto Europe

  454. marco piluso says:

    Salve,
    vorrei proporvi un caso particolare in data 30/6/2016 mi reco in Francia e li noleggio un auto, in data 7/12/2016 mi vedo arrivare una raccomandata dalla Francia, è una cartella esattoriale dall ‘ETR Francese dove mi contesta il fatto di non aver pagato la multa che mi hanno spedito dopo circa 5 giorni che era in maniera ridotta di 45€, lettera che a me non è mai arrivata, ora invece mi è arrivata con la cifra di 188€ in modalità raccomandata, a questo punto cosa prevede la normativa? devo fare ricorso per non pagare le 188€ ma bensì la forma ridotta mai arrivata oppure faccio opposizione a non pagarla in quanto trascorsi ben 150 giorni dal momento del verbale al momento della notifica in raccomandata? perchè in italia sono 90 giorni dal momento del verbale,grazie

  455. Vittoria says:

    Gentile Marco,
    la ringraziamo per aver lasciato un commento sul nostro blog. Considerando che i tempi di notifica per le contravvenzioni di guidatori stranieri sono generalmente più lunghi (circa un anno) rispetto a quelli nazionali, la multa andrebbe pagata. Le consigliamo di rivolgersi alla compagnia di noleggio presso cui ha ritirato la vettura per maggiori informazioni e per verificare la possibilità di ricorso.
    Cordiali saluti,
    Il team Auto Europe

  456. Aldg says:

    Buonasera,sono stato Blizzato in Germania ,per eccesso di Velocità,ma,sono passati sei mesi,e ancora non mi è arrivata nessuna comunicazione….Sapete quanto tempo ci vuole affinché arrivi la Multa? Se c è un un numero tedesco per prendere informazioni?
    Grazie e Buon anno…….

  457. Vittoria says:

    Gentile cliente,
    la ringraziamo per aver lasciato un commento sul nostro blog. Consideri che i tempi di notifica sono generalmente più lunghi se la multa deve essere recapitata ad un guidatore residente all’estero. Le autorità locali possono, infatti, avere anche un anno di tempo per notificare la contravvenzione. Purtroppo non siamo a conoscenza di un numero di telefono da contattare per informazioni.
    Buon anno anche a lei!
    Cordiali saluti,
    Il team Auto Europe

  458. tiziana says:

    Buongiorno. Ho preso una multa in francia per eccesso di velocità inferiore ai 20Km. Ho contestao che non ero io alla guida ,ma mio marito. La multa doveva essere di 90 euro e ora a mio marito gli è arrivata di 300 euro, Ma non dovrebbe bloccarsi l’aumento una volta che viene comunicato il trasgressore reale? Volevo chiedere un paio di cose: Ma se io non avessi mai risoposto, visto che era posta ordinaria, avrei potutto dire di non averla mai ricevuta? Come posso fare per contestare un aumento così assurdo? Se non pago che cosa succede? Mi ha detto un mio amico avvocato che non possono procedere ad esecuzioni forzate perchè non esiste un’agenzia internazionale preposta e lo stato italiano non utilizza esattorie per riscuotere denaro per multe francesi. E’ vera questa cosa? Ma se non sono io il trasgressore, nonostante sia il proprietario, possono farmi qualcosa in caso subissi un controllo stradale?
    Cordiali saluti

  459. Luana says:

    Gentile Tiziana,
    La ringraziamo per averci scritto.
    Come abbiamo più volte detto, in caso di multe prese in un altro Paese, se si intende contestarne la validità è necessario servirsi dei mezzi giuridici previsti dall’ordinamento di quello Stato.
    Ogni altra soluzione comporta il rischio, oltre che di vedersi recapitare una multa di importo decisamente superiore, di subire conseguenze particolarmente gravi in caso di successivo controllo effettuato dalle autorità di quel Paese.
    Per quanto riguarda poi il sistema di esazione delle multe a carico di cittadini di altri Stati, molti Paesi hanno stipulato convenzioni con agenzie di recupero credito che operano a livello internazionale, e che talvolta affidano questo mandato a studi legali specialiazzati in tale materia.
    Cordiali saluti
    Il team Auto Europe

  460. Donatella Ranzani says:

    Buongiorno, ho prenotato un’auto a noleggio con nome conducente di mio marito pagando con carta prepagata intestata a me, vorrei sapere al momento del ritiro quando mi verrà trattenuta la cauzione con carta di credito internazionale sempre intestata a me, viene accettata anche se l’auto la guiderà mio marito? Grazie. Donatella

  461. Vittoria says:

    Gentile Donatella,
    la ringraziamo per averci scritto. Indipendentemente dal metodo di pagamento utilizzato al momento della prenotazione, al ritiro è necessario presentare i seguenti documenti, tutti in corso di validità ed intestati al guidatore principale indicato sulla prenotazione: voucher, patente di guida, documento di identità e carta di credito. Per il rilascio della cauzione non sono purtroppo accettate carte di credito intestate a terzi ed è quindi necessario che suo marito presenti una valida carta di credito a suo nome. Per assistenza, non esiti a contattarci telefonicamente.
    Cordiali saluti,
    Il team Auto Europe

  462. COSTANTINO says:

    Salve, ho preso una multa in Francia, per eccesso di velocità inferiore a 20 KM/h, di cui non ho ricevuto la cosiddetta lettera di cortesia, ma direttamento una cartella esattoriale, questa si, notificata, con un importo da saldare pari a 375 euro, ridotto del 20 % se pago entro 30 giorni dalla data indicata nelle cartella, e non da quella di notifica. Nella cartella esattoriale, c’è scritto che la maggiorazione è dovuta, in quanto in precedenza è stata inviata una lettera, senza indicare la somma che bisognava pagare, e che essendo trascorsi 60 giorni dalla presunta comunicazione, senza pagare e senza aver presentato ricorso, adesso devo pagare questo salatissimo importo. Siccome io non ho mai ricevuto alcuna comunicazione, ma sola cartella esattoriale, in quanto inviata con raccomandata A/R, secondo voi come mi devo comportare? Da quanto esposto , mi sembra di aver preso una bella fregatura! Dovrebbero notificare anche i verbali, e non solo le cartelle esattoriali. Troppo bello cosi’. Mi sa tanto di estorsione legalizzata. Grazie.

  463. Luana says:

    Gentile Signor Costantino,
    La ringraziamo per avere scritto sul nostro blog.
    Purtroppo, in base a quello che riporta, non possiamo che consigliarLe di pagare l’importo chiesto; l’alternativa è quella di intentare un formale ricorso, dagli esiti e costi incerti.
    Altrimenti, potrebbe chiedere di accedere agli atti (la lettera di cortesia cui fa cenno e da Lei mai ricevuta), tenendo conto però che questo non sospende i termini del procedimento.
    Cordiali saluti
    Il team Auto Europe

  464. Riccardo Livi says:

    Salve! La scorsa eststr ho preso una multa in Montenegro per aver sostato la mia auto senza la relativa documentazione. Ho già ricevuto due avvertimenti,l’ultimo maggiorato per il pahamento di 56 euro tramite un’agenzia recupero crediti con sede a Londra (la comunicazione veniva dalla Svezia!). Premesso che in Montenegro non tornerò più,cosa può succedere se non pago? Grazie

  465. Luana says:

    Gentile Riccardo,
    La ringraziamo per avere scritto sul nostro blog.
    Auto Europe raccomanda sempre di pagare le sanzioni che ci sono state comminate a ragione, oppure, in caso di contestazione, di opporsi con gli strumenti previsti nel Paese dove la multa è stata elevata.
    Nel suo caso, aldilà del fatto che Lei non intenda tornare in Montenegro, sarà una valutazione dell’agenzia recupero crediti decidere se intraprendere una formale azione legale nei Suoi confronti con quanto ne consegue in termini di aggravio spese qualora il giudice competente Le dia torto.
    Cordiali saluti
    Il team Auto Europe.

  466. Giovanni says:

    Buonasera,

    un mio amico ha preso una multa per eccesso di velocità in Spagna il 10 di marzo e ha ricevuto la notificazione il 23 di maggio.
    Nella multa c’è la possibilità di pagare il 50% dell’ importo se lo si fa nei primi venti giorni, però sulla busta non c’è nessuna data per poterlo dimostrare (non è una raccomandata).
    Come dovrebbe comportarsi?

    grazie

  467. Luana says:

    Gentile Giovanni,
    La ringraziamo per avere scritto sul nostro blog.
    Riteniamo che il termine dei venti giorni decorra dal momento in cui il multato ha avuto notizia dell’infrazione commessa, e non dal giorno in cui l’infrazione è stata rilevata.
    Cordiali saluti
    Il team Auto Europe

  468. marialucia says:

    Buonasera, 0ggi 9 6 2017 ho ricevuto una notifica per posta ordinaria da una agenzia recupero credito svedese per pagare su una banca tedesca, una richiesta di sanzione di un parcheggio a zagabria il 2.1.2014. La notifica non è emanata da nessuna autorita’ croata. Cosa mi consiglia di fare? E’ regolare questo procedimento ? La macchina in questione è stata venduta successivamente ed io non tornero mai piu in Croazia .
    Cordiali saluti

  469. Luana says:

    Gentile Maria Lucia,
    La ringraziamo per avere scritto sul nostro blog.
    Auto Europe, in caso di ricezione di multe, consiglia sempre di pagare quanto chiesto, a meno che non si voglia contestare, con gli strumenti previsti dalla legge vigente, la fondatezza dell’addebito.
    In particolare, è prassi ormai corrente in molti Paesi, sopratutto dell’Est Europa, incaricare specifiche società di recupero crediti per le multe elevate ad auto di un Paese straniero.
    Il rischio di un mancato pagamento, a prescindere dal fatto che l’auto sia stata successivamente alienata, è quello di un’azione lagale ai suoi danni per il recupero della somma, oltre le ulteriori spese connesse al procedimento legale.
    Cordiali saluti
    Il team Auto Europe

  470. Alessandro says:

    Salve,
    Sono stato per una settimana in islanda con l’autonoleggio Geyser. Questo rental car ti permette di affitare la loro macchina anche se non hai la carta di credito come abbiamo fatto me ed i miei amici, ma come garanzia bisognava lasciare 410 euro (quindi senza dare carta di credito) . A fine vacanza abbiamo restituito la macchina e ci hanno ridato i rispettivi soldi. Io ho paura di aver preso più multe perché ho sorpassato più volte il limite di velocità ed ho letto che ci sono molti autovelox li(che stranamente non ho visto). Nel caso geyser mi avvisasse di una multa che dovrei pagare penso loro non mi possano ritirare i soldi perché il deposito me lo hanno restituito. Nel caso non pagassi loro quali sono le conseguenze? Grazie!

  471. Luana says:

    Gentile Alessandro,
    La ringraziamo per avere scritto sul nostro blog.
    Qualora Lei dovesse avere preso delle multe, la società di autonoleggio potrebbe inviarLe direttamente (è in possesso dei dati della Sua patente), oppure fornire direttamente all’autorità che ha elevato la multa i suoi dati.
    Tenga conto che, in ogni caso, a Lei deve arrivare copia dell’eventuale multa e che in caso di mancato pagamento sono diversi gli strumenti usati per ottenere il pagamento, compreso l’incarico ad apposite agenzie di riscossioni crediti che operano su scala internazionale.
    Cordiali saluti
    Il team Auto Europe

  472. Clara Giovannetti says:

    Salve, sono in vacanza in Germania e ho appena trovato sul cruscotto della mia auto italiana una multa per divieto di sosta scritta in tedesco senza alcun importo precisato né modalità di pagamento o bollettino allegato. Alcuni abitanti mi hanno detto che si tratta di una multa non immediatamente contestata che dovrebbe arrivare presso l’indirizzo di residenza. Devo aspettare la notifica? Non vi è indicato alcun numero telefonico né indirizzo di riferimento per poter rispondere richiedere informazioni maggiori o poter procedere al pagamento… Come mi devo comportare?
    Grazie, cordiali saluti, Clara Giovannetti

  473. Luana says:

    Gentile Clara,
    La ringraziamo per averci scritto. In Germania è possibile pagare una multa anche in contanti presso le Stadtkasse cittadine. Forse può informarsi direttamente presso il municipio. Altrimenti dovrà aspettare che Le arrivi l’avviso di pagamento direttamente al suo indirizzo di residenza.
    Cordiali saluti,
    Il team Auto Europe

  474. Gianluca says:

    Vorrei sapere se c’è un accordo bilaterale vigente tra Polonia e Italia per l’eventuale notifica di atti amministrativi, questo nel caso in cui il sottoscritto fosse stato multato da un autovelox polacco per eccesso di velocità. Grazie per la vostra celere e pronta risposta.

  475. Denisia says:

    Gentile Gianluca,
    al momento mancano gli accordi per il riconoscimento di notifiche di atti amministrativi tra l’Italia e la Polonia. Il tema delle contravvenzioni prese allE’stero è tuttavia in continua revisione quindi, qualora dovesse ricevere la notifica della multa a casa, la invitiamo a pagarla per non incorrere in pesanti sanzioni.
    Cordiali Saluti
    Auto Europe Italia

  476. Daniele says:

    Salve, giusto tre mesi fa son stato fermato a Zante ( Grecia ) mentre ero alla guida di un quad non intestato a me, ma intestato al passeggero, per guida senza casco. Premettendo che giravano tutti senza casco praticamente, costringendomi a fermarmi, senza neanche possibilità di vedere da lontano l’auto ferma (In Italia accendono almeno le luci blu ). Mi hanno inoltre contestato la patente (classica patente B italiana) dicendo che fosse illegale per il quad ( ma era un quad 50 cc). Premesse tutte queste cose che risultano a me poco chiare, ci sono oggi accordi tra Italia e Grecia per l’eventuale notifica di atti amministrativi?

  477. Luana says:

    Gentile Daniele,
    La ringraziamo per avere scritto sul nostro blog.
    Nei Paesi europei le convenzioni per il recapito delle contravvenzioni prese all’estero sono regolarmente operanti; dipende poi dalla scelta di chi ha elevato la contravvenzione decidere se cercare di notificare la stessa all’estero, direttamente, o tramite società di riscossione crediti, oppure, in caso dei veicoli a noleggio, attraverso i dati forniti dal noleggiatore del veicolo.
    Cordiali saluti
    Il team Auto Europe

  478. rosalba says:

    Salve!
    ho ricevuto delle multe per eccesso di velocità fatte ad Amsterdam. volevo sapere cosa può succedermi se prima di pagarle dovessi trovarmi di nuovo in territorio Olandese rischio di venire arrestata anche se non mi trovo alla guida ad esempio durante il check in in aeroporto?

  479. Luana says:

    Gentile Rosalba,
    La ringraziamo per avere lasciato il suo commento.
    Premesso che Auto Europe suggerisce di pagare tempestivamente le multe ricevute, a meno che non si voglia fare ricorso nei modi previsti dalla legge, riteniamo assai improbabile un fermo personale al momento di effettuare il check in, a meno che le infrazioni contestate non eccedano il campo della mera sanzione amministrativa e configurino invece una fattispecie a grave rilevanza penale.
    Cordiali saluti
    Il team Auto Europe

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non verrá pubblicato. I campi segnati con l'asterisco sono obbligatori *

Puoi usare questi attribute HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*