Blog autonoleggio Auto Europe - Consigli di viaggio


Carnevale al caldo

E’ tempo di maschere e sfilate di carri, e voi non avete ancora deciso dove andare e come mascherarvi….; eppoi, soprattutto, visto che siamo a febbraio, non avete voglia di correre il rischio di incappare in una delle giornate della merla, e rimanere infreddoliti per tutto il tempo: volete una soluzione? Ecco alcune mete per trascorrere il carnevale al caldo, e godervi questa festa coloratissima in riva al mare o in pantaloni corti.

Certo, dobbiamo lasciare l’Italia, ma la prima meta non è poi così distante: sono le Isole Canarie, dove ogni isola ha il suo specifico carnevale, anche se i più frequentati e famosi sono quelli di Tenerife e di Gran Canaria: si tratta di carnevali coloratissimi, sempre in cerca di novità per stupire il numeroso pubblico, che culmina con l’elezione della Regina del Carnevale; ma, poiché Gran Canaria è nota anche per il suo turismo gay friendly, c’è pure l’elezione della Drag Queen, con relativa esilarante cerimonia…

Comune alla tradizione carnevalesca delle Isole Canarie è poi il cosiddetto “Entierro de la Sardina”: il simbolo del carnevale canario è infatti una gigantesca sardina di cartapesta che, nel giorno del mercoledì delle ceneri, viene accompagnata verso la sua sepoltura, che sancisce la fine del carnevale; ma la cerimonia è tutt’altro che funebre: il gigantesco pesce viene infatti accompagnato alla sua ultima dimora tra un corteo di vedove “allegre” e consolabili, spesso uomini baffuti travestiti, e finti rappresentanti del clero, molto attratti dalle gioie terrene e dai peccati della carne e della gola…….

Se invece vogliamo cambiare continente, e volare sopra l’Oceano Atlantico, una tappa da non mancare sono le Antille Francesi: le due isole di Guadalupe e Martinica, entrambi territori d’oltremare della Repubblica Francese, in questo periodo offrono, oltre al consueto clima splendido, e alle sue incantevoli spiagge, la meravigliosa tradizione del carnevale antillano.

Straordinario incontro di razze e tradizioni, le due Isole ammaliano il turista con il suo carnevale fatto di colori sgargianti e ritmi frenetici, accentuati dalla fisicità di uomini e donne di colore le cui danze sono insieme un invito alla gioia e alle tentazioni.

E, per concludere la nostra rassegna, non poteva certo mancare “il carnevale” per eccellenza: siamo a Rio de Janeiro, e qui il carnevale è una cosa terribilmente seria,

almeno per le decine di scuole di samba, che si sfidano a colpi di sfilate e d’anca, per contendersi il titolo di campione del carnevale.

E’ proprio una vera competizione, per la quale ogni scuola ha 80 minuti di tempo per stupire il mondo con le sue coreografie, e si tiene in vero e proprio spazio ad hoc, il celebre Sambodromo creato dal genio architettonico del brasiliano Oscar Niemeyer: ma il vero senso di questa immensa festa sta proprio nel viverla in mezzo alla gente, in questo delirio collettivo di milioni di persone, lasciandosi stordire da un’allegria che sembra inesauribile; esperienza difficile da descrivere, bisogna almeno una volta cercare di viverla!

Insomma, abbiamo cercato di risolvere il vostro problema “climatico” del carnevale, adesso tocca a voi cercare con la fantasia il costume più adatto: e alle Canarie, alle Antille o a Rio, potrebbe bastarvi un costume da bagno!!!

Questo articolo è stato pubblicato in Idee di viaggio. Salva il permalink.

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non verrá pubblicato. I campi segnati con l'asterisco sono obbligatori *

Puoi usare questi attribute HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*